20
SET17

La presa in carico del paziente cardiovascolare cronico: aspetti clinici, economici ed organizzativi

  • Roma Piazza di Pietra, Roma, RM, Italia
  • Sala Giunta del Tempio di Adriano
  • 20 Settembre 2017
  • 20 Settembre 2017

In una società sempre più anziana come la nostra, la presa in carico del paziente nel trattamento delle patologie croniche cardiovascolari rappresenta una delle sfide più significative a cui il Servizio Sanitario Nazionale italiano deve e dovrà far fronte nel prossimo futuro. Un confronto continuo tra i principali attori del Sistema sui diversi aspetti del fenomeno, è utile nonché necessario, al fine di individuare nel modo più efficace soluzioni orientate all’ottimizzazione sia del percorso di cura del paziente sia dell’utilizzo delle risorse disponibili. La complessità di questo argomento deriva, infatti, dalla necessità da un lato di garantire la sostenibilità economico/finanziaria del SSN, presupposto necessario per la sua esistenza futura e, nel contempo dalla necessità di garantire il miglior trattamento possibile. La giornata di approfondimento “La presa in carico del paziente cardiovascolare cronico: aspetti clinici, economici ed organizzativi” si pone, quindi, l’obiettivo di mettere a confronto i punti di vista di tutti gli attori coinvolti in tale processo, orientando il dibattito all’individuazione e alla condivisione di soluzioni da
mettere in atto nel breve e nel lungo termine.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Morto Mattia Torre, l’ultima intervista a Sanità Informazione

E’ morto a Roma, in seguito ad una lunga malattia, Mattia Torre, attore, scrittore, autore e sceneggiatore di teatro cinema e tv (tra l’altro della fortunata serie Boris). Aveva 47 anni ed...
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti