17
SET18

INCONTRO ANNUALE DEL COMITATO REGIONALE PER L’EUROPA DELL’OMS

  • Roma Viale Umberto Tupini, 65, 00144 Rome, RM, Italia
  • Auditorium della Tecnica
  • 17 Settembre 2018
  • 20 Settembre 2018

I ministri della Salute e i rappresentati di alto livello dei 53 Stati europei membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre alle organizzazioni partner e alla società civile, si incontreranno a Roma il 17 settembre per l’incontro annuale del Comitato Regionale per l’Europa dell’OMS. Il Comitato avrà occasione di discutere e di prendere decisioni sulle principali tematiche di salute che riguardano la Regione, presentando al contempo i progressi compiuti nell’implementazione delle politiche adottate in precedenza.

Tra i temi in agenda, una nuova strategia per la salute degli uomini, la protezione finanziaria per la regione, un piano di azione per migliorare preparazione e risposta della salute pubblica. In occasione del Comitato regionale verrà anche lanciato il Report sulla salute europea 2018, che farà il punto sulla salute ed il benessere della regione e le sfide da affrontare nel prossimo futuro.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano