21
GIU18

Il vincitore del Nobel 2017 per la Medicina alla Sapienza

  • Roma Piazzale Aldo Moro, Roma, RM, Italia
  • Aula magna del Palazzo del Rettorato
  • 21 Giugno 2018
  • 21 Giugno 2018

Giovedì 21 giugno, il premio Nobel per la Medicina 2017 Michael Moriss Rosbash, sarà alla Sapienza per il convegno della Società italiana di biofisica e biologia molecolare (SIBBM), “When and where: temporal and spatial regulation of biological processes”.

All’interno dell’evento, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin dell’Ateneo, Rosbash terrà la “Riccardo Cortese Lecture” dal titolo “Circadian rhythms, gene expression and RNA processing”, presso l’Aula magna del Palazzo del Rettorato.

Rosbash è un genetista statunitense, docente presso la Brandeis University e ricercatore presso l’Howard Hughes Medical Institute, è stato eletto dall’Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti d’America nel 2003 e, insieme a Jeffrey C. Hall e Michael W. Young, ha vinto il premio Nobel per la Medicina per il contributo allo studio dei meccanismi molecolari che controllano il ritmo circadiano.

I ritmi circadiani sono i ritmi biologici più studiati, hanno una periodicità di 24 ore (circa dies, quasi un giorno) e caratterizzano tutti gli organismi viventi, dai più semplici all’uomo. La capacità di regolare aspetti fisiologici e comportamentali fondamentali, come il ritmo sonno-veglia e i tempi di rilascio degli ormoni, spiega il crescente interesse scientifico nei confronti sia del ruolo funzionale, che delle basi molecolari che ne garantiscono il mantenimento.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 giugno, sono 6.651.047 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 391.439 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 5 giugno: nel...
Formazione

Fuga dagli ospedali, 500 specialisti hanno tentato il concorso di Medicina Generale

Sono soprattutto internisti, chirurghi, radiologi, geriatri e anestesisti a scegliere di provare a tornare sui territori. Lo studio dell'Associazione Liberi Specializzandi
di Tommaso Caldarelli
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco