21
GIU18

Il vincitore del Nobel 2017 per la Medicina alla Sapienza

  • Roma Piazzale Aldo Moro, Roma, RM, Italia
  • Aula magna del Palazzo del Rettorato
  • 21 Giugno 2018
  • 21 Giugno 2018

Giovedì 21 giugno, il premio Nobel per la Medicina 2017 Michael Moriss Rosbash, sarà alla Sapienza per il convegno della Società italiana di biofisica e biologia molecolare (SIBBM), “When and where: temporal and spatial regulation of biological processes”.

All’interno dell’evento, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin dell’Ateneo, Rosbash terrà la “Riccardo Cortese Lecture” dal titolo “Circadian rhythms, gene expression and RNA processing”, presso l’Aula magna del Palazzo del Rettorato.

Rosbash è un genetista statunitense, docente presso la Brandeis University e ricercatore presso l’Howard Hughes Medical Institute, è stato eletto dall’Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti d’America nel 2003 e, insieme a Jeffrey C. Hall e Michael W. Young, ha vinto il premio Nobel per la Medicina per il contributo allo studio dei meccanismi molecolari che controllano il ritmo circadiano.

I ritmi circadiani sono i ritmi biologici più studiati, hanno una periodicità di 24 ore (circa dies, quasi un giorno) e caratterizzano tutti gli organismi viventi, dai più semplici all’uomo. La capacità di regolare aspetti fisiologici e comportamentali fondamentali, come il ritmo sonno-veglia e i tempi di rilascio degli ormoni, spiega il crescente interesse scientifico nei confronti sia del ruolo funzionale, che delle basi molecolari che ne garantiscono il mantenimento.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Salute

Boom di denunce per “malpractice”, i chirurghi non ci stanno: «Nessuno vuole fare più questo mestiere»

Dei 35mila procedimenti che si aprono ogni anno oltre il 90% si risolvono in un nulla di fatto. Il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), Filippo La Torre: «Serve legge che regoli la m...