06
MAY21

Il rifiuto alla vaccinazione anti Covid degli esercenti le professioni sanitarie

  • 06 May 2021
  • 06 May 2021

L’obiettivo dell’incontro è quello di diffondere la cultura dei doveri di solidarietà in ambito sanitario in sinergia a quella dei diritti dei pazienti e degli esercenti le professioni sanitarie.
Relatore
Il Professor Pasquale Giuseppe Macrì è Direttore del servizio di Medicina Legale di Arezzo e dell’Area Funzionale Dipartimentale Medicina Legale e gestione della responsabilità sanitaria dell’Azienda Usl Toscana Sud Est; Membro del Comitato Scientifico della Fondazione Sicurezza in Sanità presso l’Istituto Superiore di Sanità, Segretario Nazionale MeLCO, Componente Consulta Deontologica Nazionale FNOMCEO; Esperto medico-giuridico di FEDERSANITA’ ANCI; Membro del Comitato tecnico “Modello italiano per la gestione del rischio in sanità” della Luiss Business School, Docente formatore del Modello italiano per la gestione del rischio in ambito sanitario CEPAS, Professore a contratto presso l’Università degli Studi di Siena; Consulente e perito per le aziende sanitarie in materia di responsabilità professionale sanitaria. Consulente tecnico d’ufficio per Tribunali e Procure. Membro del Board nazionale “Calendario vaccinale per la vita”.
Seminario

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale