11
NOV19

CONVEGNO ISS: LA CURA DEI CURANTI

  • Roma Istituto Superiore di Sanità, Viale Regina Elena, Roma, RM, Italia
  • Istituto Superiore di Sanità, Aula Marotta
  • 11 Novembre 2019
  • 11 Novembre 2019

Il benessere di chi cura è legato alla capacità di offrire assistenza di qualità ai propri pazienti.
Chi cura esprime da tempo un grande bisogno di essere sostenuto nel difficile compito di rispondere a chi gli domanda di essere preso in carico. Molti studi riportano casi di professionisti della salute con sintomi di esaurimento professionale. Lo stress a cui è sottoposto il personale sociosanitario potrebbe causare la riduzione delle ore di lavoro o l’abbandono della professione.
Le istituzioni sanitarie devono prendere atto che occorre occuparsi dello stress del proprio personale e adottare misure utili per identificare il fenomeno e trovare soluzioni.
La costante richiesta di tecnologie e raggiungimento di parametri di qualità ha richiesto ai professionisti della salute di dedicare sempre più tempo a compiti complessi che spesso vanno a scapito della relazione con i pazienti.
Occorre, quindi, dare attenzione e priorità alla sicurezza e al benessere degli operatori impegnati nella cura sostenendo la loro salute emotiva, fisica, psichica, sociale e intellettuale al fine di garantire una qualità di vita che consenta loro anche una migliore capacità nella qualità della cura.
Curare persone con bisogni multipli, fisici e psichici, rappresenta, inoltre, un’attività che richiede scambi tra operatori, integrazione tra professionisti, collaborazione con i familiari e i caregivers, supporto di reti comunitarie.

programma

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 7 luglio, sono 11.626.265 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 538.079 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 7 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Lavoro

Riforma sistema 118, le posizioni (opposte) di medici dell’Emergenza e SIS 118

Presentato al Senato il Ddl di riforma del 118: prevede organici propri e un sistema dipartimentale. Ma è scontro tra Balzanelli (SIS 118) e Manca (Simeu)