15
MAR22

Alcol, seconda conferenza nazionale a Roma dal 15 al 17 marzo: il programma dei lavori

  • Roma Ministero della Salute - Sede Centrale, Viale Giorgio Ribotta, Roma, RM, Italia
  • Auditorium Biagio d’Alba
  • 15 March 2022
  • 17 March 2022

“Informare, educare, curare: verso un modello partecipativo ed integrato dell’alcologia italiana”. E’ il titolo scelto per la seconda Conferenza Nazionale Alcol che si terrà a Roma, presso l’Auditorium Biagio d’Alba (Viale G. Ribotta, 5), dal 15 al 17 Marzo.

La tre giorni, organizzata e promossa dal Ministero della Salute, ha l’obiettivo di fare il punto sullo stato dell’arte in merito alle azioni a livello nazionale, regionale e locale intraprese e da intraprendere sul tema alcologico, a oltre 20 anni dall’approvazione della Legge quadro 125/2001 in materia di alcol e problemi alcol correlati. All’iniziativa parteciperanno esponenti di Governo, Regioni, Comuni, associazioni di Auto Mutuo Aiuto, Istituto Superiore di Sanità, Società scientifiche.

Si partirà martedì 15 marzo alle ore 15. Interverranno il Ministro della Salute Roberto Speranza, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Ministro per le politiche giovanili Fabiana Dadone, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, il Capo dipartimento per la mobilità sostenibile del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili Mauro Bonaretti, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Massimiliano Fedriga, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Carla Garlatti e il Presidente del Consiglio Nazionale ANCI Enzo Bianco. I lavori saranno introdotti dal Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa e da Sergio Iavicoli, Direttore generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali del Ministero della Salute. Nell’occasione sarà anche illustrata la “Relazione al Parlamento sugli interventi realizzati ai sensi della Legge 30.3.2001 n. 125 in materia di alcol e problemi alcol correlati: anno 2021”, inviata alle Camere l’8 marzo.

Mercoledì 16 marzo l’appuntamento sarà alle ore 9.15 con la tavola rotonda “L’impatto della comunicazione sulle scelte orientate al benessere”. I successivi interventi si articoleranno su tre sessioni tematiche: “Dentro e fuori la scuola. ‘Gli interventi di prevenzione in ambito scolastico e l’aggancio precoce dei giovani vulnerabili”; ”Alcol e guida”; “La formazione”.

La terza giornata, giovedì 17 marzo dalle ore 9, sarà dedicata alle “Reti curanti”. Le conclusioni della conferenza saranno affidate al Sottosegretario Andrea Costa, delegato dal Ministro Roberto Speranza alla prevenzione, al monitoraggio e ai percorsi terapeutici connessi al fenomeno delle dipendenze.

“Il valore aggiunto della Conferenza – spiega Costa, tra i principali promotori dell’iniziativa – sarà quello di fornire risposte, soluzioni e proposte per superare le criticità attraverso documenti di consenso che vedranno la collaborazione di Regioni, Comuni, operatori dei Servizi, ma anche di Istituzioni a vario titolo coinvolte, Società scientifiche, Associazioni e Comunità terapeutiche. Una sinfonia di voci, ciascuna con il proprio bagaglio di esperienze e competenze, desiderose tutte di contribuire a migliorare il sistema socio-sanitario in favore del cittadino, della persona e dei suoi familiari“.

La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming all’indirizzo e su tutti gli altri canali ufficiali del Ministero della Salute.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...