28 Gennaio 2019

Simona Comandè

CEO Philips IIG

Dal 1° febbraio 2019 Simona Comandè, 44 anni, è il nuovo CEO di Philips IIG (Italia, Israele e Grecia). Ha una laurea in ingegneria chimica e un percorso professionale di oltre 20 anni all’interno di aziende multinazionali leader nell’healthcare (J&J Medical e Cardinal Health). Succede a Stefano Folli che si sposterà in Nord America. La Comandè […]

Dal 1° febbraio 2019 Simona Comandè, 44 anni, è il nuovo CEO di Philips IIG (Italia, Israele e Grecia).

Ha una laurea in ingegneria chimica e un percorso professionale di oltre 20 anni all’interno di aziende multinazionali leader nell’healthcare (J&J Medical e Cardinal Health). Succede a Stefano Folli che si sposterà in Nord America.

La Comandè «avrà il compito di portare a compimento il processo di trasformazione di un’azienda che sta ridefinendo i confini del settore della salute – si legge in una nota stampa dell’azienda – favorendo l’adozione di modelli sempre più connessi, efficienti e sostenibili».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone