Sanità internazionale 2 febbraio 2016

Sanità internazionale

La sfida europea per una vecchiaia sostenibile

L’invecchiamento della popolazione è una sfida globale. Parte la gara per la riduzione al minimo dei costi di invecchiamento che renderà maggiormente competitivi i paesi che l’applicheranno. In Europa, la popolazione sta invecchiando più rapidamente rispetto ad altri continenti, dunque ci si aspetta che essa possa guidare le ricerche di nuove soluzioni per far fronte a questo fenomeno. Tra i vari Paesi UE, però, ci sono delle disparità. Ad esempio, in Italia si spende meno per il proprio welfare rispetto a paesi come Francia e Germania: nel dettaglio, il Belpaese destina al proprio welfare circa 7.000 euro pro capite, la Francia circa 10.000 e la Germania 9.000. Anche il PIL pro capite italiano è inferiore a quello degli altri paesi e questo spiega in parte perché la spesa in protezione sociale è minore, ovvero il 53,3% della spesa pubblica complessiva, contro il 58,5% in Francia e il 63,3% in Germania.
Uno step fondamentale per i Sistemi sanitari nazionali è quello di prevedere maggiore collaborazione con gli enti profit e no profit che si occupano di politiche sociali, per poter verificare le precise esigenze dei cittadini e prevedere congrue risposte. Per citare alcuni esempi di sinergia e sviluppo, Horizon 2020 è il Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione nel campo della salute e del benessere che si occupa di fronteggiare problemi sanitari e pericoli emergenti; Over to Over è il programma europeo, con capofila la regione Liguria, che mira ad aiutare gli anziani che vogliono continuare a vivere a casa propria, a sostenere le spese per un’adeguata assistenza. Questo primo progetto europeo in materia vedrà protagoniste le regioni che prendono parte al programma transfrontaliero marittimo Italia-Francia, Liguria, Toscana e Corsica, che stanno definendo insieme gli obiettivi strategici e il programma, realizzabili grazie ad un budget di 1 milione di euro.

Articoli correlati
In Italia trasfusioni sicure, nessuna infezione da HIV e epatiti da 10 anni. Il Ministro risponde…
Da oltre dieci anni non ci sono segnalazioni di infezioni da HIV ed epatite a seguito di trasfusione. Lo ricorda il Centro Nazionale Sangue, organo tecnico del Ministero della Salute e Autorità Competente con funzioni di coordinamento e controllo tecnico-scientifico del sistema trasfusionale nazionale, in riferimento alla sentenza di ieri della Corte D’Appello di Roma sugli […]
di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute
Ecco come ti “acchiappo” il collega sul “Tinder” dei medici
Invivox, una piccola start up francese, ha messo on line una nuova piattaforma che offre l’opportunità a tutti i medici e chirurghi di collegarsi tra di loro e trovare il professionista con le qualità e le competenze ricercate per poter collaborare a distanza e crescere professionalmente, in modo da risparmiare tempo e aumentare le proprie capacità
International healthcare
The European challenge for a sustainable ageing
Santé internationale
Le défi européen pour un vieillissement soutenable
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...