Sanità internazionale 5 luglio 2016

“Brexit”, diventa virale la foto dell’èquipe medica multiculturale

È diventata virale sui social di tutto il mondo la foto pubblicata da un gruppo di medici dell’ Homerton University Hospital di Londra, a pochi giorni dal referendum in Gran Bretagna. Lo scatto ritrae l’équipe chirurgica composta da tre infermieri spagnoli, un anestesista tedesco, un urologo greco, un tecnico di radiologia irlandese e un consulente […]

Immagine articolo

È diventata virale sui social di tutto il mondo la foto pubblicata da un gruppo di medici dell’ Homerton University Hospital di Londra, a pochi giorni dal referendum in Gran Bretagna. Lo scatto ritrae l’équipe chirurgica composta da tre infermieri spagnoli, un anestesista tedesco, un urologo greco, un tecnico di radiologia irlandese e un consulente pakistano. Un team multiculturale che lavora in perfetta armonia al servizio dei cittadini della Gran Bretagna. Cittadini che, in gran parte e per loro stessa ammissione, hanno votato a favore della “Brexit” principalmente per mettere un freno all’immigrazione. E il contrasto all’immigrazione è stato uno degli argomenti su cui hanno puntato di più i leader politici che hanno fatto campagna elettorale affinché il popolo del Regno Unito decretasse l’uscita dello stesso dall’Unione Europea. Ma per quanti sostengono che l’immigrazione in UK sia un elemento negativo, che danneggia il paese e i lavoratori del posto, tanti altri cittadini britannici hanno invece, numeri alla mano, dimostrato quanto sia in realtà essenziale la presenza di lavoratori di origine straniera nel mandare avanti il Paese. In particolare per quanto riguarda proprio l’ambito sanitario. L’Nhs è infatti ricco di professionisti provenienti dalle più diverse parti del mondo. Junaid Masood, il consulente urologo presente nella foto, ha condiviso l’immagine con la didascalia: “Noi siamo l’Europa! Oggi siamo stati al lavoro per migliorare la vita delle persone! Questo è ciò che i nostri amici europei fanno per il Nhs”.

Articoli correlati
Brexit, i britannici rischiano di perdere la copertura sanitaria nei Paesi UE
Tra le possibili conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’UE c’è anche il rischio che i cittadini britannici perdano il diritto alla Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), nient’altro che il retro della nostra tessera sanitaria, che, in caso di cure somministrate in un Paese UE diverso da quello di cittadinanza, consente al cittadino europeo di […]
Francia, Ministro Salute Buzyn: «Vaccini obbligatori come in Italia»
«Stiamo pensando di rendere obbligatori per i bambini undici vaccini per un periodo di tempo limitato, che potrebbe essere di cinque o dieci anni». È quanto ha dichiarato il ministro della salute francese Agnès Buzyn in un’intervista a “Le Parisien”. In Francia oggi sono tre i vaccini obbligatori (difterite, tetano e poliomielite); a questi, il […]
Onu: l’Italia non è un Paese a misura di persona disabile. E all’estero qual è la situazione?
Come funziona l’assistenza sanitaria all’estero? Nel resto del mondo gli spazi sono più confacenti alle loro necessità? «In Italia prevale la diffidenza…», ecco il punto di vista delle famiglie…
Brexit, che succede ai medici italiani in Gran Bretagna?
I camici bianchi che dal nostro Paese si sono trasferiti oltremanica sono aumentati del 143% in dieci anni. Per tutti l’Italian Medical Society of Great Britain è il punto di riferimento: rinnovato il Consiglio Direttivo, Sergio Bonini è il nuovo Presidente.
Young doctors in a dispute with the UK Government
Open conflict between the BMA (British Medical Association) and the British government, concerning the dispute in progress for the new young doctors contract. No mediation act have been reached between doctors’ representatives and the British Minister of Health Jeremy Hunt. The 24-hour strike called is the tip of the iceberg of an unprecedented escalation: this […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Formazione

Test medicina: proteste davanti atenei. Ben 124 i posti in meno rispetto al 2016, arriva interrogazione parlamentare

Anche quest’anno al via i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso. Ad aprire le danze Medicina e odontoiatria con 67mila domande d’iscrizione e 124 posti in meno rispetto al 2016. Intant...