Salute 28 febbraio 2014

Veloce, sicura, accessibile: l’evoluzione della sanità online

Basta file agli sportelli: da oggi è possibile prenotare o disdire visite mediche con un click

Immagine articolo

La disponibilità di noi utenti a diventare parte integrante della soluzione ai problemi sanitari nazionali, con il supporto delle nuove tecnologie, sembra essere diventata realtà. L’assistenza sanitaria – fai da te – non solo rassicura i pazienti ma crea con i propri medici un rapporto di maggiore fiducia e serenità.

Per cambiare il medico di famiglia, prenotare o disdire visite ed esami, modificare gli appuntamenti di prevenzione, ritirare i referti degli esami di laboratorio, avere informazioni su uno studio medico (orari di apertura, sede, turni di reperibilità), non servirà più recarsi agli sportelli. Dal proprio computer o smartphone ci si potrà collegare ai molteplici siti degli studi medici professionali in qualsiasi momento della giornata, in modo semplice e veloce. La rete è diventata una strategia vincente per conciliare i bisogni dei cittadini con una necessaria riduzione dei costi.

Da studi recenti si è potuto evincere, ad esempio, come il 52% della popolazione, di prevalenza femminile, segua i servizi presenti sui siti internet delle strutture sanitarie per saperne di più riguardo la prevenzione e per comprendere al meglio i referti degli esami clinici al fine di una maggiore sicurezza. Questo cosa comporta? Una notevole riduzione dei tempi per effettuare pagamenti e prenotazioni di prestazioni mediche, maggiore flessibilità di scelta tra diverse strutture sanitarie e un maggiore coinvolgimento nel proprio processo di cura personale. A queste molteplici richieste, i medici di Medicina Generale, rispondono con ottimi servizi e professionalità.

In generale, la tipologia dei servizi, che viene fornita ai pazienti attraverso i siti internet gestiti dagli studi medici professionali, soddisfa a pieno le loro necessità occupandosi di: prescrivere certificati on-line, creare schede individuali dei pazienti, migliorare la qualità dei sistemi di e-learning e di servizi applicativi in rete, fornire informazioni utili alla comprensione degli esami clinici e di autodiagnosi. Obiettivo della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale è che questi servizi digitali diventino sempre più veloci, sicuri e accessibili, al fine di migliorare la qualità di vita dei cittadini.

Articoli correlati
Alzheimer, la memoria virtuale alleata dei malati
Ricordi che cominciano a sbiadire, dai nomi dei familiari al posto in cui si vive e al come ci si arriva, confusione con tempi e luoghi, richiesta delle stesse informazioni più volte: questi tra i primi sintomi con cui si manifesta l’Alzheimer, il mostro silenzioso che affligge oltre 600mila italiani e i loro familiari. Per […]
Rete 5G, rischi e opportunità per le connessioni del futuro. I medici ISDE: «Danni a fertilità. Niente ‘crociate’ ma applicare principio di precauzione»
Sarà commercializzata nel 2020, già partita l'asta. Il segretario dell’Associazione dei Medici per l’Ambiente Italia spiega i dubbi sulla rete di quinta generazione: «Ci sarà una moltiplicazione dei ripetitori. Servono pratiche di monitoraggio parallele a questa enorme dilatazione dell’esposizione all’elettromagnetismo»
Sicurezza, accessibilità e tracciabilità dei dati in sanità? La risposta potrebbe essere nella blockchain
Dalle cartelle cliniche alla filiera del farmaco, passando per le assicurazioni sanitarie ed i trial clinici, gli ambiti di applicazione della nuova tecnologia sono innumerevoli, così come infiniti sono i vantaggi che promette al mondo sanitario
Sapienza, la formazione universitaria cambia passo ed entra nel futuro. Rettore Gaudio: «Cambiamento epocale per i nostri medici»
Tre laboratori ad alta tecnologia per simulare pratiche mediche in situazioni di crisi o emergenza e la Biblioteca automatizzata di Architettura. Questi gli interventi di potenziamento della didattica realizzati alla Sapienza grazie al sostegno della Fondazione Roma
Long-Term Care, Nicoletta Luppi (MSD): «Puntare sull’impatto dell’innovazione nella gestione della cronicità»
«Servono nuove risposte per affrontare il problema della sostenibilità della cronicità e garantire l’accesso all’innovazione per tutti lungo il percorso di prevenzione e cura». Così Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...