Salute 8 gennaio 2018

Vaccini: obbligo per gli operatori sanitari. Emilia capofila della proposta, d’accordo anche Lazio, Lombardia e Piemonte

Chi non acconsentirà alla profilassi verrà trasferito. Ecco la conseguenza per gli operatori sanitari che decideranno di non vaccinarsi pur lavorando in reparti ritenuti ad alto rischio infettivo

Immagine articolo

Vaccinazioni obbligatorie per personale sanitario: l’Emilia Romagna si fa capofila e mette nero su bianco la proposta di Sergio Venturi, Assessore alla Salute, che già da mesi caldeggiava una soluzione per i rischi che corrono medici e infermieri. ‘Accordo in merito alla prevenzione del rischio biologico in ambiente sanitario’: questo il nome della proposta che ha trovato consensi in Emilia e si sta facendo largo anche nel Lazio, in Lombardia e in Piemonte.

Dalla Regione sono state individuate le aree maggiormente a rischio in cui occorrerebbe la profilassi e sono: oncologia, ematologia, trapianti, neonatologia, ostetricia, pediatria, malattie infettive, pronto soccorso e rianimazione. «Le vaccinazioni negli operatori sanitari hanno una triplice valenza – si legge in uno studio realizzato da aziende sanitarie regionali corollario della proposta di Venturi -. Proteggono l’utente del servizio sanitario; l’operatore sanitario che per motivi professionali è maggiormente esposto al contagio; tutelano il servizio sanitario che, in situazioni epidemiche, potrebbe fronteggiare una carenza acuta di personale».

Chi non seguirà l’indicazione verrà trasferito in reparti ritenuti non ad alto rischio, fa sapere la Regione che su Repubblica.it ci tiene a precisare: «Nessun licenziamento ma spostamento di reparto mantenendo funzioni equivalenti e stesso stipendio». Sulla questione si discuterà più approfonditamente da metà gennaio in poi nel corso di una serie di riunioni programmate ad hoc.

Ad essere coinvolti 10mila operatori sanitari, ma non tutti dovranno vaccinarsi considerando che molti hanno già avuto le malattie più pericolose come rosolia, morbillo, parotite e varicella. Dal Piemonte, l’Assessore alla Salute Antonino Saitta ha espresso soddisfazione per la scelta dell’Emilia, tuttavia ribadisce la necessità di un intervento a livello nazionale.

LEGGI ANCHE: VACCINI, MAIO (FIMMG): «AUMENTA RICHIESTA D’INFORMAZIONE PER PAZIENTI E FORMAZIONE PER MEDICI»

Articoli correlati
Influenza, dai pediatri l’invito a vaccinare tutti i bambini
«L’influenza non deve essere sottovalutata e per questo tutta la società scientifica sta spingendo affinchè dal prossimo anno tutti i bambini siano vaccinati, cosi’ come avviene già in altri Paesi europei» è l’AGI a riportare le parole del professor Alberto Villani, presidente della Società Italiana Pediatria, parlando del picco influenzale che quest’anno ha colpito migliaia […]
Emergenza morbillo, Ricciardi (Iss): «Con obbligo vaccinale abbiamo messo in sicurezza i bambini, ora tocca ad adulti»
L’Italia è il quinto Paese per casi di morbillo al mondo, lo rende noto un report dell’OMS. Walter Ricciardi: «Questa è una conseguenza di errori del passato, il futuro deve andare in altra direzione»
“Centri vaccinali in tilt”, l’allarme di Carlo Signorelli (Siti)
Obbligo vaccinale e recuperi, insieme alla mancanza di personale, stanno creando difficoltà. Secondo l’ex presidente della Società italiana di igiene 40mila bambini resteranno senza vaccino
Vaccini, interviene l’Ue: «Preoccupati per scetticismo, rafforzeremo sostegno a Stati»
La portavoce alla Salute della Commissione europea, Anca Paduraru, annuncia misure per condividere dati e per lo scambio delle migliori pratiche. Sarà coinvolto il Comitato per la sicurezza sanitaria che si occupa delle minacce sanitarie transfrontalieri della Ue. Intanto si infiamma la polemica politica in Italia
di Giovanni Cedrone
Elezioni, Lorenzin porta un po’ di sanità nella sua Civica Popolare
La sanità, e la tangibile esperienza di governo della Lorenzin, ricorrono spesso nel discorso introduttivo della nuova forza politica. E in platea, accanto ai leader dei partiti, si intravedono alcuni dei personaggi legati al mondo medico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

INTERVISTA ESCLUSIVA: «Ecco come prevederemo il cancro con una semplice analisi del sangue»

L'intervista alla Professoressa Paterlini – Bréchot: «Il metodo ISET permette di riscontrare la presenza di cellule tumorali in chi ha avuto un tumore e chi è a rischio molto prima rispetto ai me...
Salute

Centrifugati, verdure e succhi di frutta “veri”. I consigli della pediatra per salvare i bambini dall’influenza con la natura

La dottoressa Ricottini, ai microfoni di Sanità Informazione, spiega quali sono i migliori rimedi naturali per combattere e prevenire i sintomi dell’influenza. E sui “dolori della crescita”…
Politica

Firmato contratto per gli statali. Dal 2018 aumenti e tutele sanitarie aggiuntive

Incassata la prima sigla per il rinnovo dei contratti della PA: per 250mila dipendenti sono in arrivo moltissime novità tra cui tutele sanitarie aggiuntive. Si tratta di un risultato storico perché...