Salute 16 dicembre 2014

Morti sospette: Agenzie del farmaco e Ue assolvono i vaccini

Il sondaggio del sindacato SMI registra però un brusco calo della campagna antinfluenzale

Immagine articolo

La conferma è arrivata, forte e chiara, dall’Agenzia del farmaco italiana e da quella dell’Unione europea: i vaccini antinfluenzali sono sicuri e le “morti sospette” delle scorse settimane, avvenute in concomitanza con l’inizio della campagna antinfluenzale, sono semplicemente ascrivibili a cause pregresse.

Gli italiani, però, devono aver accusato il colpo e, forse complice la risonanza mediatica del caso, si vaccinano sempre meno. Secondo un’indagine a campione tra i medici di famiglia che il Sindacato Medici Italiani (Smi) ha realizzato per l’ANSA, dopo il recente blocco dei lotti incriminati di vaccino Fluad – l’antinfluenzale prodotto dalla Novartis – in Italia le vaccinazioni hanno avuto in media un calo dell’80%.

Un dato che va però contestualizzato, e che si abbassa al 30% se si prende in considerazione lo stesso periodo dello scorso anno. Va tenuto presente, infatti, che la maggior parte delle Regioni era già arrivata a buon punto con l’immunoterapia prima che scoppiasse il caso. Nel Lazio la battuta d’arresto più pesante, con il 100% di vaccinati in meno dopo la bufera Fluad. Per fortuna, la metà si era già vaccinata tra ottobre e novembre, e si spera in una ripresa entro il 31 dicembre. In Emilia Romagna, invece, il calo è stato solo del 15%, grazie ad una campagna d’informazione capillare. Le principali istituzioni sanitarie continuano a raccomandare, soprattutto alle categorie a rischio come gli anziani, di vaccinarsi contro l’influenza, le cui complicanze causano ogni anno in Italia circa 8.000 decessi, in particolare tra gli over-65.

Inoltre, secondo uno studio condotto dal St. Jude Children’s Research Hospital di Memphis (Usa), il vaccino antinfluenzale presenterebbe benefici ulteriori rispetto a quello, ovvio, di prevenzione della più comune sindrome stagionale. I partecipanti allo studio clinico, infatti, vaccinati contro il ceppo influenzale stagionale H3N2 nel 2010 (epoca in cui sono stati prelevati campioni di sangue per le analisi), hanno sviluppato una forte risposta immunitaria anche contro altri sottotipi influenzali, non presenti in alcuna formulazione vaccinale. La formula antinfluenzale, quindi, potenzierebbe le risposte anticorpali del soggetto e fungerebbe da protezione anche contro nuovi ceppi pandemici – soprattutto di origine aviaria – e relative varianti.

Articoli correlati
Migranti e salute, le indicazioni del SIMM. Marceca: «Puntare su formazione personale e corretta comunicazione con i cittadini»
Il Presidente della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni spiega ai nostri microfoni quali sono i benefici di un corretto approccio al processo migratorio: «Gli operatori sanitari devono essere addestrati adeguatamente ad affrontare qualsiasi situazione». E aggiunge: «La capacità di curare gruppi di popolazione più vulnerabili fa crescere anche la qualità dei servizi forniti agli “autoctoni”»
I vaccini fanno male? Ecco il Fact Checking dell’ISS per difendersi dalle fake news
I vaccini causano l’autismo e contengono sostanze tossiche e pericolose come mercurio, formaldeide e alluminio? Esistono esami che possono predire gli effetti collaterali dei vaccini? A queste e altre domande l’Istituto Superiore di Sanità ha dato risposte scientifiche e comprovate per cercare di arginare l’ondata di fake news che ha preceduto e accompagnato l’approvazione della […]
Obbligo vaccinale per l’accesso a scuola: da SIP un vademecum per i genitori
Approvata la legge sull'obbligo vaccinale, cambiano le modalità di accesso alle scuole. Le novità sono tante, così come gli obblighi cui adempiere per non danneggiare la carriera scolastica dei propri figli
Velocità e precisione: all’Ifo di Roma arriva Cyberknife, il robot che rivoluziona la radiochirurgia
Precisione, salvaguardia dei tessuti sani, minore invasività, riduzione degli effetti collaterali e del dolore. Sono questi i benefici di CyberKnife rispetto alle procedure di radioterapia tradizionali. Giuseppe Sanguineti, Direttore di Radioterapia oncologica dell’Ifo, lo definisce una vera rivoluzione e descrive le peculiarità e le funzionalità ai microfoni di Sanità Informazione
Autocertificazione malattia, Giansante (Medicina Fiscale): «Un errore, solo il medico può capire reale entità problema»
Il Vicepresidente ANMEFI (Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale) commenta ai nostri microfoni la proposta di legge firmata dal Senatore Romani che ipotizza la possibilità per i lavoratori di autogiustificare i primi tre giorni di assenza per malattia dal lavoro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...