Salute 9 dicembre 2014

Vaccini, anche l’Ue assolve il Fluad

I decessi da imputare a cause pregresse. Ricciardi (Iss): “Vaccinazioni sicure e raccomandate agli anziani”

Immagine articolo

Nel corso di due secoli hanno salvato milioni di vite e debellato malattie mortali o invalidanti. Negli ultimi decenni, grazie ad un costante miglioramento del rapporto rischio – beneficio e riduzione degli effetti collaterali, prevengono patologie di per sé curabili ma potenzialmente pericolose per alcune categorie di soggetti, come le malattie esantematiche nei bambini o la semplice influenza stagionale per gli anziani.

Eppure, ai vaccini viene talvolta imputato di causare mali peggiori di quelli che eradicano. Lo dimostra ciò che sta succedendo in queste settimane, con la bufera che si è abbattuta sul gruppo Novartis, a causa delle 20 morti sospette di pazienti sottoposti al trattamento antinfluenzale con vaccino Fluad, prodotto dall’azienda. Inoltre, la procura di Torino ha deciso di aprire un’inchiesta sull’Agrippal, altro vaccino antinfluenzale della Novartis, dopo un caso di reazione avversa ma non fatale. I primi lotti di Fluad incriminati sono stati bloccati dall’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), ed esaminati dall’ Istituto superiore della sanità.

Dai primi risultati non è stato riscontrato alcun segno di tossicità o di contaminazione, sebbene il responso definitivo non arriverà prima di una settimana. E la smentita arriva anche dall’Agenzia Ue del farmaco, per la quale non esiste alcun legame tra le morti e il Fluad. In attesa dei dati completi, il ministro Lorenzin ha presieduto a Bruxelles il Consiglio dei ministri della salute dell’Unione Europea dedicato alle politiche sanitarie dell’Ue, durante il quale ha evidenziato la necessità di una strategia comunitaria anche sul tema dei vaccini. In merito alle analisi in corso, il ministro ha sottolineato che “vale sempre il principio di precauzione per cui andremo avanti con la coltura batteriologica che impiegherà alcuni giorni”. E aggiunge: “non c’è ragione di avere panico”. Resta infatti il problema di quanti, nonostante le rassicurazioni, stanno tendendo a rimandare la vaccinazione. Un fenomeno che secondo Luca Pani, direttore dell’Aifa, è in gran parte dovuto all’eco mediatica, considerando l’assoluta mancanza di una correlazione diretta tra eventi fatali e vaccinazioni: la gran parte dei decessi in questione, infatti, è avvenuta per infarti, e ”la relazione tra vaccinazione e infarto non è provata”.

Dal ministro della Salute e dalle altre autorità sanitarie arriva quindi all’unisono l’invito a proseguire la campagna vaccinale, soprattutto per le categorie più a rischio come gli anziani. “La sicurezza dei vaccini è stata chiarita da parte nostra attraverso analisi ben documentate – dichiara Walter Ricciardi, Commissario dell’Istituto superiore di sanità – e dobbiamo, ora che non è ancora arrivato il freddo, convincere gli anziani a vaccinarsi per evitare gravi complicanze”. Complicanze che causano, ogni anno, circa 8.000 decessi in Italia, in particolare tra gli over-65.

Articoli correlati
Vaccini, Baroni (M5S): «Non siamo contro, obbligatorietà resta. Daremo attuazione ad anagrafe vaccinale»
«Verranno potenziate campagne di sensibilizzazione e informazione tramite medici, pediatri e i centri vaccinali preposti», sottolinea il Capogruppo in Commissione Affari Sociali del Movimento Cinque Stelle
Vaccini, Grillo: «Pronto ddl su obbligo flessibile». E difende autocertificazione: «Ci sarà anche nel 2018»
La titolare della Salute conferma: «Prediligeremo il metodo della raccomandazione. Poi campagna di comunicazione». E annuncia misure contro il conflitto di interessi in ambito sanitario
Vaccini, presidi in rivolta: senza certificato della ASL niente scuola
I presidi bocciano la linea del Governo e annunciano: «Non è possibile far prevalere la nuova circolare Grillo-Busseti. Per noi resta in vigore la legge Lorenzin». Il Ministro della Salute: «Polemica surreale e tardiva»
Il premier Conte: «Non toccheremo la sanità nella prossima manovra». Sui vaccini: «Garantire diritto alla salute e all’istruzione»
Il Presidente del Consiglio parla della prossima legge di bilancio: «Non andremo a toccare settori strategici come sanità, scuola, ricerca perché assicurano una prospettiva di sviluppo». E rivela: «Mio figlio ha fatto tutte le vaccinazioni d’obbligo, l’ho accompagnato io»
Vaccini, ancora polemiche. Barillari: «Politica viene prima di scienza». M5S: «Prendiamo le distanze»
In un post su Fb il Consigliere regionale del Lazio vicino al mondo no vax attacca: «I politici devono ascoltare la scienza, collaborare, non farsi ordinare cosa è giusto e cosa è sbagliato». La replica del Movimento: «Linea è quella del Ministro Grillo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM, dal 2019 scattano i controlli. Anelli (FNOMCeO): «Valuteremo inadempienze». Coletto (Agenas): «Stop a ‘infiltrati’, serve verifica»

È a metà strada il triennio ECM 2017-2019: in aumento il numero di medici e operatori in regola, ma rimangono molti camici bianchi inadempienti. Controlli dal 2019. INTERVISTE AD ANELLI (FNOMCEO) E ...
Salute

Aggressioni al personale sanitario, Flori Degrassi (Asl Roma 2): «Operatori in trincea, minacciati anche con pistole»

«Abbiamo dovuto mettere le barriere al Pronto soccorso del Pertini ma l’interfono ostacola il rapporto tra paziente e operatore sanitario. E, nel nostro lavoro, la comunicazione è fondamentale», ...
Lavoro

Tasse e contributi, come non sbagliare la dichiarazione. La guida completa alla compilazione del Modello D

Entro il 31 luglio i camici bianchi che hanno svolto attività libero professionale nel 2017 devono compilare nell’area riservata Enpam il Modello D. Ecco come scegliere le aliquote, come calcolare ...