Salute 23 dicembre 2014

Un sorriso sotto l’Albero per i piccoli pazienti del Bambino Gesù

Consegnati regali ai bambini ricoverati nell’ospedale pediatrico romano dalla Onlus di Consulcesi. La dottoressa Carla Carlevaris: “Iniziativa fondamentale per la loro crescita”

Immagine articolo

Un piccolo gesto può significare tanto per chi lo riceve. Soprattutto se chi lo riceve dovrà trascorrere il periodo delle feste tra le mura di un ospedale.Un contesto dove la cura migliore, in certi casi, è un sorriso regalato col cuore.

Proprio in quest’ottica si inserisce l’iniziativa della Onlus di Consulcesi che, per far sentire la sua vicinanza ai piccoli pazienti ricoverati presso l’ospedale Bambino Gesù di Roma, e alle loro famiglie, la scorsa settimana ha distribuito doni ai bambini nella ludoteca dell’ospedale. E di certo ha regalato loro un Natale più sereno, come ha testimoniato la dottoressa Carla Carlevaris, responsabile della ludoteca, intervistata da Sanità Informazione.

L’ospedale Bambino Gesù si prende cura dei bambini, della loro salute e non solo.
Cerchiamo di curare questi bambini a tutto tondo, oltre alle procedure medico chirurgiche necessarie, concentrandoci  anche sugli aspetti psicologici ed emotivi legati all’impatto con l’ospedalizzazione e la malattia. La ludoteca nasce con questo intento, come uno spazio non medicalizzato all’interno dell’ospedale dove i bambini hanno libero accesso.  Qui troveranno personale competente ad ascoltarli, e a proporre attività ludiche ed espressive, per aiutarli ad elaborare e a trasformare l’ansia, la paura e le emozioni negative.

Il periodo natalizio è ideale per sottolineare questo impegno: regalare un sorriso in più ai bambini che devono affrontare percorsi difficili.
A Natale prepariamo un’accoglienza particolare per tutti i bambini che sono costretti, in questo periodo,  a restare in ospedale, per aiutarli a viverlo nel modo più naturale possibile. La ludoteca è un luogo d’incontro con gli amichetti e le famiglie, e facciamo sì che i bambini colleghino all’ospedale anche ricordi positivi e legati alla loro vita normale: una sorta di ponte con tutto ciò che non è “malattia”.

E in occasione del Natale è evidente l’impegno anche di chi, esterno all’ospedale, vuole dare il suo supporto. E’ il caso della Onlus di Consulcesi, che oggi è qui a consegnare i doni ai piccoli pazienti.
Riceviamo un grandissimo supporto in questo senso. Iniziative come queste sono in linea con la nostra missione: far sì che quest’esperienza sia un momento di crescita per i bambini, per farli sentire al centro dell’attenzione e ascoltati nei loro bisogni. Per loro, vedere Babbo Natale che arriva coi regali è un’emozione grande.

www.consulcesionlus.it

Articoli correlati
Cos’è l’epilessia mioclonica progressiva, la malattia del piccolo Alfie Evans
È una patologia neurodegenerativa per cui non esistono cure. È caratterizzata dalla comparsa di crisi convulsive in progressivo peggioramento e da mioclono. Ricciardi (Iss): «Da inglesi metodi disumani»
Al Bambino Gesù un mini-cuore artificiale salva la vita di una bimba di tre anni
Autorizzazione straordinaria per l’utilizzo di un dispositivo miniaturizzato (15mm) di assistenza ventricolare prossimo alla sperimentazione clinica negli USA. È il secondo intervento al mondo dopo quello del 2012, sempre all’Ospedale della Santa Sede. Amodeo: «Rivoluzione nel mondo dell’assistenza meccanica pediatrica». GUARDA LA GALLERY
Vegani, l’allarme di Carlo Dionisi Vici (Bambino Gesù): «Ecco perché le diete prive di nutrimenti essenziali mettono a rischio salute bambini»
Screening neonatale evidenzia aumento esponenziale casi di bambini con carenza di vitamina B12. Il professore dell’ospedale pediatrico romano: «È un fattore di rischio per lo sviluppo di problematiche neurologiche, neurocognitive e neurocomportamentali»
Gravidanza, studio rivela: dieta vegana può compromettere salute del feto
L’allarme arriva dagli esperti degli Ospedali Bambino Gesù e Meyer: sono triplicati in due anni i casi di deficit di vitamina B12. Gli errati regimi alimentari alla base della carenza
Leucemia, Bambino Gesù: la terapia genica guarisce un piccolo paziente
Manipolare geneticamente le cellule del sistema immunitario per renderle capaci di riconoscere e attaccare il tumore. È quello che hanno fatto i medici e i ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma con un bambino di 4 anni, affetto da leucemia linfoblastica
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...