Salute 22 agosto 2017

Talco cancerogeno: un’altra condanna per Johnson & Johnson

Ben 417 milioni di dollari di risarcimento ai danni della multinazionale nei confronti di una donna di Los Angeles che avrebbe contratto un tumore alle ovaie in seguito all’utilizzo del talco prodotto dall’azienda. La sentenza di condanna è l’ultima di una lunga serie e la società americana fa ricorso

Un’altra condanna per la multinazionale americana Johnson & Johnson. L’azienda dovrà pagare 417 milioni di dollari per risarcire una donna che ha usato per anni il borotalco prodotto dalla società e ora malata di cancro alle ovaie. A pronunciare la sentenza una giuria di Los Angeles, ma l’azienda non cede e annuncia ricorso.

La sanzione ai danni della società farmaceutica non è l’unica, infatti già qualche mese fa, il Tribunale del Missouri si era pronunciato contro la multinazionale in seguito alla richiesta di una donna originaria dell’Alabama di ottenere un risarcimento di 72 milioni di dollari sempre per un cancro alle ovaie sviluppato, secondo l’accusa, in seguito all’utilizzo dello stesso talco.

La Johnson & Johnson si difende dichiarando che il prodotto è composto da elementi naturali, quali magnesio, idrogeno, silicone e ossigeno. Non concorda l’accusa che ritiene la sostanza pericolosa per la salute perché contenente una percentuale di amianto.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...