Salute 28 maggio 2014

Staminali, la conservazione del cordone ombelicale aiuta i pazienti… e la ricerca

Intervista a Valentina Bozza, Direttore Generale di Futura Stem Cells

Immagine articolo

Sono sempre più numerose le famiglie che negli ultimi anni stanno scegliendo di crioconservare, presso banche private con sedi all’estero – ciò in quanto è vietato dalla normativa vigente nel nostro Paese l’istituzione di banche private adibite a tale scopo – le cellule staminali del cordone ombelicale: una scelta dettata dalla volontà di regalare ai membri della propria famiglia una speranza concreta in caso di patologie trattabili con il trapianto di staminali.

Una realtà importante nel mondo della crioconservazione delle cellule staminali ematopoietiche cordonali è rappresentata da Futura Stem Cells.  La sua banca di proprietà, con sede a Londra, dal 2001 ad oggi ha conservato le cellule staminali del cordone ombelicale per più di 15.000 famiglie in tutto il mondo: proprio il mese scorso, ha festeggiato un importante traguardo. Di questo, e di tanto altro, ci ha parlato Valentina Bozza, Direttore Generale di Futura Stem Cells.

Nel mese di aprile Futura Stem Cells ha raggiunto un grande obiettivo. Di che si tratta?

Il nostro risultato è stato l’essere riusciti, grazie alla nostra banca, ad effettuare nove rilasci di campioni di staminali cordonali. Dal 2005, data in cui è stato fatto il primo rilascio, ad oggi, siamo arrivati a quota nove. Per noi questo rappresenta un traguardo importante perché si tratta di rilasci effettuati presso ospedali di tutto il mondo e che servono per curare bambini affetti da varie patologie.

Sono tanti anni che Futura Stem Cells segue questa materia e i relativi sviluppi scientifici…

Futura Stem Cells è impegnata fortemente nell’ambito della ricerca e si occupa da vicino di tutte le evoluzioni a cui oggi stiamo assistendo nel campo della sperimentazione, garantendo però sempre chiarezza ai genitori e ai futuri genitori che si avvicinano a crioconservare le cellule staminali del proprio bambino.

Quali sono le principali domande o perplessità delle coppie che si accostano a questa pratica?

I genitori hanno principalmente il timore di dover consegnare questo prezioso materiale nelle mani di qualcuno. A mio avviso, in questo  momento chi meglio di Futura Stem Cells, dotata di una banca in possesso di una certificazione molto importante, l’HTA (Human Tissue Authority, il massimo ente governativo britannico che regola lo stoccaggio e gli utilizzi dei materiali biologici, Ndr)  può dare una garanzia per custodire questo bene così prezioso?

 

Articoli correlati
Al Bambino Gesù un mini-cuore artificiale salva la vita di una bimba di tre anni
Autorizzazione straordinaria per l’utilizzo di un dispositivo miniaturizzato (15mm) di assistenza ventricolare prossimo alla sperimentazione clinica negli USA. È il secondo intervento al mondo dopo quello del 2012, sempre all’Ospedale della Santa Sede. Amodeo: «Rivoluzione nel mondo dell’assistenza meccanica pediatrica». GUARDA LA GALLERY
Sì alla medicina senza frontiere. Firmato protocollo d’ Intesa tra AMSI e Unicamillus
La Sanità è uno strumento di cooperazione che favorisce la conoscenza tra i popoli, le culture e le religioni e il loro avvicinamento: con questa premessa l’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), la Confederazione Internazionale Unione Medica Euro-mediterranea _  UMEM, le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e il Movimento Internazionale “Uniti […]
Al Teatro dei Dioscuri l’evento: “Comunicare la medicina, tra ricerca, salute e politica sanitaria”
Il 20 Aprile 2018 – dalle ore 9:00 – si terrà la manifestazione: “Comunicare la medicina, tra ricerca, salute e politica sanitaria” al Teatro dei Dioscuri al Quirinale. I saluti iniziali saranno affidati a Lazzaro Pappagallo (Segretario Associazione Stampa Romana) mentre il moderatore dell’evento sarà Tommaso Polidoro (giornalista) che si occuperà anche di introdurre il tema. L’evento […]
Ricerca, creata mappa con identikit di 33 tipi di cancro. Rivoluzione per l’approccio terapeutico
I ricercatori: «È come guardare la Terra dall'orbita per la prima volta: finalmente abbiamo il quadro completo del cancro e vediamo che la sua complessità non è infinita». L'Atlante genetico è il frutto di 10 anni di studi condotti dal National Cancer Institute e National Human Genome Research Institute
Janssen open house, porte aperte ai pazienti
Porte aperte ai pazienti oggi in Janssen Italia – azienda farmaceutica di Johnson & Johnson – grazie all’evento “Janssen Open House”, una giornata di confronto, dialogo e collaborazione con 40 rappresentanti di Associazioni italiane, attive nelle aree terapeutiche chiave per la salute generale: onco-ematologia, neuroscienze, infettivologia, immunologia, malattie del metabolismo e cardio-metaboliche, patologie polmonari. Realtà […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...