Salute 28 maggio 2014

Staminali, la conservazione del cordone ombelicale aiuta i pazienti… e la ricerca

Intervista a Valentina Bozza, Direttore Generale di Futura Stem Cells

Immagine articolo

Sono sempre più numerose le famiglie che negli ultimi anni stanno scegliendo di crioconservare, presso banche private con sedi all’estero – ciò in quanto è vietato dalla normativa vigente nel nostro Paese l’istituzione di banche private adibite a tale scopo – le cellule staminali del cordone ombelicale: una scelta dettata dalla volontà di regalare ai membri della propria famiglia una speranza concreta in caso di patologie trattabili con il trapianto di staminali.

Una realtà importante nel mondo della crioconservazione delle cellule staminali ematopoietiche cordonali è rappresentata da Futura Stem Cells.  La sua banca di proprietà, con sede a Londra, dal 2001 ad oggi ha conservato le cellule staminali del cordone ombelicale per più di 15.000 famiglie in tutto il mondo: proprio il mese scorso, ha festeggiato un importante traguardo. Di questo, e di tanto altro, ci ha parlato Valentina Bozza, Direttore Generale di Futura Stem Cells.

Nel mese di aprile Futura Stem Cells ha raggiunto un grande obiettivo. Di che si tratta?

Il nostro risultato è stato l’essere riusciti, grazie alla nostra banca, ad effettuare nove rilasci di campioni di staminali cordonali. Dal 2005, data in cui è stato fatto il primo rilascio, ad oggi, siamo arrivati a quota nove. Per noi questo rappresenta un traguardo importante perché si tratta di rilasci effettuati presso ospedali di tutto il mondo e che servono per curare bambini affetti da varie patologie.

Sono tanti anni che Futura Stem Cells segue questa materia e i relativi sviluppi scientifici…

Futura Stem Cells è impegnata fortemente nell’ambito della ricerca e si occupa da vicino di tutte le evoluzioni a cui oggi stiamo assistendo nel campo della sperimentazione, garantendo però sempre chiarezza ai genitori e ai futuri genitori che si avvicinano a crioconservare le cellule staminali del proprio bambino.

Quali sono le principali domande o perplessità delle coppie che si accostano a questa pratica?

I genitori hanno principalmente il timore di dover consegnare questo prezioso materiale nelle mani di qualcuno. A mio avviso, in questo  momento chi meglio di Futura Stem Cells, dotata di una banca in possesso di una certificazione molto importante, l’HTA (Human Tissue Authority, il massimo ente governativo britannico che regola lo stoccaggio e gli utilizzi dei materiali biologici, Ndr)  può dare una garanzia per custodire questo bene così prezioso?

 

Articoli correlati
Elezioni, Sileri (M5S): «11 milioni di italiani non hanno accesso a cure, basta tagli alla sanità»
Il chirurgo è candidato al Senato a Roma per il Movimento Cinque Stelle. A Sanità Informazione sottolinea l’importanza della formazione: «Va fatta dentro e fuori l’università e con tutti i mezzi disponibili, compresi quelli telematici»
Ricerca, l’oncologa Antonella Brunello guida la task force europea “Cancer in elderly”
Un incarico di prestigio è stato affidato ad un’oncologa italiana: Antonella Brunello (specialista in sarcomi, tumori dell’osso e pazienti anziani oncologici presso l’Oncologia Medica 1 dell’Istituto Oncologico Veneto – IRCCS) è stata infatti eletta a livello europeo per guidare a Bruxelles la Task Force sui pazienti anziani “Cancer in Elderly” in seno all’Organizzazione europea per […]
Nuove terapie post ictus, la riabilitazione si fa a tempo di musica
Marco Iosa (IRCSS Santa Lucia) presenta a Sanità Informazione il progetto di ricerca sperimentale “Sonic Hand”: «Sfruttiamo la musica per rafforzare le capacità cognitivo-motorie del paziente»
Alzheimer, MSD interrompe lo studio sul verubecestat
Ancora un fallimento nella ricerca dei farmaci per il trattamento dell’Alzheimer. Di pochi giorni fa, infatti, è la notizia della sconfitta del programma del candidato BI 409306 di Boehringer Ingelheim. Ed ora, la MSD, azienda farmaceutica leader nel settore della salute consociata italiana di Merck & Co., ha annunciato di voler interrompere lo studio APECS di Fase 3 su verubecestat, […]
Bologna, novità per il Fascicolo sanitario elettronico
Arrivano nuove funzioni per il Fascicolo sanitario elettronico, lo strumento che permette di raccogliere tutta la storia clinica e sanitaria di una persona – dai referti delle visite alle prescrizioni farmaceutiche – e di accedere on line a tanti servizi, come, ad esempio, la prenotazione e il pagamento di un esame. Dal 14 febbraio, i cittadini […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...