Salute 13 luglio 2017

Sospeso il concorso per infermieri. IPASVI: «Rinviato in extremis, siamo sconcertati»

«Ha il sapore della beffa» protesta il Collegio IPASVI di Roma e Provincia di fronte all’ennesimo annullamento del concorso per quaranta aspiranti infermieri sospeso due ore prima della prova scritta

Immagine articolo

«Siamo sconcertati per quanto è avvenuto oggi» non usa mezzi termini la Presidente del Collegio IPASVI di Roma e Provincia, Ausilia Pulimeno, per condannare la sospensione in extremis della prova scritta del concorso per infermieri programmato oggi al Policlinico Umberto I e annullato due ore prima dell’inizio della prima prova scritta.

Con un decreto il Consiglio di Stato ha nuovamente bloccato la selezione alla quale prendono parte 1.500 infermieri provenienti da tutte le Regioni d’Italia a anche dall’estero. «Si tratta – scrive nero su bianco IPASVI in una nota stampa – del secondo stop in pochi mesi  che la giustizia amministrativa impone al concorso in attesa di decidere nel merito sul ricorso presentato da un piccolo gruppo di concorrenti esclusi».

«Ancora una volta – prosegue la Presidente Pulimeno – i colleghi che arrivano da lontano, tanti anche dall’estero, si sobbarcano un lungo e costoso viaggio per partecipare a questo concorso. Abbiamo appreso solo poche ore prima dell’inizio che la prova scritta è stata sospesa e che il Consiglio di Stato ha fissato la Camera di Consiglio il prossimo 27 luglio per la decisione di merito. Dopo un’attesa durata anni, il ripetersi di questi rinvii ha il sapore della beffa».

Articoli correlati
Caos concorso infermieri: Annullato per colpa della burocrazia? Ecco le responsabilità
Ancora intoppi amministrativi, il risultato? Ennesimo concorsone annullato a due ore dall’inizio della prima prova. «È un paradosso, i numeri parlano chiaro: in Italia c’è un'assoluta necessità di personale infermieristico»
Torino, lettera di encomio da IPASVI per gli infermieri coinvolti nell’emergenza
In seguito ai fatti di Torino avvenuti lo scorso 3 giugno, IPASVI scrive una lettera di encomio, a firma della Presidente della Federazione nazionale Ipasvi, Barbara Mangiacavalli e della Presidente del Collegio Ipasvi di Torino, Maria Adele Schirru, agli infermieri intervenuti per prestare soccorso alla popolazione. PER LEGGERE IL TESTO DELLA LETTERA
Come si diventa validi infermieri? Lo spiega Lia Pulimeno, Presidente del Collegio IPASVI Roma
«Una preparazione completa in tutti i campi per una professione impegnativa, fisicamente e anche psicologicamente, che chiede il giusto riconoscimento professionale»
Infermieri: il 90% degli over 65 si affida a loro ed evita l’ospedale. La ricerca del Censis
Nella Giornata Internazionale dell'Infermiere una ricerca dell'Istituto Censis mette in luce quanto i professionisti sanitari siano una figura importante nel panorama dell'assistenza territoriale e a domicilio
Vaccini, Mangiacavalli (Ipasvi): «Il dovere degli infermieri è tutelare salute e informare pazienti»
Il problema delle vaccinazioni sta allargando i suoi orizzonti e si sta trasformando in un vero e proprio vulnus per la salute pubblica. Tanto che l’intervento del Ministero della Salute ha ampliato il numero di vaccini gratuiti e le Regioni stanno rivalutando l’obbligatorietà della vaccinazione soprattutto per quanto riguarda l’accesso alle scuole. Dopo i numerosi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...