Mondo 3 novembre 2015

Sanità internazionale

La corsa delle App mediche 

Negli USA le app mediche sono letteralmente esplose negli ultimi anni: oltre 165mila quelle dedicate alla salute disponibili per i consumatori americani, come ha rilevato uno studio pubblicato dall’IMS Institute for Healthcare Informatics. Di queste, il 40% registra più di  5.000 download. E l’Europa tiene decisamente il passo, valorizzando la comunicazione medico paziente e la prevenzione attraverso la mobile health. In Francia l’azienda Voluntis in collaborazione con Roche Diagnostic, ha appena sviluppato un’applicazione che permette di monitorare l’andamento della terapia per la cura del tumore a seno. Lo strumento è basato sull’utilizzo delle telemedicina volta al monitoraggio dello stato di salute dei pazienti, e consente di tenere sotto controllo l’andamento della malattia. E in Italia? Il Veneto fiore all’occhiello nel campo dell’informatizzazione sanitaria. Nei giorni scorsi è stata presentata l’app SanitAp sviluppata dall’AULSS 16 Padova, che permette di avere a portata di “tasca” informazioni su Medici di Famiglia, Farmacie, Guardia Medica, Pronto Soccorso, oltre che accedere a servizi di elimina code, allo scarico referti e al pagamento del ticket, è stata insignita del premio App4Cities.

Articoli correlati
Elezioni, Lena (Pd): «Telemedicina e riorganizzazione rete territoriale, queste le sfide della sanità nel Lazio»
«La condivisione è fondamentale», spiega il presidente della Commissione Politiche sociali e Salute della Pisana a Sanità Informazione. «Prendersi cura delle persone vuol dire saperli ascoltare, scegliere insieme quelle che sono le buone pratiche da adottare per risolvere le problematiche»
L’Oregon propone diritto all’assistenza sanitaria in Costituzione. Primo stato USA
L’Oregon potrebbe essere il primo stato degli USA ad introdurre il diritto alla sanità nella propria Costituzione. L’Assemblea legislativa ha infatti approvato un emendamento costituzionale volto ad introdurre, per ogni residente dello stato, il diritto fondamentale ad un servizio sanitario appropriato e accessibile. La proposta approderà ora al Senato dello stato e, qualora venisse approvato, […]
L’Aiop Giovani studia il sistema sanitario americano
L’Aiop Giovani quest’anno ha scelto come meta dei suoi Study tour New York, negli Stati Uniti d’America. Lo Study Tour di New York (USA) è durato cinque giorni ed è nato per cogliere appieno la visione del Sistema sanitario degli Stati Uniti di America che sta vivendo un periodo di cambiamento. E’ un sistema che si […]
Telemedicina: «Nuova frontiera di cooperazione tra Italia e Africa». L’intervista a Michelangelo Bartolo ideatore del progetto GHT
Global Health Telemedicine, questo il nome del programma di teleconsulto che mette in contatto medici africani con medici italiani per un confronto intercontinentale senza barriere
Il Sistema Sanitario USA è il peggiore, l’NHS inglese il migliore: lo studio
È quanto emerge dai risultati di uno studio che ha confrontato i sistemi sanitari di undici paesi dell’area più sviluppata del mondo. Paragonando diversi dati, ottenuti da fonti quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’OCSE e questionari compilati da pazienti e medici, emerge infatti che il sistema sanitario statunitense è peggiore di quello degli altri stati […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...