Formazione 17 novembre 2015

“Prendersi cura” dei propri figli. Con la formazione e la comunicazione

Intervista al professor Pierpaolo Mastroiacovo, responsabile scientifico del progetto «Prevenire patologie e disabilità congenite attraverso strategie di comunicazione efficaci»

Immagine articolo

Prevenire è meglio che curare. La radice di molte patologie che colpiscono l’individuo adulto risiederebbe infatti nello stile di vita… di mamma e papà. Convincere una futura mamma a smettere di fumare prima ancora di iniziare una gravidanza potrebbe non essere facile.


Per questo è fondamentale che la comunicazione tra medico e coppia sia particolarmente efficace. Sanità informazione ne ha parlato con il professor Pierpaolo Mastroiacovo, pediatra e direttore dell’ICBD (International Centre on Birth Defects and Prematurity), responsabile scientifico del progetto «Prevenire patologie e disabilità congenite attraverso strategie di comunicazione efficaci», in collaborazione con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma e realizzato con il supporto finanziario del Ministero della Salute.

Professore, lei è responsabile di questo importante progetto che può aiutare i futuri genitori. Ce ne parli…
«Il sostegno alla maternità e alla paternità responsabile inizia ben prima del concepimento. La salute dei figli, infatti, viene determinata prima che questi vengano concepiti. Alcuni stili di vita e comportamenti materni potrebbero alterare lo sviluppo dell’embrione, soprattutto se consideriamo che la prima visita ostetrica è tardiva, e che per alcune settimane la donna ignora di essere incinta. Oggi, per fortuna, è possibile ridurre il rischio di numerosi “esiti avversi della riproduzione”(EAR). Se una donna elimina un certo fattore di rischio – come il fumo – prima della gravidanza, non solo diminuisce il rischio di avere un figlio sottopeso, ma anche di tante altre patologie: alcune malformazioni, la prematurità, la morte improvvisa del lattante e alcune patologie respiratorie del bambino. Idem per l’alcool, l’alimentazione errata ed altri fattori di rischio. Una visione globale è importante per prevenire sia le patologie legate alla gravidanza sia i successivi “esiti di salute tardivi” (EST). Le basi per alcune malattie della fase adulta (diabete, ictus ed altre) vengono infatti gettate già nel grembo materno».

La comunicazione tra medico e paziente è sempre delicata, in alcuni casi – come questo – più che in altri. Quali strategie possono essere messe in campo perché questa sia non solo scientificamente corretta, ma anche efficace?
«Per poter comunicare efficacemente alle coppie che vogliono procreare dobbiamo utilizzare strumenti semplici, rapidi, condivisi e standardizzati. Da tempo abbiamo proposto a tutti i medici l’utilizzo di siti web fortemente autorevoli che lo aiutano a fornire un certo tipo di informazione e sviluppare alcuni strumenti che lo aiutano nel suo lavoro. Implementando questi strumenti, tra cui la Formazione a Distanza, potremo aggiornare i medici in modo completo e riuscire davvero a influire positivamente sulla salute della donna, della coppia, e delle future generazioni».

Articoli correlati
Morti materne, Federazione nazionale ostetriche: lavorare su casi evitabili con assistenza adeguata e specializzata
Tra il 2013 ed il 2016 si sono verificate in Italia 88 morti materne, entro i 42 giorni dall’esito della gravidanza. È questo uno dei primi risultati dello studio dell’Istituto Superiore di Sanità che ha raccolto i dati regionali resi noti nel corso del convegno “I progetti Iss-Regioni per migliorare l’assistenza alla nascita in Italia: un […]
Fiaba Onlus, al via il concorso fotografico “Obiettivo Terra 2018”. Per il vincitore maxi-affissione a Roma
L’organizzazione Fiaba Onlus – che ha come obiettivo quello di promuovere l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità –  promuove da sempre presso le istituzioni pubbliche e private e nell’opinione pubblica l’idea della Total Quality, la qualità totale che, se applicata all’intera società, permette di […]
Come ti curo il malato virtuale. La svolta della formazione ECM e la valutazione delle competenze mediche
É una due giorni interamente dedicata alla formazione e alla valutazione delle competenze cliniche dei medici quella organizzata a Roma, al Ministero della Salute, dalla Fadoi (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti), con la collaborazione di Fism, ISS e SDA Bocconi
Lorenzin: «Vaccini e salute della donna le mie vittorie più belle»
Con Sanità Informazione un ampio bilancio del mandato del Ministro della Salute più “duraturo” della storia repubblicana: dalle battaglie contro il pensiero anti-scientifico alla sostenibilità del Ssn, dalla Legge sulle professioni sanitarie al mancato rinnovo del contratto dei medici. Le cose fatte, quelle ancora da fare e alcune anticipazioni: «Scuole di Medicina e borse di studio per le specializzazioni, stiamo studiando un metodo nuovo per cambiare completamente approccio…»
Chirurgia mininvasiva a macchia di leopardo in Italia: solo 50 unità operative complesse su 850 sarebbero accreditabili
Le due principali società scientifiche chirurgiche italiane, ACOI e SIC, lanciano il progetto Op2IMISE per sviluppare e applicare una metodologia standardizzata a livello nazionale di formazione dei chirurghi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

INTERVISTA ESCLUSIVA: «Ecco come prevederemo il cancro con una semplice analisi del sangue»

L'intervista alla Professoressa Paterlini – Bréchot: «Il metodo ISET permette di riscontrare la presenza di cellule tumorali in chi ha avuto un tumore e chi è a rischio molto prima rispetto ai me...
Salute

Centrifugati, verdure e succhi di frutta “veri”. I consigli della pediatra per salvare i bambini dall’influenza con la natura

La dottoressa Ricottini, ai microfoni di Sanità Informazione, spiega quali sono i migliori rimedi naturali per combattere e prevenire i sintomi dell’influenza. E sui “dolori della crescita”…
Politica

Firmato contratto per gli statali. Dal 2018 aumenti e tutele sanitarie aggiuntive

Incassata la prima sigla per il rinnovo dei contratti della PA: per 250mila dipendenti sono in arrivo moltissime novità tra cui tutele sanitarie aggiuntive. Si tratta di un risultato storico perché...