Salute 26 gennaio 2017

Radiazione del medico anti vaccini? “Udienza” all’OMCeO Milano: parla il Presidente Roberto Carlo Rossi

Convocato il medico ‘no-vax’ e un suo collega con posizioni simili. Il presidente dell’Ordine: «Sul caso specifico non posso esprimermi, ma quando un medico dice che i vaccini generano l’autismo fa un danno rilevante. Puntare su formazione»

Immagine articolo

«Quando un medico dice che i vaccini provocano l’autismo, il danno che fa è molto rilevante. Perché non danneggia solo i suoi pazienti, già questo è grave, ma l’alone delle sue dichiarazioni si amplia». A dichiararlo Roberto Carlo Rossi, Presidente dell’Ordine dei Medici di Milano in riferimento al recente caso del medico ‘no-vax’ convocato dall’Ordine OMCeo di Milano insieme a un collega sostenitore delle stesse tesi. La convocazione, da parte dell’Ordine, è scattata dopo tante segnalazioni in merito alla pubblicazione di materiali on line nei quali il medico esponeva vantaggi, ma soprattutto svantaggi, delle vaccinazioni.

«Il giudizio è estremamente complesso – spiega Rossi – nella valutazione devono entrare elementi tecnici, bisogna approfondire e studiare caso per caso, questo vale per tutte le violazioni, gravi o superficiali che siano. Noi, per essere un Ordine provinciale, anche se grosso, abbiamo pronunciato molte radiazioni però non lo abbiamo mai fatto a cuor leggero. La radiazione non è automatica, è una conseguenza che va ponderata con attenzione, non bisogna mai pensare ad un automatismo. Quando si giudica un caso, qualsiasi esso sia, dalla più banale infrazione al reato consumato e passato ingiudicato, bisogna sempre approfondire ed essere certi di ogni particolare».

«Paradossalmente più le persone sono colte, di alto livello sociale, e più non fanno vaccinare» segnala il Presidente. «La ragione? Probabilmente si ha facile accesso ad una serie di informazioni che girano su internet di cui l’80%, se non il 90% sono inattendibili. Ricordiamoci sempre che le terapie vaccinali sono una conquista dell’umanità. Certo, come un qualsiasi altro farmaco, anche i vaccini hanno effetti collaterali, controindicazioni, è normale. Gli svantaggi delle terapie vaccinale sono poca cosa rispetto ai vantaggi, vorrei per tutti i farmaci avere il rapporto vantaggio-svantaggio della terapia vaccinale».

Ma in questa ottica, quanto conta la formazione medica? Questo sentimento di scetticismo relativo ai vaccini può essere combattuto con una maggiore consapevolezza in primo luogo da parte dei professionisti sanitari? «Assolutamente sì – risponde perentorio Rossi – c’è sempre da imparare. In campo di terapie vaccinale il personale medico credo abbia già una comprensione tecnico-scientifica medio-alta, ma credo che l’aggiornamento sia sempre utile. Inoltre ritengo che la cosa più importante, sia la formazione di un uomo pubblico. Il medico deve capire che sia nel passato, ma soprattutto adesso, rappresenta un punto di riferimento. In particolare nella società odierna ipermediatica dove ci sono 18mila social, 47mila blog, e altro, il medico è una figura pubblica di riferimento. Bisogna che il medico acquisisca la piena consapevolezza di essere una colonna per tutta la comunità – conclude -. Il suo parere è di fondamentale importanza ed esercita una notevole influenza».

Nonostante l’impegno internazionale, dal 2010 al 2015, il tasso di vaccinazioni è aumentato appena dell’1% a livello globale. Lo rende noto un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che inoltre fa notare quanto di questo passo, non verranno raggiunti pienamente gli obiettivi del piano vaccini stilato nel 2012, che prevede entro il 2020, la copertura del 90% della popolazione. Intanto in Italia il nuovo Piano Vaccini irrigidisce alcune norme e le Regioni ragionano su quali percorsi imboccare. Intanto forti le posizioni dell’Emilia Romagna che già da qualche mese ha reso noto la volontà di rendere le coperture requisito vincolante per l’iscrizione all’asilo e alle scuole materne. Seguono l’esempio Toscana e Lazio.

Articoli correlati
Medici e genitori anti-vax: come comportarsi di fronte agli ‘scettici’? Lo spiega il virologo Roberto Burioni
«Un medico che sconsiglia i vaccini è come un poliziotto della stradale che incoraggia il cittadino a guidare ubriaco» lo dichiara il virologo divenuto una ‘star’ del web per la sua battaglia pro-vax
Vaccini, Maio (Fimmg): «Aumenta richiesta d’informazione per pazienti e formazione per medici»
Il Segretario Nazionale Continuità Assistenziale FIMMG spiega ai nostri microfoni le nuove esigenze della popolazione e degli operatori sanitari con Legge sull’obbligo vaccinale: «In cinque città con Comunità Sant’Egidio vaccineremo gratuitamente gli “invisibili”…»
Novità sul contratto e nuovo ruolo della Medicina Generale: tutto questo al 74° Congresso Nazionale Fimmg-Metis
Rinnovo della Convenzione, meritocrazia e valorizzazione e soprattutto il ruolo della medicina generale nel sistema. Tutto questo al centro dei dibattiti protagonisti nel 74esimo Congresso nazionale Fimmg-Metis
Catania, allarme morbillo: quattro decessi da inizio anno
Ancora una morte causata dal virus del morbillo in Sicilia. Si tratta di un uomo di 42 anni di Catania, non vaccinato ed immunodepresso. La morte è avvenuta nel reparto Malattie infettive dell’Ospedale Ferrarrotto di Catania, nella settimana 18-24 settembre ed è stato notificato il 20 settembre dalla Azienda sanitaria provinciale (Asp). Sarebbero le mancate vaccinazioni […]
Rinnovo Omceo, occhi puntati su Milano. Ecco tutte le convocazioni
Gli iscritti agli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri di tutta Italia continuano ad essere convocati per le elezioni delle nuove cariche direttive per il triennio 2018-2020. Da Venezia a Bari, passando per Bologna, sono tanti gli appuntamenti. Particolare attenzione all'elezione dell'Ordine di Milano, dove si voterà in prima convocazione dal 24 al 26 settembre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi: 62 milioni di euro di rimborsi. Ma arriva la prescrizione…

Lavra (OMCeO Roma): «Felice per i colleghi rimborsati, Consulcesi patriottica». Andrea Tortorella (Ad Consulcesi): «Cifra emblematica, consigliamo a tutti i camici bianchi di muoversi prima della p...
Lavoro

Medici di famiglia, Lorenzin: «Sono le nostre braccia sul territorio. Più risorse da Def e fondi regionali»

«Investiamo sul capitale umano, i nostri medici di famiglia sono l’anello forte della catena» così il Ministro Lorenzin intervistata al 74° Congresso Nazionale Fimmg. Ecco le ultime novità su D...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...