Salute 6 aprile 2018

Salute e alimentazione, Marco Sani (medico): «Non è importante solo perdere peso, ma seguire stili di vita corretti»

Al via il secondo Congresso Nazionale di Medicina e Pseudoscienza dove la scienza, i media e il web si incontrano. Il congresso coinvolge trenta relatori tra medici, biologi e divulgatori scientifici, tra bufale da sfatare e consigli da seguire per vivere in salute

Immagine articolo

È in corso la tre giorni della seconda edizione del Congresso Nazionale di Medicina e PseudoscienzaSalute ed alimentazione, tra scienza, falsi miti e bufale 2.0.” promosso ed organizzato dal gruppo C1V. Una serie di appuntamenti – che si avvalgono del patrocinio della Fondazione Gimbe e della Siti (Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica) – focalizzati su alimentazione, salute e falsi miti con la presenza di medici, giornalisti e divulgatori scientifici, tra cui Nino Cartabellotta, Piero Angela, Roberto Burioni, Gilberto Corbellini, Silvano Fuso, Luigi Garlaschelli.

Il Congresso è l’occasione per fare chiarezza in un’epoca in cui il web contribuisce alla disinformazione, al diffondere di falsi miti e bugie, a suscitare dubbi e perplessità, con ripercussioni anche gravi sulla salute dei cittadini. Abbiamo parlato di questo con il dottor Marco Sani, Medico Legale e giornalista.

Alimentazione e salute, un binomio delicato e inscindibile, due argomenti di cui si discute molto sul web a volte in modo sbagliato. Che ne pensa?

«Con una marea di fake news, informazioni poco approfondite, notizie vere che invece vengono trasferite in maniera totalmente anomala e soprattutto riprese dalla gente senza nessuna verifica e controllo. Navigare sul web è un grande rischio. L’importante è non prendere tutto per oro colato, occorre senso critico».

Come possiamo difenderci?

«Per prima cosa rivolgendosi a professionisti seri: quando si parla di alimentazione, l’unico obiettivo delle persone non è stare meglio ma solo dimagrire, perdere peso. Bisogna diffidare di chi ti garantisce di perdere molti chili in poche settimane, in pochi parlano di igiene alimentare, stili di vita corretti e salutari. Se si continua a fare tutto ciò che porta a prendere chili in eccesso, non si risolve il problema. Si tratta delle famose diete yo-yo: i chili si perdono e poi ciclicamente si riacquistano, le persone si stufano e non ci credono più».

Si parla tanto di test per le intolleranze alimentari: l’unica diagnosi, però, la può fare il medico, corretto?

«Sono “sponsorizzati” dal web: molti di questi non funzionano, non sono validati, servono solo a spendere soldi e non portano vantaggi. È bene affidarsi a test specifici indicati da un nutrizionista che hanno una reale efficacia».

LEGGI ANCHE: ALIMENTAZIONE QUESTA SCONOSCIUTA: IN INGHILTERRA GAP FORMATIVO CHE PREOCCUPA STUDENTI, MEDICI E PAZIENTI

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Onda, disturbi del sonno per 9 donne su 10 over 45: a rischio la salute e la felicità di coppia
“Difficoltà ad addormentarsi, sonno agitato, risvegli notturni e sveglia anticipata sono chiari segnali di disturbi del sonno, indicatori importanti che impattano sulla salute fisica e psichica e sulla stabilità della coppia”, spiega Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. “Per oltre il 90% degli italiani tra i 45 e i […]
Lazio, Zingaretti: «Non sarà più necessario certificato medico per assenze scolastiche»
A partire da questo anno scolastico, come già avviene in alcune regioni italiane del centro nord, anche nella regione Lazio non sarà più necessario per le famiglie portare il certificato medico per le assenze per malattia superiori ai cinque giorni. Il provvedimento è stato approvato durante la discussione del Collegato del Bilancio in Consiglio Regionale […]
Prevenzione, al via la nona edizione di “Nonno Ascoltami” con Lino Banfi testimonial d’eccezione
Al via in tutta Italia la nona edizione di “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”, la campagna di controlli gratuiti dell’udito, che promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini. Ad aprire l’edizione 2018 un testimonial d’eccezione: l’attore Lino Banfi, già promotore al fianco della Onlus “Nonno […]
Il 22 e 23 settembre l’ottava edizione di “Venezia in Salute”. 31 gazebo in piazza per difendere il SSN
Una grande festa per ribadire che, a 40 anni dalla sua nascita, il Servizio Sanitario Nazionale è un tesoro, un’esperienza da difendere e, se possibile, da rafforzare. Questo sarà l’edizione 2018 di Venezia in Salute, la manifestazione in programma il 22 e il 23 settembre tra laguna e terraferma, organizzata dall’Ordine veneziano dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (OMCeO) e dal […]
Nasce “A scuola con le istituzioni” per creare pazienti/influencer
Tutti a scuola con le Istituzioni, per implementare il nuovo Sistema Salute introdotto dal Piano Nazionale Cronicità. L’ambizioso progetto, messo in cantiere da Ipacs (Institutional & Public Coaching Services) nasce dal doppio evento istituzionale del 12 luglio e 12 settembre, patrocinato dal Ministero della Salute, durante il quale è stata fatta esperienza, nei laboratori paralleli, […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...