Salute 10 luglio 2017

Linguaggio e disabilità, Spadari (Presidente ODG Lazio): «Necessario sforzo comune per combattere pregiudizi»

Migliorare la realtà scegliendo le parole più idonee per descrivere il mondo. L’invito ai giornalisti: «Il linguaggio può denunciare una carenza o un errore di applicazione di un concetto importante. Spesso le parole sono sintomo di una malattia più generale»

«Le parole sono importanti!», urlava Nanni Moretti nel film “Palombella Rossa” ad una povera giornalista colpevole, a suo dire, di rivolgersi a lui con termini non adeguati alla situazione (un’intervista, ovviamente). Tanto più se ad usare un linguaggio non preciso e troppo convenzionale sono quelle persone che, come il personaggio di quel film (che si prende pure due schiaffoni), fa parte di quella cerchia di persone che delle parole ne hanno fatto una professione e, dunque, dovrebbero saperle usare in maniera più che appropriata. Purtroppo, però, non sempre è così, e spesso una parola sbagliata può generare errori di comprensione e pregiudizi evitabili. Ne è convinta Paola Spadari, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio intervistata in occasione della  presentazione della “Carta deontologica delle PRM (person with reduced mobility)” promossa dall’associazione FIABA ONLUS.

Presidente Spadari, quanto influiscono il linguaggio e le parole nel creare un pregiudizio che può diventare una condanna?

«Il linguaggio è fondamentale ed è il sintomo spesso di una malattia più generale. Quindi il linguaggio può denunciare una carenza oppure un errore di applicazione di un concetto importante. La disabilità attiene a una sfera importantissima della società che va tutelata nell’ambito dei diritti della persona e dei diritti umani. Noi dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio abbiamo fatto uno sforzo proprio sul problema del linguaggio e nella lotta contro i pregiudizi. In particolare, abbiamo fatto un lavoro importante sugli stereotipi di genere. Su come tutto quello che viene enunciato nella narrazione, ad esempio, della sfera femminile, spesso nasconde un problema culturale, un problema che non è solo deontologico ma sociale. Il modo di raccontare la realtà e certi fenomeni così delicati è un sintomo importante ed è tra i cardini della nostra professione».

Quanto è importante, dal suo punto di vista, che realtà che rappresentano la comunicazione e il giornalismo diventino apripista, siano portabandiera del riconoscimento di queste caratteristiche, di questi elementi, per dare un’informazione corretta?

«L’informazione è un bene comune. Appartiene a tutti e non a qualcuno in particolare. Per questo, tutto ciò che contribuisce all’avanzamento del sociale, della percezione del sociale rispetto a certi temi e nel modo con cui si raccontano certe realtà particolari della nostra quotidianità giornalistica e della vita di tutti i giorni, ha una grande rilevanza. Anche le organizzazioni, incluse ovviamente quelle di settore, possono dare una grossa mano a fare avanzare questo processo».

Articoli correlati
Elezioni, la sanità secondo Crivellini (Più Europa): «Il cittadino conti di più e i dg si scelgano con bando internazionale»
Il presidente del Comitato Nazionale Radicali Italiani è l’estensore del programma della lista guidata da Emma Bonino. «Non servono più fondi ma bisogna spostarli sulla disabilità e sulla cronicità» afferma a Sanità Informazione
Fiaba Onlus presenta il Premio Giornalistico “Angelo Maria Palmieri”
FIABA e la Biblioteca e Associazione Culturale “Angelo Maria Palmieri”, nell’intento di ricordare la figura di Angelo Maria Palmieri, giornalista scomparso a soli 30 anni nel 2011, bandiscono la 7^ edizione del Premio Giornalistico a lui intitolato. Il Premio è ispirato ai valori che hanno contrassegnato la vita di Angelo Maria: l’informazione e l’impegno sociale […]
Bambini disabili: lo sport giusto fa bene. Ma lo deve prescrivere il medico: dal tennis al nuoto, ecco i consigli
L’attività fisica è un elemento fondamentale nella crescita ed evoluzione psicofisica dei giovani. Bambini e adolescenti affetti da malattie croniche e disabilità non devono fare eccezione. I consigli dello specialista esperto per la scelta delle attività più indicate nelle differenti situazioni patologiche
Recuperare il linguaggio attraverso il midollo spinale: lo studio su Frontiers of Neurology
Uno studio apparso su “Frontiers of Neurology” ripensa il paradigma dell’emisfero sinistro del cervello come unico depositario della funzione della parola. La riabilitazione del linguaggio passa anche dal midollo spinale
“Ho amici in Paradiso”: la disabilità raccontata dai disabili. ‘Er Cipolla’ Enzo Salvi: «Un grande messaggio sociale»
Disabili? No, attori che mettono in scena la loro realtà. Questa sera su Rai 1 il film di Fabrizio Maria Cortese con i pazienti del Centro di riabilitazione psichica Don Guanella a fare da interpreti con Valentina Cervi e il comico Enzo Salvi che racconta ai microfoni di Sanità Informazione: «Una pellicola che diventerà portabandiera per la disabilità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...