Salute 16 giugno 2015

L’informazione Rai “in cura” dagli esperti

Intervista alla presidente Tarantola: «Coinvolgere esperti e fornire dati certi sulla salute per scongiurare allarmismi»

Immagine articolo

L’informazione e la formazione sono essenziali per i medici, e di conseguenza per la salute dei cittadini.

Dall’assurdo allarme vaccini, alla paura delle malattie portate dai migranti, troppo spesso dati non corretti, strumentalizzazioni, allarmismo finiscono per alimentare un rapporto squilibrato tra gli italiani e gli operatori della salute. Un ruolo fondamentale in questo scenario è quello della Rai.
«Assolutamente sì  – spiega ai nostri microfoni Anna Maria Tarantola, presidente del Consiglio d’amministrazione della Rai -. Ovviamente noi non possiamo essere direttamente responsabili dell’informazione per i medici, ma per l’informazione rivolta a tutti i cittadini sì. E’ una responsabilità, un impegno e un dovere da parte nostra dare informazioni complete e corrette, il che vuol dire certificate e verificate, sia nelle notizie quotidiane che negli approfondimenti. Questo modo di dare informazioni è necessario soprattutto per non alimentare falsi miti, ma anzi per cercare di sfatarli».

Come pensa di migliorare in questi aspetti l’informazione del servizio pubblico?
«Per fare ciò è fondamentale aumentare sempre più il coinvolgimento di esperti e la parte migliore dei nostri esperti sulla sanità. Di fronte a tutti questi falsi miti finalmente ciò che emerge è la corretta informazione, che è la base del nostro quotidiano agire ed è su questo che stiamo lavorando».

Come sottolineato di recente dal ministro Lorenzin, bene il collegamento tra le istituzioni e il mondo dell’informazione.
«Sicuramente è essenziale lavorare di concerto. È un fattore essenziale per dare un’informazione concreta e corretta e garantire anche a noi una base conoscitiva importante».

Articoli correlati
Pazienti a rischio suicidio, come prevenire e superare shock. Innamorati (psicoterapeuta): «Occorre formazione per tutti reparti»
«Non bisogna pensare che solo i pazienti ricoverati in psichiatria possono compiere gesti estremi, per questo tutti i medici e gli operatori – di qualsiasi settore - devono essere preparati» ai microfoni di Sanità Informazione Marco Innamorati, psicologo e psicoterapeuta
Contratto, parla Carlo Palermo (Anaao): «Per firmare va sbloccata Retribuzione Individuale di Anzianità. Ecco come fare…»
Dai nodi da scogliere per arrivare a sbloccare il contratto alle soluzioni per rispondere alla carenza di specialisti, passando per le “autodimissioni” dei medici ospedalieri fino al taglio delle pensioni d’oro: l’intervista a tutto tondo al segretario nazionale di Anaao Assomed
Droghe, Cgil e Fp Cgil aderiscono a giornata contro overdose
“Mai più overdose, mai più stigma”. Con questo appello la Cgil e la Fp Cgil aderiscono alla giornata mondiale contro l’overdose, una iniziativa lanciata nel 2001 e che ha visto negli anni crescere l’adesione di molte associazioni e organizzazioni nel mondo, comprese amministrazioni e governi di vari paesi. La Cgil e la Funzione Pubblica Cgil […]
Siglato l’accordo tra il Gruppo ospedaliero San Donato e Nmc Healthcare
Garantire ai pazienti un livello di assistenza sicuro e di elevata qualità, facilitando la formazione e lo sviluppo del personale medico per ottenere i migliori risultati diagnostici e terapeutici. È questo l’obiettivo dell’accordo siglato il 26 agosto tra il Gruppo ospedaliero San Donato e BRS Ventures Investment Ltd, capofila di Nmc Healthcare, il più grande […]
Carenza Specialisti, AAROI-EMAC: «Affrontare emergenza ma con regole e corretta programmazione»
In Italia – ormai è un dato di fatto – la carenza di Medici Specialisti Ospedalieri, tra i quali gli Anestesisti Rianimatori, sta mettendo a rischio i LEA. Alle Organizzazioni Sindacali di categoria oggi viene chiesto di collaborare per una soluzione che nell’immediato possa assicurare ai cittadini che questo rischio sia allontanato ricorrendo all’utilizzo dei […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...