Formazione 18 maggio 2016

Labbro leporino, ogni anno 165mila casi. Corso FAD porta l’eccellenza italiana nel mondo

Grazie alla collaborazione tra “Emergenza Sorrisi” e “Sanità in-Formazione” gli operatori sanitari potranno imparare a prevenire e trattare la malformazione

Ogni anno più di 165mila bambini nascono con malformazioni del volto come labioschisi e labio-palatoschisi, comunemente conosciute come labbro leporino. La maggior parte di loro, vivendo in realtà disagiate, non ha accesso alle cure. I medici volontari della Onlus “Emergenza Sorrisi” raggiungono questi Paesi per dare il soccorso e le cure mediche necessarie per guarire questi bambini dalla malformazione.

E sono oltre 3mila i bambini che, dal 2007, hanno ritrovato il sorriso grazie ai 369 medici e infermieri volontari che hanno portato il loro aiuto in decine e decine di Paesi nel mondo.

L’esperienza e le competenze maturate da “Emergenza Sorrisi” sono ora a disposizione di tutti gli operatori sanitari con una serie di cinque corsi FAD (formazione a distanza) realizzati dal provider accreditato Age.Na.S. Sanità in-Formazione, in collaborazione con Consulcesi e curati dal fondatore e presidente della Onlus, dottor Fabio Massimo Abenavoli, Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Chirurgia Maxillo-Facciale. “Aspetti funzionali estetici ricostruttivi della chirurgia del labbro” è il titolo del primo dei cinque corsi, ed è disponibile gratuitamente dal 15 aprile. Sanità informazione ne ha parlato proprio con il dottor Abenavoli.

“Emergenza Sorrisi” è un progetto che fonda le sue radici nella grande esperienza e passione del suo fondatore e presidente, cioé Lei, dottor Abenavoli. Ci può raccontare da dove siete partiti e l’importanza del percorso fatto finora?
«La nostra organizzazione è partita nel 2007. Siamo andati a dare il nostro aiuto in tanti luoghi diversi, come Africa e Medioriente, portando l’impegno dei nostri volontari che gratuitamente offrono le proprie elevate competenze di operatori sanitari e un bagaglio incredibile di umanità per ridare un sorriso ai bambini e alle loro famiglie. Il nostro percorso però va al di là del semplice aspetto sanitario. Il nostro è un percorso umano, in cui riceviamo tantissimo dai bambini e da quei sorrisi che riusciamo a recuperare attraverso complessi interventi su labbro e palato. Con il tempo abbiamo comunque ampliato il nostro raggio d’azione, trattando anche bambini con ustioni e con traumi da evento bellico. Operiamo spesso in Iraq, in Afghanistan, e anche in Pakistan, dove ci sono continui attacchi alla popolazione civile. Ci occupiamo anche di quello che è un altro problema importantissimo, ovvero la cecità legata alla cataratta congenita, che se non viene trattata porta ad un difetto perenne nella vista di questi bambini».

“Aspetti funzionali estetici ricostitutivi della chirurgia del labbro” è il titolo di un nuovo corso per medici, realizzato grazie alla collaborazione con il provider Sanità in-Formazione. Lo scopo di questo corso è condividere il know-how di “Emergenza Sorrisi” a livello internazionale, approfittando delle opportunità fornite dal web.
«Per noi si tratta di un percorso praticamente obbligato. Abbiamo maturato un’incredibile esperienza in tutti questi anni, e ogni volta che ci rechiamo in questi Paesi, troviamo tantissimi medici del luogo che, lavorando con noi da tantissimo tempo, hanno acquisito una grandissima professionalità e le capacità necessarie a trattare questo genere di casi. Partendo dunque dalla nostra esperienza abbiamo pensato di realizzare, insieme ad un provider importante come Sanità in-Formazione, dei corsi in Formazione a Distanza. Ma questo è solo il primo di una serie lunga di corsi del genere, che porteranno gli operatori sanitari ad accrescere la propria consapevolezza e la propria conoscenza, sia dal punto di vista teorico che da quello tecnico, di quella che è una patologia non frequentissima nei nostri contesti, ma di certo molto presente».

Il web e le nuove tecnologie si dimostrano dunque di fondamentale importanza per diffondere le migliori procedure per trattare questo genere di patologie.
«Esatto. Il web è un mezzo che, nonostante a volte si dimostri pericoloso per certi versi, se ben utilizzato è un sistema ottimo per diffondere cultura e informazione. Il corso è finalizzato a studiare e valutare i vari aspetti degli interventi sul labbro, sia per quanto riguarda la patologia collegata alle labioschisi, sia per quanto riguarda anche alcuni aspetti della chirurgia ricostruttiva e della medicina estetica. È quindi un corso a 360 gradi che offrirà ai medici e agli infermieri che saranno interessati a seguirlo un approfondimento e una conoscenza completa di quelle che sono le più recenti tecniche di approccio al labbro».

Articoli correlati
Emergenza Sorrisi, sms solidali e via alla nuova missione in Senegal per aiutare bambini con labbro leporino
È partita la nuova missione di Emergenza Sorrisi, l’organizzazione senza scopo lucro che da oltre dieci anni restituisce il sorriso e la speranza di una vita migliore ai bambini nati con labiopalatoschisi, comunemente conosciuta col nome 'labbro leporino'. Sostenuta, tra gli altri, da Consulcesi, la missione darà vita ad un docufilm per formare anche i medici italiani
Emergenza Sorrisi festeggia il decennale e parte per il Senegal. Il Presidente Abenavoli: «Altra grande sfida»
Formare i medici locali e operare i bambini affetti da palatoschisi: ecco gli obiettivi di Emergenza Sorrisi. La ONG, guidata dal chirurgo plastico Fabio Massimo Abenavoli, festeggia dieci anni di attività con una mostra fotografica che raccoglie tutte le missioni umanitarie fatte finora
Cancro al seno, colpita 1 donna su 8. I consigli salvavita dell’oncologo: «Fondamentale diagnosi precoce»
Nel 2016, in Italia, si sono ammalate di tumore al seno oltre 50mila donne. Il Professor Giuseppe Petrella, oncologo e docente di Chirurgia Generale presso l’Università Tor Vergata di Roma, spiega a medici e pazienti come affrontare il “killer delle donne” con il corso Fad “Patologia mammaria: prevenzione, diagnosi e terapia” abbinato al cortometraggio “La storia di Francesca”
Mangiare sano con gusto, la “ricetta” della Dottoressa Serena Missori: «Rivolgersi a medici correttamente formati»
Mangiare sano senza rinunciare al gusto. E’ possibile? L’endocrinologa e nutrizionista Serena Missori, referente scientifica per il Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, nonché autrice di diversi libri di successo (tra cui l’ultimo, in ordine di tempo, è “La dieta dei biotipi”) spiega perché la corretta alimentazione di un paziente passa anche e soprattutto dalla corretta […]
ECM, cosa cambia con il nuovo regolamento. Bevere (Agenas): «Formazione arma per le sfide del futuro»
Meno burocrazia e semplificazione all’insegna di controllo e trasparenza maggiori. In questa prospettiva, il nuovo provvedimento che organizza tutte le norme Ecm. Francesco Bevere, Direttore Agenas: «Rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale e geografico che limitano la formazione». Riccardo Cassi, Presidente Cimo: «L’esigenza di una norma che ordinasse il sistema era avvertita da tutte le categorie»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi: 62 milioni di euro di rimborsi. Ma arriva la prescrizione…

Lavra (OMCeO Roma): «Felice per i colleghi rimborsati, Consulcesi patriottica». Andrea Tortorella (Ad Consulcesi): «Cifra emblematica, consigliamo a tutti i camici bianchi di muoversi prima della p...
Lavoro

Medici di famiglia, Lorenzin: «Sono le nostre braccia sul territorio. Più risorse da Def e fondi regionali»

«Investiamo sul capitale umano, i nostri medici di famiglia sono l’anello forte della catena» così il Ministro Lorenzin intervistata al 74° Congresso Nazionale Fimmg. Ecco le ultime novità su D...
Lavoro

Enpam: «Pronti da subito a pagare pensioni in cumulo. Ora il problema sono i tempi»

Prime reazioni alla pubblicazione della circolare Inps che dà operatività al cumulo contributivo gratuito. «Resta il problema di quando queste pensioni saranno pagate» precisa la Fondazione