Salute 2 marzo 2017

La sanità del futuro secondo i pentastellati. Luigi Gaetti: «Prevenzione, risparmio e formazione»

Ridisegnare la sanità nell’ottica della meritocrazia «pagare la salute e non la malattia» . Dirette ed efficaci le proposte di Luigi Gaetti, membro della Commissione Igiene e Sanità per il Movimento 5 Stelle. Responsabilità professionale? «Un grande passo avanti per i camici bianchi e per i cittadini»

Immagine articolo

«Una sanità che guardi al futuro, in cui prevenzione, risparmio e formazione siano i cardini» questa l’ottica di Luigi Gaetti, membro della Commissione Igiene e Sanità per il Movimento 5 Stelle che scopre le carte dei grillini al tavolo da gioco della sanità. Il Movimento, guidato dal leader Beppe Grillo, ha elaborato un programma per la sanità in previsione delle regionali del Lazio nell’ottica di «ragionare insieme per ridisegnare un modello sanitario secondo una visione prospettica» spiega Gaetti, che conferma la volontà di creare un nuovo modello di sanità che, a partire dal Lazio, possa poi essere divulgato in tutto il Paese.

Fondamentale in questa visione, l’importanza della «formazione dei medici che è una delle priorità – conferma Gaetti -. Una formazione ad hoc che porti i professionisti sanitari ad andare sul campo, per esempio è importante che il medico di base frequenti l’ospedale e si confronti con i medici specialisti per arricchire la sua preparazione».

Insieme alla rilevanza della formazione il senatore Gaetti sottolinea quanto, in merito alle cure sanitarie, sia fondamentale più che la quantità, la qualità dell’assistenza. «Serve una logica diversa, si deve parlare in termini di salute e non di prestazione, bisogna pagare la salute e non la malattia. Ovviamente questo è un discorso filosofico e di lungo periodo ma si ragiona sempre più in questa direzione».

Il medico di base viene pagato per quota capitale mentre un parte per quota oraria «questo crea una grande confusione – commenta Gaetti – dunque, creare un unico sistema che poi venga valutato in termini di qualità di salute, sarebbe ottimale. Per esempio, stabilire l’efficienza di un medico generico sulla base dei ricoveri inappropriati oppure degli accessi ai pronti soccorsi da parte dei pazienti, sarebbe utile per tutti oltre che determinare un abbattimento costi per il sistema. Per esempio incentivare i medici controllando gli indici di salute sulla base, per dire, del numero di obesi che un medico ha in cura, se riesce a ridurli con pressing psicologico o cure adeguate, può creare un modo nuovo di fare sanità e salute. Inoltre, in ottica welfare, creare servizi di aggregazione, una rete sanitaria più consistente e quindi una salute più ampia che coinvolga tutti, sarebbe un grande passo».

«Un grande passo avanti per il mondo sanitario» commenta Gaetti in merito alla Responsabilità professionale divenuta finalmente legge. «Aver delimitato la responsabilità per colpa grave a un risarcimento massimo corrispondente al triplo del proprio stipendio lordo annuale, determina un contenimento delle spese. Inoltre grandi i progressi anche sul piano assicurativo, qualche incertezza sulle linee guida, ma nel complesso una grande novità che porterà vantaggi sia per i camici bianchi che per i cittadini».

Articoli correlati
Bergamo, parte il master per formare i futuri manager del settore sanitario
L’Università degli Studi di Bergamo e il Gruppo ospedaliero San Donato hanno inaugurato il Master di I livello in Management delle Aziende Ospedaliere. La nuova offerta formativa post lauream è pensata per i futuri manager del settore sanitario. L’inaugurazione è stata aperta dall’intervento del professor Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, seguito […]
Ge Healthcare Italia: riparte il Learning Center per formare i professionisti sanitari
GE Healthcare riapre le porte del suo Learning Center, un’accademia specializzata nell’utilizzo di tecnologie medicali d’avanguardia, con lezioni in aula e da remoto, per formare i professionisti sanitari di tutto il Paese. Dopo il grande successo del 2017 – durante il quale oltre 1.000 medici hanno preso parte alle attività formative – ripartono i corsi gratuiti di formazione […]
Retribuzione, Irpef, contributi e assicurazione: ecco quanto perdono gli MMG in formazione. E scattano i ricorsi
La mappa delle disparità di trattamento che gli MMG subiscono da 25 anni nella specializzazione. Scattata un'azione legale collettiva per ottenere rimborsi fino a 150mila euro
Vaccini, Commissario UE a M5S: «Basta fake news. Ora hanno responsabilità sulla salute degli italiani»
ESCLUSIVA | Vytenis Andriukaitis (Commissario UE Salute) a Sanità Informazione: «Parlamento e Governo dovranno presentarci le loro decisioni e stabilire se basarle su fake news o sulla scienza». Poi affronta i principali temi sul tavolo: il dopo Brexit per i medici e i sanitari italiani che lavorano nel Regno Unito e la sfida della cronicità che affligge tutta Europa
di Cesare Buquicchio e Giulia Cavalcanti
Alimentazione questa sconosciuta: in Inghilterra gap formativo che preoccupa studenti, medici e pazienti
Una corretta alimentazione è fondamentale per la salute, ma i medici inglesi ne sanno poco o nulla. È la denuncia di camici bianchi e studenti di medicina che sottolineano il gap formativo su tutto ciò che riguarda diete e stili di vita nonostante, riporta la BBC, l’80% dei pazienti dei medici di medicina generale abbia […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...