Salute 10 marzo 2015

La musica della solidarietà suona per il disagio mentale

Il concerto di Villa Letizia regala una serata di emozioni con “l’abbraccio” di istituzioni e personaggi dello spettacolo agli ospiti della comunità di recupero

Immagine articolo

Una serata vibrante di emozioni sulle note della solidarietà. Il concerto che ha chiuso la prima edizione della “Giornata del Dono” è riuscito a cogliere nel segno proprio come si proponeva l’iniziativa benefica di venerdì scorso.

L’obiettivo era infatti quello di trasmettere e diffondere lo spirito costruttivo con cui opera l’associazione Letizia Onlus, che ha promosso l’evento insieme all’Università Europea presso l’auditorium dell’Università Pontificia Regina Apostolorum di Roma. Il risultato è stato il pieno coinvolgimento del pubblico grazie all’entusiasmo che sono stato in grado di trasmettere ai numerosi presenti i ragazzi dell’associazione. La Onlus lavora, infatti, sul disagio mentale. Un compito delicato e difficile, ma portato avanti con grande professionalità, impegno e abnegazione dallo staff diretto dal dottor Santo Rullo, medico psichiatra, direttore della Comunità Terapeutica Riabilitativa.

E portare sul palcoscenico uno spettacolo di questo genere è stata un’impresa per certi versi anche coraggiosa, ma rivelatasi importantissima per accendere i riflettori sul tema, trovando la mano tesa delle istituzioni e delle tante personalità dello spettacolo e dello sport (tra questi Lillo del popolare duo comico che comprende anche Greg, l’attore Paolo Calabresi e il regista Volfango De Blasi) che con la loro presenza hanno contribuito a rendere ancora più speciale l’evento. Gli organizzatori, insieme ai ragazzi protagonisti del concerto, hanno apprezzato quella vicinanza mostrata, sottolineando quanto il sapere di non essere soli, avere il supporto del mondo esterno alla comunità rappresenti una maniera indispensabile per rendere più completo il percorso di recupero cui ci deve sottoporre.

Particolarmente significativa una delle testimonianze del toccante video proiettato al termine della manifestazione. Cristiano, ex ospite ed ora volontario del centro, ha lanciato un messaggio apparentemente molto semplice, ma di grande impatto: “Ragazzi fate attenzione: ci vuole un attimo a sbagliare, ma una vita per recuperare”. Lui, fortunatamente, è riuscito a farlo prima ed anzi è riuscito a reinserirsi nel mondo del lavoro, creando una piccola impresa per lavori e manutenzioni in cui sta dando una nuova possibilità proprio ai ragazzi in cura presso la Letizia Onlus. Davvero un “gran finale” per un concerto che per l’ottima riuscita – realmente in tutti i sensi – di questa prima edizione, ha già prenotato il bis per il prossimo anno. 

Articoli correlati
Dal robot-paziente alle protesi in 3D, le tecnologie del futuro a Exposanità
Al Salone internazionale della sanità il simulatore SimMan 3G: può diventare cianotico, simulare spasmi e convulsioni, lamentarsi e urlare di dolore. Alex Zanardi ha presentato l’handy bike progettata da lui
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
La SIN (Società Italiana di Neurologia) partecipa alla Giornata Nazionale della Salute della Donna
Anche quest’anno la Società Italiana di Neurologia (SIN) partecipa alla Giornata Nazionale della Salute della Donna organizzata dal Ministero della Salute, per sensibilizzare e promuovere i progressi della ricerca scientifica per la cura delle patologie neurologiche femminili e allestirà sabato 21 aprile un gazebo informativo presso il Villaggio della Salute della Donna. Le malattie neurologiche, […]
Exposanità Bologna, Giusy Versace: «L’accesso alle tecnologie non deve essere un lusso per pochi»
La neo eletta parlamentare Giusy Versace oggi ad Exposanità, manifestazione in corso a Bolognafiere fino a sabato 21 aprile. La campionessa paralimpica ha visitato il salone Horus dedicato a riabilitazione, ortopedia e disabilità e si è a lungo fermata a parlare con operatori, espositori e visitatori della manifestazione in corso. «A Exposanità ci sono tante cose interessanti […]
Cittadinanzattiva e FNOMCeO insieme per celebrare la XII Giornata Europea dei diritti del malato
Partono dall’Italia le celebrazioni della XII Giornata Europea dei diritti del malato, promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in Italia e in Europa da Active Citizenship network, progetto europeo di Cittadinanzattiva, quest’anno grazie anche alla importante partnership con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Le iniziative si svolgeranno […]
Alzheimer, parte il XIII Congresso nazionale SINdem a Firenze
Secondo le ultime stime ricavate dal Rapporto mondiale Alzheimer, sono 47 milioni le persone affette da una forma di demenza nel mondo e in Italia si calcolano più di un milione di malati (di cui 600mila circa con la malattia Alzheimer). Un fenomeno in aumento: i numeri parlano infatti di 9,9 milioni di nuovi casi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Lavoro

«È il Far West», lo sfogo di una giovane dottoressa “sequestrata” durante una visita

«Mi ha tenuta segregata per due ore brandendo un paio di forbici» la testimonianza di Valentina Nava, medico tirocinante di Pronto Soccorso
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi