Salute 5 febbraio 2018

Alfano e Fedeli: «No alla ‘fuga’, sì alla circolazione dei ricercatori italiani all’estero». Il 15 aprile Giornata Mondiale della Ricerca

L’annuncio del MIUR durante la due giorni di confronto alla Farnesina fra gli Addetti Scientifici

Immagine articolo

Innovazione che parla italiano. La rete degli addetti scientifici italiani all’estero, insediati in ben 22 Paesi diversi, è sempre più capillare e «rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nostro Paese agli occhi del mondo intero». È quanto ha dichiarato il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, all’apertura della due giorni ‘Salute 4.0’, in corso oggi e domani alla Farnesina, che vede la partecipazione di esponenti di spicco della ricerca, dell’accademia, delle startup, delle industrie innovative, delle associazioni di categoria e dei distretti dell’innovazione.

«Scienza e politica hanno in comune la necessità di fare delle scelte, e non c’è missione che la diplomazia internazionale che non debba passare dalla scienza, come per la lotta al riscaldamento globale. Noi abbiamo fatto della ricerca scientifica italiana all’estero una missione. La diplomazia scientifica, che amplieremo, si affianca a quella politica e culturale con la stessa dignità» ha spiegato il Ministro, aggiungendo che l’incontro rappresenta «un momento fondamentale per gli addetti promotori della diplomazia scientifica all’estero per fare il punto sulla cooperazione internazionale in chiave scientifica e di ricerca. Il progresso nella ricerca e gli sviluppi in tema d’innovazione scientifica sono fondamentali per alimentare la competitività e la crescita del nostro Paese».

«Il peso della ricerca italiana è divenuto maggiore negli ultimi anni: è per questo che è importante dare enfasi al lavoro diplomatico degli addetti scientifici per mantenere salda una rete le cui ramificazioni arrivano in ogni Paese del mondo» ha spiegato la Ministra della Ricerca e dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che ha messo l’accento su quanto sia importante un buon lavoro diplomatico-consolare per la promozione dell’innovazione. «Lavoriamo su ciò che unisce e non su ciò che divide».

«Dobbiamo distinguere tra fuga e circolazione dei cervelli. È auspicabile che i ricercatori possano fare esperienza all’estero. Non dovremmo preoccuparci dell’esodo – ha precisato la Ministra – ma di essere in grado di assicurare condizioni competitive a chi rientra».

A proposito di giovani menti la Ministra ha annunciato che il MIUR da quest’anno istituirà la Giornata Mondiale della Ricerca che si svolgerà il 15 aprile (giorno della nascita di Leonardo Da Vinci) «occasione -q ha spiegato – in cui l’Italia sarà la culla di eventi e incontri dove si illustreranno le migliori ricerche e scoperte dei ricercatori italiani». Nel corso della mattinata inoltre i ministri hanno premiato due giovani eccellenze italiane, operanti all’estero, distinte per scoperte all’avanguardia in medicina e nelle scienze.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Roma, al via la presentazione della notte europea dei ricercatori 2018
Si terrà domani, 12 settembre, alle ore 11.30, nella sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca a Roma (viale Trastevere 76/a) la conferenza stampa di presentazione della Notte Europea dei Ricercatori, evento promosso dalla Commissione Europea per favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini, e occasione per condividere la passione per […]
Vaccini, MIUR: «Responsabilità autocertificazioni false ricade su genitori e non su presidi»
ANP: «Autocertificazione da accettare solo ed esclusivamente laddove le ASL non siano in grado di rilasciare le certificazioni, circostanza che i genitori dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità»
Scuole di specializzazione, aumentano i contratti: per il prossimo anno accademico sono 6934. Martedì la prova nazionale
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti ha firmato il decreto. Rispetto allo scorso anno, previsti 259 posti in più, ma per la FNOMCeO sono ancora troppo pochi e non distribuiti in modo uniforme sul territorio nazionale: «Di questo passo le Regioni più in difficoltà offriranno sempre minori servizi alla popolazione. È necessaria una gara di solidarietà tra Regioni»
Formazione, MIUR firma nuovo Regolamento per l’esame di abilitazione alla professione di medico-chirurgo
Novità principale, l’inserimento del tirocinio trimestrale obbligatorio all’interno dei sei anni del corso di studi in Medicina e Chirurgia. Una scelta che nasce dalla volontà di uniformare il percorso italiano di formazione e abilitazione professionale dei medici a quello della maggior parte dei Paesi europei
Progetto Tris, la scuola arriva a casa di chi non può frequentare grazie a Fondazione Tim
La tecnologia per l’inclusione socio educativa e per garantire lo studio a chi non può frequentare le lezioni in classe per motivi di salute. È  questo l’obiettivo del progetto TRIS giunto alla sua seconda fase e realizzato da Fondazione TIM in collaborazione con CNR – Istituto delle Tecnologie Didattiche e ANP – associazione nazionale dei dirigenti […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...