Salute 30 dicembre 2016

Incubo influenza, ecco perché quest’anno è molto più aggressiva. Cricelli (SIMG): «Vaccini per bambini e adulti»

Un’epidemia in crescita con mezzo milione di italiani a letto. Il Presidente della Società Italiana Medicina Generale e Cure Primarie: «Non sottovalutare virus, a metà gennaio il picco massimo»

L’influenza anticipa il picco. La curva dell’epidemia quest’anno sale più velocemente rispetto al passato e il picco massimo si attende tra metà gennaio e inizio febbraio. Un dicembre secco e un inizio gennaio dalle temperature rigide, hanno favorito la diffusione del contagio che, oltre ad essere più aggressivo rispetto al solito, attualmente, secondo i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità, costringe a letto mezzo milione di italiani. Sul tema interviene Claudio Cricelli, Presidente della Società Italiana di Medicina Generale e Cure Primarie (SIMG) che ci spiega quali sono le caratteristiche del virus e come agire per prevenirlo.

Quali sono quest’anno le caratteristiche dell’influenza e quando raggiungeremo il picco massimo?

«Stiamo osservando l’andamento dell’epidemia, che in una fase iniziale rispecchiava il percorso consueto ma nelle ultime settimane ha avuto un’impennata. I numeri di casi registrati per settimana sono decisamente aumentati. Il picco è in anticipo rispetto agli anni passati e probabilmente avremo un maggior numero di casi. Inoltre stiamo tirando le somme anche della campagna vaccinale che è determinante per definire quante persone si ammaleranno. Stimiamo che probabilmente a metà gennaio raggiungeremo l’apice della parabola e sarà un picco superiore a quello ipotizzato».

Per quanto riguarda il vaccino anti-influenzale a chi è raccomandato? È necessario solo per le categorie a rischio?

«In realtà, nessuno sa esattamente chi si ammala d’influenza, ma studiando la casistica nel dettaglio risulta evidente che ad ammalarsi di più sono i bambini e i giovani. Gli anziani si ammalano poco perché sono vaccinati, invece la popolazione giovanile è fortemente colpita. Dunque, chi si deve vaccinare di più? Quelli che si ammalano di più. È consuetudine che si scambia la gratuità del vaccino erogato dal Servizio sanitario nazionale che per gli over 65, con il fatto che non sia utile per tutti. Noi dovremmo fare una vaccinazione intensiva per tutte le fasce di età. Infatti il vaccino impedisce l’effetto ‘cloud’, cioè il contagio intenso e aggressivo nei momenti di picco massimo. Anche la categoria dei medici dovrebbe vaccinarsi. I professionisti sanitari infatti sono i principali untori di influenza essendo sempre a contatto con la popolazione. Ribadisco che è importante usufruire della vaccinazione anti-influenzale al di là della gratuità fornita dal Servizio sanitario nazionale».

In Europa si parla insistentemente di influenza aviaria. Arriverà anche in Italia?

«L’influenza aviaria è una malattia. Il virus responsabile dell’influenza, o meglio i ceppi virali responsabili dell’influenza aviaria, ormai sono stabilmente presenti nel mondo e non c’è nessuna possibilità che scompaiano. I virus sono una specie di ‘nuvola’ che pervade il mondo e si sposta dove trova ospiti. Gli ospiti a loro volta diffondono la malattia. Dunque che ci sia un ciclico ritorno del virus dell’aviaria è assolutamente inevitabile, sta a noi mettere in atto tutte quelle procedura che ne impediscono la riacutizzazione e quindi la diffusione in forme sia leggere che più gravi».

Per un ulteriore approfondimento: Aviaria, a New York primo caso di trasmissione da gatto a uomo

Articoli correlati
Emergenza morbillo, Ricciardi (Iss): «Con obbligo vaccinale abbiamo messo in sicurezza i bambini, ora tocca ad adulti»
L’Italia è il quinto Paese per casi di morbillo al mondo, lo rende noto un report dell’OMS. Walter Ricciardi: «Questa è una conseguenza di errori del passato, il futuro deve andare in altra direzione»
“Centri vaccinali in tilt”, l’allarme di Carlo Signorelli (Siti)
Obbligo vaccinale e recuperi, insieme alla mancanza di personale, stanno creando difficoltà. Secondo l’ex presidente della Società italiana di igiene 40mila bambini resteranno senza vaccino
Influenza, come si costruisce il vaccino? Come si verifica l’efficacia? Lo spiega Roberto Burioni
«L’approccio sperimentale è fondamentale per generare ogni anno la profilassi influenzale: saper anticipare le trasformazioni dei ceppi virali prima che si manifestino i sintomi, anche questo è compito della scienza» l’intervista al medico divenuto simbolo della battaglia pro vax
«Ecco tre sintomi per riconoscere il male di stagione». Intervista a Fabrizio Pregliasco
Il virologo dell’Università di Milano spiega: «Attenzione agli sbalzi termici, riducono la capacità protettiva della nostra ‘clearance mucociliare’ al livello delle vie aeree». Difficile evitare il contagio, virus si trasmette attraverso goccioline respiratorie
di Giovanni Cedrone
Vaccini, interviene l’Ue: «Preoccupati per scetticismo, rafforzeremo sostegno a Stati»
La portavoce alla Salute della Commissione europea, Anca Paduraru, annuncia misure per condividere dati e per lo scambio delle migliori pratiche. Sarà coinvolto il Comitato per la sicurezza sanitaria che si occupa delle minacce sanitarie transfrontalieri della Ue. Intanto si infiamma la polemica politica in Italia
di Giovanni Cedrone
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

INTERVISTA ESCLUSIVA: «Ecco come prevederemo il cancro con una semplice analisi del sangue»

L'intervista alla Professoressa Paterlini – Bréchot: «Il metodo ISET permette di riscontrare la presenza di cellule tumorali in chi ha avuto un tumore e chi è a rischio molto prima rispetto ai me...
Salute

Centrifugati, verdure e succhi di frutta “veri”. I consigli della pediatra per salvare i bambini dall’influenza con la natura

La dottoressa Ricottini, ai microfoni di Sanità Informazione, spiega quali sono i migliori rimedi naturali per combattere e prevenire i sintomi dell’influenza. E sui “dolori della crescita”…
Politica

Firmato contratto per gli statali. Dal 2018 aumenti e tutele sanitarie aggiuntive

Incassata la prima sigla per il rinnovo dei contratti della PA: per 250mila dipendenti sono in arrivo moltissime novità tra cui tutele sanitarie aggiuntive. Si tratta di un risultato storico perché...