Salute 23 settembre 2014

Il “Jet Set” della sanità europea a Milano

Le telecamere di Sanità Informazione all’atteso summit: protagonisti tutti i ministri della Salute della Ue e le grandi organizzazioni internazionali in ambito sanitario

Immagine articolo

Parterre de roi al MiCo di Milano dove tra ieri e oggi si sono riuniti tutti i ministri della Salute dei Paesi che fanno parte dell’Unione europea. L’incontro – esteso anche ad Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera e alle grandi Organizzazioni internazionali operanti nel settore sanitario come Ocse ed OMS – è una appuntamento classico che ogni Presidenza del Consiglio dell’Unione organizza durante il proprio semestre.

Toccati i temi più rilevanti del momento in ambito medico con particolare attenzione alle azioni che l’Ue sta mettendo in campo per contrastare l’epidemia causata dal virus Ebola.

Presenti i principali protagonisti della sanità internazionale, tra cui, padrona di casa dell’evento, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, dopo essere intervenuta sul tema delle cure palliative e della terapia del dolore – definiti prioritari nell’agenda dei lavori  con l’obiettivo di eliminare le disparità di applicazione tra gli Stati dell’Unione – e sull’impiego di farmaci oppioidi in quest’ambito, ha affrontato la questione attualmente più scottante: l’emergenza Ebola.

Un miliardo di dollari: questa la cifra che l’ONU dovrà stanziare per gestire l’emergenza Ebola

“La situazione in Africa occidentale è molto critica, non solo dal punto di vista epidemiologico ma anche umanitario. L’OMS ha pronosticato 20mila nuovi casi in sei mesi, a meno che non si riesca intervenire con decisione, ed ha preventivato un miliardo di dollari alle Nazioni Unite per gestire entrambe le emergenze – sanitaria e umanitaria. Verrà coinvolto anche l’Esercito, e si cercherà di realizzare un vero e proprio sistema sanitario, la cui assenza – nei Paesi interessati – è stata la principale causa dello scoppio dell’epidemia. L’Europa ha già stanziato 150 milioni di euro, e anche l’Italia sta cooperando attivamente sul territorio per raggiungere l’obiettivo di 3000 posti letto in più. Ma, oltre al contagio, dobbiamo pensare al piano di evacuazione e recupero per le migliaia di operatori che verranno inviati, e ad apposite strutture di ricovero. A livello preventivo stiamo rendendo più stringente il controllo agli aeroporti e gli accertamenti nei confronti delle persone provenienti dai Paesi interessati”.

Un altro punto caldo, su cui è necessaria una riflessione a livello internazionale, è quello delle nuove tecnologie in Sanità…
“Qui l’Europa deve fare un salto di qualità, ed è stata questa la proposta partita dall’Italia. Le nuove scoperte hanno portato alla prima vera rivoluzione in medicina degli ultimi 15 anni, una rivoluzione già in atto a tutti gli effetti. Le sfide da affrontare riguardano il modo in cui reggere i costi – altissimi – di questa innovazione, che renderà necessaria un’alleanza tra investitori, pazienti e Stati membri. In secondo luogo, continuare ad attrarre investimenti sulla ricerca, intervenendo sul rapporto tra i finanziatori e gli Stati. Infine, incentivare l’innovazione e renderla accessibile: la discussione sul tema, affrontata oggi a livello europeo, costituirà la base delle prossime direttive”.

Articoli correlati
Forum della Leopolda: è il cancro la sfida del futuro
Il 29 e 30 settembre è andata in scena alla Leopolda di Firenze la seconda edizione del Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, lo spazio di confronto nazionale sul sistema sanitario italiano e sul suo futuro. L’evento è stato seguito da oltre 2.000 visitatori e 600 relatori in rappresentanza del settore sanitario, Istituzioni pubbliche, Associazioni di pazienti […]
Convegno apnee ostruttive nel sonno: tutto su sintomi, rischi e terapie
L’Associazione Apnoici Italiani Onlus organizza un convegno dal titolo: “Le Apnee Ostruttive nel Sonno”. L’evento avrà luogo mercoledì 4 ottobre 2017 presso la Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro e il Senato della Repubblica, con il patrocinio della Facoltà di Medicina e Chirurgia -Università degli Studi di Roma Tor Vergata, l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri e […]
Ricciardi: «A Roma tutti indicatori di salute peggiorati»
L'incontro "Crescita vs Crisi" è stato occasione di confronto sui temi della salute dell'ambiente e dei cittadini tra esponenti del Governo, del mondo accademico, delle principali organizzazioni di categoria e di fondazioni ed organizzazioni no-profit che operano in ambito sanitario
Leopolda 2017: il “Futuro” della salute tra innovazione e nuove tecnologie
Il 29 e 30 settembre è in programma alla Leopolda di Firenze il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, lo spazio di confronto nazionale sul sistema sanitario italiano e sul suo futuro. Conferenze, workshop e dialoghi per definire lo stato attuale e pianificare le nuove rotte di domani analizzando se e come il nostro sistema sanitario […]
Bambini disabili: lo sport giusto fa bene. Ma lo deve prescrivere il medico: dal tennis al nuoto, ecco i consigli
L’attività fisica è un elemento fondamentale nella crescita ed evoluzione psicofisica dei giovani. Bambini e adolescenti affetti da malattie croniche e disabilità non devono fare eccezione. I consigli dello specialista esperto per la scelta delle attività più indicate nelle differenti situazioni patologiche
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi: 62 milioni di euro di rimborsi. Ma arriva la prescrizione…

Lavra (OMCeO Roma): «Felice per i colleghi rimborsati, Consulcesi patriottica». Andrea Tortorella (Ad Consulcesi): «Cifra emblematica, consigliamo a tutti i camici bianchi di muoversi prima della p...
Lavoro

Medici di famiglia, Lorenzin: «Sono le nostre braccia sul territorio. Più risorse da Def e fondi regionali»

«Investiamo sul capitale umano, i nostri medici di famiglia sono l’anello forte della catena» così il Ministro Lorenzin intervistata al 74° Congresso Nazionale Fimmg. Ecco le ultime novità su D...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...