Salute 27 luglio 2015

Il bollettino del Ministero

Expo 2015, la salute passa anche dall’alimentazione

di Ministero della Salute

Nella sua partecipazione ad Expo il Ministero della Salute, soprattutto per quanto riguarda la salute e gli alimenti, ha incentrato il suo programma sulla prevenzione e quindi sul cibo come elemento primario per la salute delle persone. E questo sarà uno dei temi che affronteremo alla fine di ottobre in un evento dedicato. Si parlerà di come il cibo sia un elemento di vita, slogan dell’evento, e di come sia un grandissimo elemento di qualità della vita delle persone.

Pensate ad esempio che per quanto riguarda  il diabete alimentare in Italia potremmo risparmiare circa 3 miliardi di euro semplicemente adottando uno stile di vita corretto, ovvero adottando una corretta alimentazione e un’adeguata attività fisica, che non significa dover fare necessariamente sport, è sufficiente infatti una passeggiata di almeno trenta minuti al giorno. La qualità della nostra vita incide sulla qualità dei sistemi sanitari e sulla salute di tutti noi. Tra gli obiettivi di un moderno sistema sanitario non c’è solo quello di curare le persone, obiettivo che diamo per scontato, ma soprattutto quello di fare in modo che le persone si ammalino il più tardi possibile o addirittura non si ammalino per niente. E il cibo è l’elemento principale per vivere bene, vivere meglio e vivere più a lungo.

Quindi tornando allo slogan di Expo dobbiamo pensare non solo a nutrire il pianeta, ma a come nutrirlo, con quale quantità e qualità di cibi. E’ evidente che la qualità della sicurezza dei cibi diventa un elemento primario della salute delle persone ed un elemento importantissimo per le economie dei nostri Paesi e per la filiera economica che ruota intorno al sistema agroalimentare. Ecco che i due grandi eventi (uno appena concluso, quello sulle frodi alimentari) che il ministero della Salute, grazie anche al ministero dell’Agricoltura, ha organizzato ad Expo si muovono su questi due aspetti: la sicurezza del cibo e la qualità dell’alimentazione e della nutrizione.

Beatrice Lorenzin 

Articoli correlati
Il 2 e il 3 settembre ad Aosta prevenzione in piazza gratuita per tutti
Un ospedale da campo nel centro di Aosta. Il 2 e il 3 settembre, dalle 10 alle 13.30 e dalle 15 alle 18 in piazza Chanoux sarà possibile sottoporsi gratuitamente a visite specialistiche, screening e indagini strumentali. La Onlus Campus Salute Valle d’Aosta, con il patrocinio del Consiglio regionale della Valle d’Aosta, dell’Assessorato regionale della […]
Velocità e precisione: all’Ifo di Roma arriva Cyberknife, il robot che rivoluziona la radiochirurgia
Precisione, salvaguardia dei tessuti sani, minore invasività, riduzione degli effetti collaterali e del dolore. Sono questi i benefici di CyberKnife rispetto alle procedure di radioterapia tradizionali. Giuseppe Sanguineti, Direttore di Radioterapia oncologica dell’Ifo, lo definisce una vera rivoluzione e descrive le peculiarità e le funzionalità ai microfoni di Sanità Informazione
Mangiare sano con gusto, la “ricetta” della Dottoressa Serena Missori: «Rivolgersi a medici correttamente formati»
Mangiare sano senza rinunciare al gusto. E’ possibile? L’endocrinologa e nutrizionista Serena Missori, referente scientifica per il Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, nonché autrice di diversi libri di successo (tra cui l’ultimo, in ordine di tempo, è “La dieta dei biotipi”) spiega perché la corretta alimentazione di un paziente passa anche e soprattutto dalla corretta […]
Nutrizione e prevenzione, solo 14% dei bambini segue dieta mediterranea. Lena (Regione Lazio): «Serve formazione»
«Diffondere una corretta educazione alimentare è compito di medici e istituzioni, in questa ottica è giusto essere ben preparati per fornire risposte corrette». Lo dichiara il Presidente della Commissione Politiche Sociali e Salute, Rodolfo Lena, a margine del convengo “Valutazione delle criticità nazionali in ambito nutrizionale e strategie d’intervento 2016-2019” alla Regione Lazio
Il medico di base: un ruolo chiave
“Prevenire è meglio che curare”, più che un semplice luogo comune dovrebbe essere la “forma mentis” alla base di ogni progetto di vita. Perché la salute è ciò che permette di realizzare qualsiasi disegno abbiamo pianificato per il nostro futuro e, quando la condizione di benessere viene meno, le priorità cambiano e i progetti di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...