Salute 12 ottobre 2017

Giornata Mondiale della Vista: visite offerte in tutta Italia e a Milano occhiali gratis per disagiati

L’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB Italia), l’Organizzazione Mondiale della Sanità insieme a OneSight Luxottica, promuovono iniziative di sensibilizzazione ai problemi oculistici in tutto il Paese. Da segnalare nel capoluogo lombardo oculisti e ortottisti dal 16 al 27 ottobre a disposizione per test visivi gratuiti agli ospiti di tre Onlus

Immagine articolo

Oggi è la Giornata Mondiale della Vista promossa dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB Italia) e l’Organizzazione Mondiale della Sanità. In questa occasione OneSight Luxottica, organizzazione indipendente senza scopo di lucro, promuove, in collaborazione con l’assessorato Politiche Sociali del Comune di Milano, una serie di giornate dedicate ai controlli della vista per centinaia di persone in situazione di disagio sociale che avranno accesso gratuito a una visita oculistica completa e riceveranno nel caso gli occhiali necessari.

La Campagna prevede, dal 16 al 27 ottobre, una serie di test visivi gratuiti, offerti a oltre 700 ospiti di tre Associazioni no profit di Milano: gli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline, la Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci” e la Fondazione Progetto Arca onlus. Lo scopo è sensibilizzare quella parte di popolazione che si trova in particolari condizioni di difficoltà socio-economiche, ad una corretta cultura della prevenzione delle patologie più comuni che possono colpire gli occhi e di conseguenza la vista.

LEGGI ANCHE: LENTI A CONTATTO, TUTTE LE ACCORTEZZE PER USARLE NEL MIGLIORE DEI MODI

In dettaglio, a Milano un gruppo di quattro medici oculisti insieme ad altrettanti colleghi ortottisti, messi a disposizione da Neovision, si recherà presso appositi spazi, indicati dalle Onlus, per offrire visite oculistiche della durata media di trenta minuti ciascuna. Gli incontri, rivolti a un numero prefissato di persone, selezionate dal personale delle diverse Associazioni, saranno anche l’occasione per fornire informazioni e pareri clinici circa i trattamenti e le cure più indicate per ognuno.

«Siamo felici di prendere parte a questa pregevole iniziativa che si pone l’obiettivo di aiutare le persone più bisognose della nostra Comunità a prendersi cura dei propri occhi – afferma Stefano Rizza, Amministratore Delegato di Neovision Holding srl -. È prioritario, infatti, che si diffonda una corretta cultura della prevenzione e della cura della vista, forse il più importante dei cinque sensi di cui disponiamo, e che ognuno sia messo nelle condizioni di salvaguardare i propri occhi; due organi dati spesso per scontati ma imprescindibili per la nostra vita».

Articoli correlati
Maculopatia: Neovision in prima linea con gli screening gratuiti per salvare la vista!
Anche Neovision – il primo network italiano di cliniche oculistiche – aderisce alla prima Campagna Nazionale di Prevenzione e Diagnosi della Maculopatia, promossa su tutto il territorio nazionale da CAMO (Centro Ambrosiano Oftalmico) e dall’Ospedale San Raffaele di Milano, con l’autorevole patrocinio del Ministero della Salute, del Comune di Milano e della SOI (Società Oftalmologica […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...