Formazione 28 febbraio 2014

FAD e norme applicative: nuove opportunità anche nell’omeopatia

Chiriacò (presidente OMCeO Rieti): “L’antitesi tra medicina ufficiale e non convenzionale è superata. Avanti con scuole ed innovazione”

Immagine articolo

Quello relativo all’omeopatia è un tema ancora piuttosto controverso, tant’è che in Italia non è ancora ben chiaro il quadro normativo entro il quale operano i medici omeopati. Abbiamo chiesto un commento al prof. Dario Chiriacò, specialista in omeopatia, nonché presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Rieti e coordinatore dell’Osservatorio sulle Medicine non Convenzionali della FNOMCeO.

Chiriacò ha cominciato ad interessarsi di omeopatia negli anni ’70, come paziente. Da allora ha seguito diversi corsi incentrati su questo tipo di terapia fino ad insegnarla, nei successivi 24 anni, prima in una scuola già esistente, poi in un istituto da lui fondato a Roma (C.O.I.I.).

Prof. Chiriacò, cos’è l’omeopatia e quali applicazioni può avere?

L’omeopatia è una metodologia clinico-terapeutica nata due secoli fa. Utilizza sostanze “naturali” (minerali, vegetali e animali) che, opportunamente trattate, aiutano le persone di tutte le età. Essa si rivolge dunque a tutti, perché aiuta l’organismo a guarire se stesso.

Non tutti sono disposti a mettere sullo stesso piano omeopatia e medicina ufficiale.

La vecchia impostazione che la poneva in antitesi alla medicina ufficiale è totalmente superata: le due medicine possono e “devono” coesistere laddove la clinica e la prioritaria attenzione al paziente lo richiedono. La critica che viene mossa dalla medicina ufficiale è relativa alla non conoscenza del meccanismo d’azione del farmaco. L’aspetto che va evidenziato è la progressiva uscita dell’omeopatia da aloni di misticismo e da sovrastrutture filosofiche.

A che punto è la normativa italiana sul tema?

In carenza di reali normative legislative, la FNOMCeO nel maggio 2002 a Terni, nel novembre 2009 a Rieti e poi nel 2010 a Roma, ha riconosciuto omeopatia come atto medico ed ha indicato le caratteristiche che debbono avere le scuole, i docenti, i professionisti, ecc. Un anno fa il Ministero della Salute ha emanato normative in merito, in sintonia con la Conferenza Stato-Regioni e con la FNOMCeO, rappresentata dal presidente Amedeo Bianco e dal sottoscritto in qualità di coordinatore dell’Osservatorio MNC. Adesso stiamo aspettando le norme applicative. In quella occasione sono state anche stabilite le regole secondo cui organizzare le scuole, comprese quelle relative alla quantità di ore di studio e alla possibilità di fare una parte dei corsi con la Formazione a Distanza ( FAD ).

Formazione a Distanza e nuove tecnologie utili dunque anche all’omeopatia.

Considero ovviamente importante che una parte della formazione dello studente avvenga tramite lezioni vis a vis con il docente, ma al giorno d’oggi risulta altrettanto importante che successivamente si proceda con la FAD per almeno due motivi: semplificare il processo di apprendimento e tenere costantemente aggiornato il medico. Questo aspetto, unito all’utilizzo delle ultime tecnologie a disposizione nell’ambito medico, ci aiuterà molto nel nostro lavoro.

Articoli correlati
Morto per otite non curata. Lavra (OMCeO Roma): «Come può essere messa in discussione la legittimità delle medicine complementari?»
Avrebbe fatto sette anni a breve il bambino di Pesaro morto per un'infezione non curata. Ad essere indagati il medico curante insieme ai genitori. Lorenzin: «Omeopatia complementare, non sostitutiva». Dario Chiriacò, coordinatore della Commissione per le Medicine non Convenzionali della FNOMCeO: «L'antibiotico è un grande dono, utile per patologie acute. L'omeopatia può affiancare la cura per rinforzarla e tonificarla».
L’agopuntura aiuta i pazienti oncologici, partita sperimentazione a Genova
Medicina alternativa per i malati oncologici. Shatzu, agopuntura, fitoterapia e dieta, abbinati ai farmaci tradizionali e alle terapie mediche, migliorano le condizioni dei malati, in particolare dei pazienti oncologici. Lo affermano i responsabili di una sperimentazione di 12 mesi partita a gennaio presso l’ospedale Gallino di Pontedecimo in provincia di Genova. La vicepresidente della Regione Liguria e […]
Farmaci omeopatici: come dovrebbero essere scritte le etichette?
Etichette sui medicinali omeopatici poco trasparenti? È quello che sostiene il Comitato Nazionale di Bioetica che, pochi giorni fa, ha segnalato che le informazioni presenti sui medicinali non assicurano «la necessaria trasparenza informativa e il rigore, pre-requisito essenziale per la commercializzazione di qualsiasi farmaco». Per «ridurre potenziali effetti confondenti», sono tre gli elementi che secondo […]
Una soluzione alle allergie primaverili ed estive? Ecco le proposte ‘alternative’
Il periodo primaverile ed estivo risulta essere la fase dell’anno in cui la maggior parte delle persone si rivolge alle terapie della medicina alternativa e non convenzionale per far fronte alle allergie stagionali. Irrigazioni nasali con soluzione salina, agopuntura, probiotici, miele e farfaraccio: ecco tutte le cure ‘non convenzionali’ per le allergie che affliggono migliaia di […]
Giornata Internazionale dell’Omeopatia: rimedi naturali per ogni specializzazione medica
Omeopatia e naturopatia, le medicine non convenzionali che registrano un numero sempre maggiore di adesioni. In quest’ottica occorre una continua formazione da parte del personale sanitario
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...