Salute 29 dicembre 2016

Davide Faraone è il nuovo Sottosegretario alla Salute. «Grande stima per Lorenzin»

Conferme e nuove nomine per il Governo Gentiloni: scambio di poltrone tra Vito De Filippo e Davide Faraone. Il primo dalla Salute passa all’Istruzione e Faraone siede accanto alla Lorenzin

È Davide Faraone il nuovo Sottosegretario alla Salute che si insedia nel Dicastero presieduto da Beatrice Lorenzin. Responsabile Welfare e Scuola del Pd, Faraone, nato a Palermo il 19 luglio del 1975, fa uno scambio di poltrona con Vito De Filippo ex sottosegretario alla Salute che passa nello stesso ruolo al Miur.

Faraone ha fatto parte della Commissione Lavoro alla Camera, è stato segretario cittadino di Palermo e Capogruppo del Pd nello stesso Comune. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di Deputato Regionale nelle file del Partito Democratico, ha portato avanti battaglie politiche come la riduzione del numero dei deputati regionali all’Ars, e l’abolizione del privilegio riservato al solo personale dell’Amministrazione regionale di andare in pensione grazie a benefici della legge 104. Inoltre è il fautore della Legge Regionale che obbliga tutti i consigli comunali siciliani a istituire la consulta degli immigrati.

In seguito alla nomina Faraone ha scritto sul suo blog: «Più tardi giurando davanti al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, il mio pensiero non potrà che andare a mia figlia Sara, il suo volto ed i suoi bisogni di essere speciale sono sempre l’anima di ciò che faccio, i suoi diritti e quelli di tanti bambini, ragazzi e adulti con autismo saranno il punto di partenza e di arrivo per tante battaglie da portare avanti e tante cose da fare, per questo con il cuore ho scelto questa avventura». «La politica non è solo una questione di testa, non è mero e freddo calcolo – continua Faraone -. La politica è anzitutto passione, cuore, sentimento. Ed è col cuore che vado, dunque, al Ministero della Salute dove lavorerò al fianco del Ministro Beatrice Lorenzin verso la quale nutro una grande stima. Certo un pò del mio cuore lo lascio al ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dove ho comunque vissuto una bellissima esperienza per la quale ringrazio prima di tutto il ministro Stefania Giannini e poi tutte le straordinarie persone con le quali ho avuto il piacere di condividere questo percorso».

Vito De Filippo, per 3 anni sottosegretario alla Salute, passa ora all’Istruzione. Lo comunica lo stesso De Filippo al termine del Consiglio dei Ministri che ha affrontato il tema delle nomine. «Lascio dopo circa 3 anni l’incarico di sottosegretario alla Salute – spiega -. Il bilancio del percorso fatto è positivo: si è trattato di un’esperienza ricca e significativa, che lascia una traccia profonda nel mio vissuto politico. Grazie quindi al ministro Lorenzin, al capo di Gabinetto, a tutti i vertici degli uffici di diretta collaborazione, ai direttori generali, ai dirigenti ed ai funzionari del Ministero e degli enti ausiliari con i quali in questi anni ho avuto un proficuo scambio di idee e un fattivo contributo alla progettualità, svolgendo un prezioso lavoro di squadra in una costante ottica di servizio rivolta ai cittadini. Un ringraziamento particolare va anche ai miei diretti collaboratori, per la stima sempre ricevuta e ricambiata. Mi attende ora una nuova esperienza all’Istruzione – conclude – dove conto operare con lo stesso spirito di servizio, in ossequio a quei principi di equità e successo formativo che fondano la nostra Costituzione».

 

Articoli correlati
Sanità, Grillo incontra i dipendenti del Ministero: «Merito ed efficienza capisaldi del mio mandato»
Il Ministro ha ribadito l’importanza del lavoro di squadra. Poi ha aggiunto: «Sono certa che con le tante, qualificate, risorse che il dicastero ha a disposizione sarà fatto un ottimo lavoro»
Giulia Grillo è la nuova Ministra della Salute
L’on. Giulia Grillo è la nuova Ministra della Salute nel governo presieduto dal Prof. Giuseppe Conte. Nata a Catania il 30 maggio 1975, ha giurato il 1° giugno 2018 nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Giulia Grillo è il sesto ministro donna del dicastero, dopo Tina Anselmi, Mariapia Garavaglia, Rosy Bindi, Livia Turco, […]
Legge Lorenzin: approvati i decreti attuativi per Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
«Questo è un momento di svolta storico nella nostra professione perché arriva alla fine di un iter lungo che ha permesso di dare il giusto valore e riconoscimento a una professione con un ruolo sempre più fondamentale e centrale nella tutela della salute pubblica» così Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Responsabilità professionale e formazione ECM: medici non aggiornati a rischio nei contenziosi (e pagano assicurazioni più salate)
La Legge Gelli sulla responsabilità medico-sanitaria ha compiuto il suo primo anno di vita e, in attesa degli ultimi decreti attuativi che ne chiuderanno definitivamente il perimetro, l’aggiornamento professionale è lo snodo centrale della normativa
Influenza Aviaria, ecco il decreto con i fondi alle Regioni. Il Ministro risponde
È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 91, del 19.04.2018, il Decreto 14 marzo 2018 del Ministro della salute che, di concerto con il Ministro delle politiche agricole, ripartisce alle Regioni i fondi per l’emergenza avicola previsti dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205 “Legge di Bilancio”. Il Decreto assegna alle amministrazioni regionali […]
di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...