Salute 7 settembre 2018

Ospedale Bambino Gesù: biciclette in dono ai piccoli pazienti trapiantati

Biciclette nuove e fiammanti in dono per 9 giovani pazienti trapiantati dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù , che ieri pomeriggio si sono ritrovati nella sede del Gianicolo per dare una pedalata in compagnia. La squadra di ciclisti in erba si era già riunita lo scorso ottobre nella Minifondo di Roma, gara promossa dall’As Roma Ciclismo nell’ambito […]

Biciclette nuove e fiammanti in dono per 9 giovani pazienti trapiantati dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù , che ieri pomeriggio si sono ritrovati nella sede del Gianicolo per dare una pedalata in compagnia. La squadra di ciclisti in erba si era già riunita lo scorso ottobre nella Minifondo di Roma, gara promossa dall’As Roma Ciclismo nell’ambito della campagna nazionale ‘Diamo il meglio noi’ sulla donazione e sul trapianto di organi, tessuti e cellule del Centro Nazionale Trapianti.

Si tratta di ragazzi e ragazze che hanno un’età compresa tra i 6 e i 20 anni: 5 di loro sono stati sottoposti a un trapianto di rene, 2 a un trapianto di fegato e negli altri due casi si è trattato di un doppio trapianto (fegato-rene e fegato-intestino). A consegnare i ‘bolidi’ il presidente del Centro Nazionale Trapianti, Nanni Costa, il presidente dell’AS Roma Ciclismo, Lorenzo Baldesi e la presidente dell’Ospedale della Santa Sede, Mariella Enoc. La pedalata si è svolta in un clima di festa, con le famiglie a incitare i propri ragazzi in sella. Poi, tutti in Ludoteca per la proiezione di “Salvo e Gaia”, il cartoon a cura del Ministero della Salute e dello stesso Centro Nazionale Trapianti, i cui protagonisti partono alla scoperta del corpo umano interrogandosi sul suo funzionamento e in alcuni casi sulle sue possibilita’ di “riparazione”.

LEGGI ANCHE: AL BAMBINO GESÙ UN MINI-CUORE ARTIFICIALE SALVA LA VITA DI UNA BIMBA DI TRE ANNI

Così in un comunicato l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Irccs. La pedalata è il segno della ripresa completa di questi bambini, che così si sentono come gli altri e soprattutto stare insieme agli altri. Non sono più pazienti. E’ un segno di benessere fisico e poi solo se si pedala si rimane in equilibrio. «Questo penso che valga anche per il Centro Nazionale Trapianti e per la rete trapiantologica», ha dichiarato Nanni Costa, presidente del Centro Nazionale Trapianti. «Il trapianto non serve soltanto a togliere un bambino dalla dialisi, ma anche a restituirgli una vita sociale e in questo senso l’attività sportiva può  senz’altro completare la sua quotidianità – ha dichiarato Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù – L’Ospedale continua a guardare in avanti, a guardare al futuro e lo fa anche attraverso i suoi pazienti, che grazie al miglioramento costante nella ricerca e nella cura proprio in futuro potranno crearsi una famiglia e avere una vita come quella dei loro coetanei».

«Siamo felici di vedere così tanto entusiasmo intorno a noi. In questi momenti di presenza e sensibilità abbiamo trovato solo riscontri positivi da parte dei nostri partner. Il Centro Nazionale Trapianti sta portando avanti un ottimo lavoro e in questi eventi noi siamo fieri portavoce del loro messaggio», è stato il commento di Lorenzo Baldesi, presidente dell’As Roma Ciclismo.

Articoli correlati
Roma, Bambino Gesù: dona al figlio rene e fegato in laparoscopia
Un altro traguardo per l’ospedale romano Bambino Gesù. Per la prima volta in Italia, una mamma romana ha donato rene e fegato in laparoscopia a suo figlio, un bimbo di un anno e mezzo, affetto da una malattia metabolica rara, l’ossalosi. Si tratta di un accumulo di ossalato di calcio nei reni e in altri tessuti; una malattia complessa […]
Bambino Gesù, aperto un nuovo ambulatorio dedicato a dermatite atopica e psoriasi
L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha attivato un nuovo ambulatorio dedicato a dermatite atopica e psoriasi nella sede di San Paolo Fuori le Mura. Si tratta di due malattie infiammatorie della pelle a evoluzione cronico-recidivante e non hanno una terapia eziologica che garantisca la guarigione definitiva. Entrambe le patologie influiscono molto sulla qualità di vita per diversi motivi: aspetto estetico, cronicità, prurito specialmente nella dermatite atopica, […]
Carenza medici, le proposte dei sindacati: tutti d’accordo su aumento borse ma distanze su apertura concorsi a specializzandi
L'Anaao Assomed propone teaching hospital e richiede nuova programmazione del fabbisogno. Fp Cgil medici, Cisl medici e Uil Fpl medici: «Necessario drastico cambio di rotta». CIMO: «Rivedere il sistema attraverso una programmazione seria del fabbisogno del personale e dei meccanismi di accesso alla professione medica»
Disturbi dell’alimentazione, la guida del ministero per famiglie e operatori sanitari. E arriva il codice lilla
Un Tavolo di lavoro specifico coordinato dal ministero della Salute ha elaborato le “Raccomandazioni per interventi in Pronto Soccorso per un Codice Lilla” e le “Raccomandazioni per i familiari”
Vaccini, la petizione delle mamme di bimbi immunodepressi. La storia di Roberta: «Mia figlia merita una vita normale»
Una raccolta di 300mila firme per rinvigorire l’obbligo alla profilassi e abolire l’ipotesi di ‘flessibilità’ così come proposta dal governo. Questo l’obiettivo di tantissime mamme che insieme all’associazione ‘IoVaccino’ reclamano il diritto alla salute e allo studio per i figli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...