Politica 13 maggio 2014

Consulcesi “a braccetto” con il Ministro: un modello all’avanguardia e d’esportazione

“Riscriviamo il futuro della professione medica”: nella targa consegnata alla Lorenzin suggellata la comunione d’intenti

Immagine articolo

Un segnale di vicinanza ai medici ma anche al mondo delle professioni che gravitano intorno alla sanità. Ha assunto questo significato la visita del ministro della Salute Beatrice Lorenzin a Consulcesi. Nella sede della maggiore realtà italiana e tra le principali in Europa nella tutela dei camici bianchi c’è stato un momento di incontro particolarmente importante.

Una giornata risultata particolarmente gradita ad entrambe le parti: da un lato, il ministro ha colto l’occasione per indicare in Consulcesi un modello da seguire se si vuol creare un “sistema salute” all’avanguardia e d’esportazione; dall’altro, i vertici della stessa Consulcesi si sono detti particolarmente felici ed onorati per la visita e le attestazioni ricevute per il lavoro svolto in questi anni: “Per Consulcesi è stata davvero una giornata speciale – ha dichiarato il Direttore Generale, Simona Gori – durante la quale abbiamo avuto la conferma che stiamo seguendo un percorso parallelo a quello istituzionale investendo nel campo dell’innovazione, della ricerca e della scienza. Un motivo in più per continuare su questa strada”.
Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Vicepresidente di Consulcesi, Edoardo Pantano, che nel ringraziare il ministro per questa visita ha messo in evidenza l’attenzione costante che la Lorenzin riserva “ai temi più complessi del mondo sanitario. Il suo impegno sempre crescente – continua Pantano – per la soluzione dei problemi più attuali come quello dell’Rc professionale, della tutela legale o della medicina difensiva, hanno trovato infatti piena corrispondenza con le nostre attività quotidiane, che vedono oltre 350 professionisti al servizio degli oltre 50mila medici tutelati da Consulcesi”.

Insomma, una grossa soddisfazione, un importante attestato di stima proveniente dalla carica dello Stato più importante nell’ambito della sanità italiana. Una sanità che, secondo il ministro, necessita della stessa attenzione verso competenza e innovazione che ha trovato in Consulcesi e che caratterizza il suo operato da oltre vent’anni. Un impegno focalizzato anche sui diritti degli ex specializzandi, sui quali si è pronunciata anche il ministro Lorenzin durante proprio la visita proponendo “un sistema di riforme che, in modo incisivo, riequilibri il rapporto tra Stato, cittadini e anche le imprese, al fine di rimettere in moto la macchina amministrativa”.

La visita a Consulcesi si è chiusa con la consegna al ministro da parte del Vicepresidente Pantano e del Direttore Generale Gori, di una targa con su scritta la frase “Riscriviamo il futuro della professione medica”. Un messaggio che il ministro Lorenzin ha apprezzato a tal punto da volerlo far proprio: “E’ esattamente l’idea che ho io del Sistema Salute”, ha ribadito salutando tra gli applausi.

Per informazioni Consulcesi mette a disposizione il numero verde 800 122 777 e il sito www.consulcesi.it

Articoli correlati
Ex specializzandi, slitta data azione collettiva: ricorsi possibili fino al 25 luglio
Boom di adesioni alla nuova azione collettiva di Consulcesi sulla scia della campagna "37 milioni in 37 giorni", con il quale sono stati rimborsati oltre 1.100 camici bianchi di tutta Italia. «Ricevute oltre 5mila richieste in meno di un mese»
Responsabilità professionale, Fineschi (“La Sapienza”): «Nuova normativa ha fatto maturare il sistema»
Limiti ai risarcimenti per i professionisti sanitari e un fondo di garanzia per i pazienti. La Legge Gelli-Bianco ha rivoluzionato la gestione del rischio, la sicurezza delle cure e gli obblighi assicurativi. Pietro Di Tosto, Consigliere Segretario dell'Ordine degli avvocati di Roma: «Certezze per un settore che non ne aveva»
Rimborsi ex specializzandi: 37 milioni in 37 giorni in tutta Italia. Ma ora c’è il rischio prescrizione
Grande successo per il “giro d’Italia” con cui Consulcesi consegna gli assegni per gli anni di scuola post-laurea non pagati: «Attese nuove sentenze in breve tempo ma resta il rischio prescrizione. Per non perdere il rimborso produrre un atto interruttivo gratuito o aderire alla prossima azione collettiva»
Incubo pensione per i medici: l’81% teme crollo dei redditi e punta sulla previdenza complementare
Consulcesi, realtà leader nella tutela dei camici bianchi, ha raccolto i pareri di oltre 2mila medici sulla previdenza complementare: il 51% degli intervistati ha già scelto un fondo pensione, privilegiando i privati. I medici chiedono intervento legislativo per incentivare l’adesione grazie alla maggiore deducibilità fiscale
Ex specializzandi lavoravano senza essere pagati: lo Stato li risarcisce con oltre 8 milioni di euro
L’iniziativa "37 milioni in 37 giorni" fa tappa a Modena. L’Amministratore Delegato di Consulcesi, Andrea Tortorella: «Il diritto dei medici specialisti è riconosciuto da tutti i tribunali. Per non lasciare nessuno senza rimborso, il 15 luglio parte la nuova azione collettiva»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...