OMCeO, Enti e Territori 10 aprile 2018

Nursing Up, previsti disagi e blocco attività per sciopero infermieri 12 e 13 aprile

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up […]

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up in una nota stampa, in cui la sigla autonoma avverte che saranno comunque garantiti, come prevede la normativa vigente, i servizi minimi essenziali.

Alcune manifestazioni accompagneranno la protesta: è previsto davanti all’ospedale San Martino di Genova un presidio di infermieri il 12 aprile dalle 7.30 alle 10, mentre il giorno dopo si sposterà di fronte alla Prefettura, dove alle 12 chiederà di essere ricevuto dalle autorità per consegnare il documento con le ragioni dello sciopero. Sempre il 13 aprile è in programma a Torino un corteo che cingerà d’assedio idealmente uno dei più grandi nosocomi del Piemonte, Le Molinette, dove interverrà il presidente del sindacato Nursing Up, Antonio De Palma. Mentre a Trento il contestato rinnovo contrattuale del comparto sarà al centro della discussione presso l’Auditorium dell’ospedale S. Chiara dalle 14.30 alle 17, per trasferirsi l’indomani
nell’Aula Magna dell’ospedale S. Maria del Carmine.
Ma le iniziative non finiscono qui. Proseguono le assemblee degli attivisti per discutere delle criticità del nuovo contratto firmato da Cgil, Cisl e Uil, e delle elezioni delle RSU che si svolgeranno il 17, 18 e 19 aprile prossimi. Tra le rivendicazioni degli infermieri: dignità professionale, un contratto che rispetti l’evoluzione della professione, regole che supportino la declinazione operativa delle potenzialità professionali, pari opportunità tra i professionisti della salute e un riconoscimento economico congruo alle responsabilità. Dopo le riunioni tenute in ogni città italiana, ora gli infermieri si danno appuntamento a:

  •  Milano, il 10 aprile dalle 8 alle 10 presso l’IRCCS Policlinico di Milano e dalle 14,30 alle 16,30 presso l’ASST Santi Paolo e Carlo, P.O. San Paolo;
  • Verbania, il 10 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio Ospedaliero di Verbania;
  • Rossano, il 10 aprile assemblea dalle 12 presso l’Ospedale Civile Nicola Giannettasio;
  • Cremona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 13 alle 16 all’ASST Cremona;
  • Savona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 14.30 alle 16 presso la ASL di Savona;
  • Padova, l’11 aprile assemblea dalle 11 alle 13 all’Azienda Ospedaliera di Padova;
  • Genova, l’11 aprile assemblea dalle 12 alle 14 presso Ospedali Galliera;
  • Borgosesia, l’11 aprile assemblea dalle 10 alle 12 presso la ASL di Presidio Santi Pietro e Paolo;
  • Vercelli, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio di Vercelli;
  • Frascati, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso la ASL Roma 6;
  • Trento, il 12 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Auditorium dell’ospedale Santa Chiara;
  • Palermo, il 12 aprile assemblea dalle 12.30 alle 15 presso il P.O. Partinico;
  • Padova, il 12 aprile assemblea dalle 10 alle 12.30 presso l’Ospedale Piove di Sacco, e il 13 aprile dalle 13 alle 15 presso l’Ospedale Sant’Antonio di Padova;
  • Rovereto, il 13 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Ospedale S. Maria del Carmine;
  • Cagliari, il 13 aprile assemblea dalle 15 alle 18 presso l’Azienda Ospedaliera G. Brotzu;
  •  Anzio, il 16 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso l’Azienda Ospedaliera di Anzio.

Il calendario degli eventi viene aggiornato di ora in ora sulla pagina FACEBOOK NURSING UP

Articoli correlati
Carenza infermieri, la proposta FNOPO: «Restituiamo a sole ostetriche la cura delle donne nelle aree materno-infantili»
La strategia della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica punta alla razionalizzazione delle risorse umane in sanità e all'utilizzo “appropriato” dei professionisti sanitari. «L'ostetrica può offrire da sola l’80% delle cure ostetriche, come certificato dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità»
Nursing Up al ministro Grillo: «Infermieri chiedono valorizzazione e assunzioni»
Una delegazione del sindacato Nursing Up è stata ricevuta al Ministero della Salute per parlare delle problematiche della categoria che conta 270mila infermieri nel pubblico impiego, a fronte di un fabbisogno di forza lavoro di almeno 50mila unità in più, stando allo standard minimo stabilito a livello internazionale da Oms, Ocse e Ue. Durante l’incontro […]
Carenza Specialisti, AAROI-EMAC: «Affrontare emergenza ma con regole e corretta programmazione»
In Italia – ormai è un dato di fatto – la carenza di Medici Specialisti Ospedalieri, tra i quali gli Anestesisti Rianimatori, sta mettendo a rischio i LEA. Alle Organizzazioni Sindacali di categoria oggi viene chiesto di collaborare per una soluzione che nell’immediato possa assicurare ai cittadini che questo rischio sia allontanato ricorrendo all’utilizzo dei […]
Assistenza ai disabili, Fiorda (Opi Roma): «Li accompagnamo verso autosufficienza. Ma servono percorsi formativi ad hoc»
«Non esiste una formazione specifica per l’infermiere che assiste il disabile, ma l’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle disabilità richiedono un implemento delle specialistiche post-laurea. Prevedere l’infermiere per le persone con disabilità anche nelle scuole». Parla Maurizio Fiorda, consigliere dell’Opi di Roma
di Isabella Faggiano
Tivoli, aggrediti tre infermieri durante un Tso. Opi Roma: «Siamo sgomenti. Escalation di violenza va fermata»
L’uomo ha agito in maniera violenta danneggiando la porta d'ingresso del reparto e provocando una distorsione alla caviglia di un’infermiera. L’Ordine degli Infermieri della Capitale: «Siamo ennesimo baluardo maltrattato di una professione sempre in prima linea e troppo spesso lasciata sola»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...