OMCeO, Enti e Territori 2 ottobre 2017

ADM e ISS istituiscono il numero verde nazionale per il gioco d’azzardo

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) ed il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) hanno definito il progetto biennale: “Il gioco d’azzardo in Italia: ricerca, formazione ed informazione”, che nasce per conoscere meglio e fronteggiare le problematiche connesse al gioco d’azzardo, soprattutto nel suo possibile impatto sulla salute di soggetti […]

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) ed il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) hanno definito il progetto biennale: “Il gioco d’azzardo in Italia: ricerca, formazione ed informazione”, che nasce per conoscere meglio e fronteggiare le problematiche connesse al gioco d’azzardo, soprattutto nel suo possibile impatto sulla salute di soggetti vulnerabili. Un progetto congiunto di ADM e ISS che mira ad accrescere le conoscenze sul gioco d’azzardo in Italia, informare sui rischi per la salute dei cittadini e sulle modalità per contenerli e controllarli. Dal 2 Ottobre 2017 è anche attivo il Telefono Verde Nazionale (800558822), che coprirà l’intero territorio, un numero di aiuto e di sostegno per chi è in difficoltà a causa di questa dipendenza. Già operativa anche la formazione degli operatori di gioco e degli operatori socio-sanitari.

Per la prima volta le Amministrazioni dello Stato si occupano di questo tipo di problematiche in una logica unitaria, condividendo strategie nella prospettiva della prevenzione e della tutela della salute dei cittadini. Il piano di ricerca prevede la realizzazione di due studi: uno dedicato alla popolazione adulta (anni 18 e più) e l’altro alla popolazione minorenne compresa tra i 14 e i 17 anni che coinvolgerà le scuole. La pubblicazione dei risultati di queste ricerche è prevista per il mese di Marzo 2018.

Alessandro Aronica, vice Direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli e Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, commentano l’iniziativa sottolineando l’importanza del numero verde. «Rappresenta un servizio prezioso perché informa sulla lista di strutture sanitarie a disposizione delle persone in difficoltà nella relazione con il gioco d’azzardo» spiega il Direttore Aronica. «Questa iniziativa testimonia la volontà comune di guardare al settore del gioco in una logica unitaria, con la massima concreta attenzione anche ai profili sanitari – continua il Direttore -per prevenire e contenere i rischi nell’ambito di un approccio regolato e non proibizionista».

Della stessa opinione anche Walter Ricciardi: «Il telefono verde si aggiunge ai servizi al pubblico che l’Istituto offre su temi di valenza sociosanitaria testimoniando concretamente il legame diretto che da sempre abbiamo con i cittadini – afferma -. Si tratta, inoltre di un osservatorio importante per monitorare le problematiche e i bisogni sanitari legati al giocatore problematico. Con il TVNGA abbiamo anche l’opportunità di collegare la richiesta di assistenza con l’offerta sanitaria disponibile sul territorio. Con l’intero progetto – prosegue – vogliamo inoltre fornire conoscenze validate scientificamente per contrastare gli aspetti problematici correlati al gioco d’azzardo». Il TVNGA, inoltre, fornisce informazioni su tutte le risorse territoriali presenti e dedicate: servizi sanitari deputati al trattamento del disturbo da gioco d’azzardo, servizi in grado di gestire le problematiche socio-economiche e/o legali legate all’indebitamento nonché i Numeri Verdi Regionali dedicati alla tematica.

 

Articoli correlati
UK, crisi NHS: anche la Brexit tra le cause. Ricciardi: «Promessi 350 milioni a settimana ma la sanità è stata definanziata di 17 miliardi»
Crisi NHS e SSN a confronto: «In Inghilterra buona organizzazione senza sostegno politico; in Italia la politica è favorevole ma c’è un problema di gestione»
Napoli, Ricciardi (ISS): «Qualità della vita? Si vivono 8 anni in meno»
Il Sud d’Italia occupa l’ultimo posto in graduatoria, in Europa, in termini di aspettativa di vita. E non basta. La zona di Napoli è «la peggiore dove nascere» con un gap di ben 8 anni rispetto ai paesi Ue. A sostenerlo, durante la puntata del programma televisivo Presa Diretta, è il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) […]
L’appello di Ricciardi (Iss) e altri 40 medici: «Serve alleanza tra politica e scienza»
Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità condivide su Facebook un messaggio in cui chiede più collaborazione tra mondo scientifico e mondo politico e approva «il dialogo più stretto tra istituzioni e mondo della ricerca» portato avanti dal ministro Lorenzin.
Emergenza morbillo, Ricciardi (Iss): «Con obbligo vaccinale abbiamo messo in sicurezza i bambini, ora tocca ad adulti»
L’Italia è il quinto Paese per casi di morbillo al mondo, lo rende noto un report dell’OMS. Walter Ricciardi: «Questa è una conseguenza di errori del passato, il futuro deve andare in altra direzione»
Gioco d’azzardo, l’Emilia-Romagna corre ai ripari
Sono sempre di più le persone che soffrono del disturbo da gioco d’azzardo e che devono fare i conti con i rischi e le conseguenze che comporta: dai problemi psicologici e comportamentali fino ad arrivare all’indebitamento. Il gioco d’azzardo, infatti, è un problema serio quando da passatempo diventa dipendenza. E quando diventa dipendenza è una malattia, […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Lavoro

Pensioni, tutte le soluzioni per aumentare l’importo con aliquota e riscatto: le scadenze al 31 gennaio

Versando una quota contributiva aggiuntiva, una volta in pensione si percepirà un importo maggiore. Ma oltre all’aliquota modulare, riservata ad alcune categorie, l’Enpam offre altri utili strume...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...