OMCeO, Enti e Territori 25 luglio 2016

Medici, Cisl Napoli sulle nomine: Bene la Regione ma ora la prova dei fatti

«Ben venga la svolta impressa dal presidente De Luca con le prime nomine di direttori generali, che muovono a considerazioni diverse in relazione alla diversità delle persone che hanno ricevuto questo mandato», lo afferma, in una nota, Roberto D’Angelo, coordinatore della Cisl Medici per l’area metropolitana di Napoli. «Se della dottoressa Costantini possiamo dire che, […]

«Ben venga la svolta impressa dal presidente De Luca con le prime nomine di direttori generali, che muovono a considerazioni diverse in relazione alla diversità delle persone che hanno ricevuto questo mandato», lo afferma, in una nota, Roberto D’Angelo, coordinatore della Cisl Medici per l’area metropolitana di Napoli. «Se della dottoressa Costantini possiamo dire che, dopo un primo difficile impatto con l’ASL Napoli 3sud, complessa da gestire quanto estesa, ha dato prova di serietà e capacità di governo che fanno ben sperare per un prosieguo della sua esperienza, per quanto riguarda il dottor D’Amore lo aspettiamo alla prova dei fatti, considerato che il passaggio da commissario straordinario a manager con ampi poteri non da’ più alcun alibi circa decisioni importanti come l’adozione della contabilità per centri di costo, che oltre ad essere un obbligo di legge è un indispensabile strumento gestionale sul quale non è stato capace di andare al di là delle buone intenzioni».

Per quanto riguarda la nomina del dottor Ciro Verdoliva, «che ha portato a compimento – sottoliena la nota – i lavori per la messa in attività dell’Ospedale del Mare ed è stato nominato direttore generale del Cardarelli», D’Angelo afferma: «Abbiamo molto apprezzato il richiamo etico alla centralità del paziente, che condividiamo, ma ci è un po’ dispiaciuto che non abbia fatto alcun cenno al personale, a quelli che ‘tirano la carretta’ e senza i quali anche il suo Ospedale del Mare è un contenitore vuoto: speriamo che questo non segni la differenza critica tra un ottimo organizzatore di strutture e gare per l’acquisizione di presidi ed un efficace gestore di quel ‘capitale umano’, che è stato fino ad oggi il tesoro disprezzato della sanità campana e che le ha impedito di affondare, in tutti questi anni in un mare di melma».

Al governatore De Luca, la Cisl Medici di Napoli «aveva già chiesto, dopo la fine della stagione dei ‘commissari niente affatto straordinari’, di attivare opportuni meccanismi di controllo dell’operato dei futuri direttori generali delle strutture sanitarie e dei loro collaboratori e di aprire una nuova stagione di confronto costruttivo con le organizzazioni sindacali e con i cittadini utenti del servizio sanitario regionale».

Articoli correlati
Aggressioni, weekend di paura a Roma, Bari, Napoli. Anelli (FNOMCeO): «Cittadini, tornate dalla nostra parte. Serve alleanza terapeutica»
Fiaso: «Tremila violenze all'anno, serve inasprimento pene». Il presidente della Federazione dell’Ordine dei Medici chiede una rivoluzione nell’opinione pubblica: «Siamo soli contro carenze organizzative e istituzionali»
Napoli, ancora violenza negli ospedali: trauma cranico per un infermiere
Ennesima aggressione ai danni dei camici bianchi italiani: un infermiere dell'Ospedale dei Pellegrini di Napoli ha riportato un trauma cranico. Scotti (OMCeO Napoli): «Solidarietà ai colleghi che, da soccorritori, sono divenuti vittime»
Napoli, al via la prima Conferenza Internazionale di Psicopatologia, Neuroscienze e Psicoterapia
Da venerdì 16 a domenica 18 marzo, al Palazzo delle Arti di Napoli, si terrà la “Prima Conferenza Internazionale di Psicopatologia, Neuroscienze e Psicoterapia”, patrocinata dalla Regione Campania e dall’Ordine degli Psicologi della Campania. Il convegno è organizzato da “Phenomena”, un gruppo di studio multidisciplinare formato da docenti universitari e ricercatori promosso dalla SiPGI, scuola di […]
Napoli, arrivano gli “Health Point” per l’analisi del rischio psichico
A Napoli nascono gli “Health Point” per l’analisi del rischio psichico e delle patologie da dipendenza. Il progetto di prevenzione è stato presentato dal Rotary Napoli Castel dell’Ovo su richiesta del presidente Alfredo Ruosi e con il coordinamento medico-scientifico dello psichiatra Vincenzo Barretta. I risultati dell’attività e la presentazione delle ulteriori iniziative collegate al piano […]
Napoli, in Campania si vive quattro anni in meno rispetto a Firenze
Il luogo di nascita, quello di residenza ed il livello d’istruzione influenzano la nostra aspettativa di vita. Secondo il rapporto dell’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane, con sede a Roma presso l’Università Cattolica, la speranza di vita è più bassa per le persone che nascono al Sud, in particolare in Campania, o che non riescono a […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...