OMCeO, Enti e Territori 22 novembre 2016

Lazio, 40 anni dalla scomparsa di Pietro Valdoni, le celebrazioni alla Sapienza

Si celebreranno a Roma, il prossimo mercoledì 23 novembre 2016, alle ore 18.00, i 40 anni dalla scomparsa del Prof. Pietro Valdoni, considerato il più insigne chirurgo italiano del ‘900. La cerimonia, organizzata da Carlo Gaudio – direttore del Dipartimento Universitario di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche – si terrà presso la Sala […]

Si celebreranno a Roma, il prossimo mercoledì 23 novembre 2016, alle ore 18.00, i 40 anni dalla scomparsa del Prof. Pietro Valdoni, considerato il più insigne chirurgo italiano del ‘900.
La cerimonia, organizzata da Carlo Gaudio – direttore del Dipartimento Universitario di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche – si terrà presso la Sala Convegni “Pietro Valdoni” del Dipartimento Cuore e Grossi Vasi del Policlinico Umberto I.
Presenzieranno all’evento Gianni Letta, il senatore Guido Viceconte, il Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio e il Direttore Generale del Policlinico Umberto I, Domenico Alessio.
Pietro Valdoni, nato a Trieste il 22 febbraio 1900, dopo aver insegnato clinica chirurgica all’Università di Cagliari nel 1938, vince le cattedre di patologia chirurgica di Modena, di Firenze e, dal 1948, approda all’Università La Sapienza di Roma, dove, dal 1959, dirige la clinica chirurgica.
La sua vicenda umana e professionale sarà rappresentata da due opere, entrambe realizzate da Carlo Gaudio ed Emilio Mantova. La prima è un film-documento sulla vita del grande chirurgo, con filmati d’epoca e con la partecipazione dell’attrice Chiara Cavaliere, patrocinato da RAI-Cinema e presentato in concorso nella sezione Documentari del Premio David di Donatello 2016-2017.
La seconda opera è un libro dal titolo “Pietro Valdoni, l’uomo, il chirurgo, l’innovatore”, che raccoglie anche le testimonianze e le interviste degli allievi diretti del ‘Professore’, come Leggeri, Marino, Messinetti, Rocca Rossetti, Tonelli, Virno. Particolarmente interessanti, poi, i ricordi del celebre giornalista Gianni Bisiach, che – anche per via della comune origine triestina – aveva intessuto con Valdoni un rapporto di confidenza e di amicizia.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Dal corso MMG a Montecitorio, la storia di Rosa Menga (M5S): «Noi medici di famiglia portavoce dei pazienti in Parlamento»

È uno dei più giovani parlamentari della XVIII Legislatura e frequenta il corso di formazione in medicina generale: «Serve una visione meno ospedalocentrica dell’assistenza sanitaria. Telemedina ...
Diritto

Consenso informato, l’avvocato Pittella: «Per medico meno responsabilità civile o penale»

«I giudici in caso di contenzioso chiedono al paziente se è stato correttamente informato. Ma come si fa a saperlo? Un video, un audio, un consenso scritto in presenza dei testimoni? Questo è quell...
Formazione

Numero chiuso, 800 posti in più a Medicina. Gaudio (Sapienza): «Necessari per far fronte a carenza medici»

Saranno 9779 gli aspiranti camici bianchi che potranno immatricolarsi in autunno. Comunicate anche le date dei test: si inizia il 4 settembre con Medicina e Odontoiatria, il 5 con Veterinaria, il 12 s...