OMCeO, Enti e Territori 15 novembre 2016

Lazio, Congresso AME: «Importante formazione nel rispetto paziente»

Il presidente dell’Ame, il professor Vincenzo Toscano: «Occorre valorizzare la figura dell’endocrinologo ritenuto meno clinico rispetto ad altri medici e incentivare la formazione in una visione ‘paziente-centrica’»

Concluso in questi giorni il 15° Congresso Nazionale della Associazione medici Endocrinologici che si è svolto a Roma presso l’Ergife Palace Hotel. Un evento di formazione e di aggregazione che ha consentito ai medici di confrontarsi sui principali focus clinici, diagnostici e terapeutici che caratterizzano il settore. Durante le sessioni sono state illustrate le linee guida e i contenuti più recenti dell’endocrinologia clinica. A commentare l’evento e la sua buona riuscita, Vincenzo Toscano, presidente eletto dell’Associazione Medici Endocrinologi.

«I temi su cui ci siamo soffermati si rivolgono all’endocrinologia a tutto tondo – spiega il presidente -. L’AME è convinta che l’endocrinologo debba occuparsi dall’endocrinologia classica, quindi tiroide ma anche delle malattie metaboliche del diabete e anche di tutte le patologie di confine come l’endocrinologia ginecologica e cardiovascolare. Dunque parliamo di problemi connessi a tutta una serie di elementi in cui l’endocrinologo si deve rendere disponibile e deve avere un suo ruolo ben definito».

Toscano ribadisce che è fondamentale valorizzare la figura dell’endocrinologo all’interno dei diversi set assistenziali, perché «fino adesso l’endocrinologo è stato visto come il biochimico della medicina e considerato meno clinico rispetto alle altre figure mediche. L’endocrinologo è clinico nel contesto della medicina interna e a mio avviso, occupandosi di una scienza trasversale, abbraccia di più tutte le problematiche del paziente».

Oltre alla valorizzazione della figura dell’endocrinologo, «la mia presidenza si focalizzerà sulla formazione – prosegue Toscano -. Compito dell’AME sarà creare un fold formativo per ogni socio dove inseriremo tutti i crediti acquisiti. Questo per dire che tutti i soci AME sono in regola con i crediti ECM non perché lo impone la legge ma nel rispetto dei pazienti che sono l’interesse centrale. Stiamo dando spazio alle associazioni di pazienti e a nuove forme di proposte di approccio al paziente, abbiamo una visione assolutamente paziento-centrica».

Articoli correlati
Nazioni Unite, Novo Nordisk e Governo danese: insieme per sconfiggere le malattie non trasmissibili
Novo Nordisk finanzierà con un contributo di 5 milioni di dollari la Defeat-NCD Partnership, creata per sconfiggere le malattie non trasmissibili (NCD) nei Paesi a basso reddito. L’annuncio è stato dato nel corso di un evento alle Nazioni Unite congiuntamente al Governo danese, che sosterrà a sua volta l’iniziativa con un fondo di 3 milioni […]
Nuove linee guida per tumore tiroideo: 1 persona su 2 presenta noduli, ma solo il 5% è un tumore
Il tumore alla tiroide, seppur raro, è il tumore endocrino più frequente e riguarda circa il 5% dei noduli tiroidei, che invece sono molto comuni con una prevalenza di quasi il 50% della popolazione. Secondo l’ultimo rapporto Airtum, nel 2017 ci sono state più di 15.000 nuove diagnosi di tumore alla tiroide e si prevede […]
Endocrinologia, prima edizione del Premio Marco Attard: AME ne ricorda la figura
Ancora qualche giorno per partecipare alla prima edizione del Premio Marco Attard: scadranno infatti il prossimo 10 settembre i termini del Bando per il concorso per l’assegnazione di un premio a lui intitolato. “Il premio Marco Attard, spiega Vincenzo Toscano, Presidente AME, Associazione Medici Endocrinologi, promosso congiuntamente da AME Onlus e dall’Italian Thyroid Cancer Observatory […]
Salute nelle città, Troncarelli (Welfare Lazio): «Occorre migliorare stili di vita: presto legge su invecchiamento attivo»
Nel 2050 sette persone su dieci vivranno in contesto urbano con aumento delle malattie non trasmissibili, a partire dal diabete. «Salute non è solo assenza di malattia. Bisogna lavorare per far sì che lo sport sia alla portata di tutti»
Sugar tax anche in Italia? Ricciardi (ISS): «Buona soluzione per salute pubblica ma per fasce meno abbienti può essere boomerang»
A tre mesi dall’introduzione della tassazione per le bevande zuccherate in UK il bilancio è positivo. Walter Ricciardi: «Provvedimento utile ma risorse da reinvestire per migliorare condizioni di vita»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...