OMCeO, Enti e Territori 19 dicembre 2016

Accorpamento Asl. Sempre meno Aziende e sempre più grandi

Il comparto sanitario italiano sta lentamente trasformandosi. Nonostante il No alla Riforma Costituzionale il profilo della sanità si sta modificando e a dimostrarlo l’imminente processo di accorpamento delle Asl. Una centralizzazione inevitabile che negli ultimi 5 anni ha visto una riduzione del 35% il numero delle Aziende che risultano essere sempre più raccolte, uniche e […]

Il comparto sanitario italiano sta lentamente trasformandosi. Nonostante il No alla Riforma Costituzionale il profilo della sanità si sta modificando e a dimostrarlo l’imminente processo di accorpamento delle Asl. Una centralizzazione inevitabile che negli ultimi 5 anni ha visto una riduzione del 35% il numero delle Aziende che risultano essere sempre più raccolte, uniche e con bacini d’utenza che a volte superano il milione di abitanti. Questo fenomeno di accentramento che in realtà è iniziato da parecchi anni ma che sta trovando il suo massimo compimento di recente, è dettato sia dalla volontà delle amministrazioni di risparmiare sugli stipendi dei manager sia per riaccentrare e omologare l’organizzazione dei servizi sanitari.

Sarebbe però necessario con la nuova organizzazione, sollevare il problema della collegialità delle decisioni e della relazioni fra i diversi decisori. Infatti le mega-aziende richiedono a loro volta profili di general manager e non soltanto al vertice.

Per quanto riguarda il quadro generale delle regioni, da Nord a Sud, il taglio c’è stato. Alcune Regioni sanitarie come per esempio la Val d’Aosta Molise e le Marche hanno già un’unica Asl che spesso corrisponde con il capoluogo. Dal 2017 è probabile che anche la Sardegna si adatti ad avere una sola Asl. Poi ci sono Regioni con più Asl come per esempio l’Umbria e la Basilicata con 2 Aziende Sanitarie Locali, la Toscana con 3, l’Abruzzo con 4, il Friuli, la Liguria e la Calabria con 5 Asl.

Tra le Regioni con più Aziende sanitarie il Piemonte che il prossimo anno ne avrà ben 12. Segue il Lazio con 10 Asl, di cui 6 nella provincia di Roma, 3 a Roma città dove però la Asl Roma 1 e Roma 2 sono già le più grandi del Paese. Sicilia e Veneto ne avranno 9, Lombardia ed Emilia Romagna 8 Asl, la Campania 7 e la Puglia con 6.

Articoli correlati
Vaccini, emendamento alla manovra. Stop autocertificazione, Asl invieranno liste non vaccinati alle scuole
Dopo mesi di dibattiti, discussioni e polemiche si è arrivati ad una semplificazione dell’iter vaccinale: come riporta Il Messaggero, dal prossimo anno saranno direttamente le Asl a inviare alle scuole i certificati sulle vaccinazioni degli studenti. Ѐstato approvato ieri, infatti, il provvedimento pensato per ridurre tempi e disagi alle famiglie con un emendamento al decreto fiscale collegato alla […]
Sicurezza informatica in sanità, la ricerca: «Dopo cyber attack, 20% delle strutture non ripristina sistemi entro 4 ore»
Lo rivela uno studio dell’Osservatorio Netics presentato nel corso del Forum dell’Innovazione per la Salute. Allarme Shadow IT: «Quasi la metà dei medici usa software non ufficiali in ospedale per scambiare dati clinici con i pazienti»
Vaccini: documentazioni, scadenze e accesso alle scuole. Tutte le indicazioni dal Ministero della Salute e dal Miur
Pochi giorni all'inizio della scuola e si allungano le file ai centri vaccinali per assolvere gli obblighi previsti dalla nuova Legge. Dai Ministeri diramata una circolare con indicazioni chiare sul fronte della documentazione da presentare ǀ LEGGI LA CIRCOLARE
Nasce la Casa della Salute Valdese. Saitta: «Sarà un modello»
«Il nostro obiettivo era sanare una ferita della nostra città, e nel farlo abbiamo deciso di riprendere un elemento caratterizzante dell’ospedale Valdese: la presa in carico del paziente. Non a caso si chiamerà Casa della Salute Valdese». Lo ha sottolineato questa mattina l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta intervenendo all’apertura della Casa della Salute di […]
Esenzioni ticket, Regione proroga per evitare caos
Una proroga di tre mesi per le esenzioni ticket. La decisione della Regione è finalizzata ad evitare il caos generato l’anno scorso quando migliaia di persone, poco prima della scadenza, si erano trovate in coda agli sportelli della Asl per compilare l’autocertificazione e ottenere nuovamente il certificato annuale che consente di non pagare visite specialistiche, esami e […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Salute

Fabrizio Frizzi: «Sulla salute non si scherza, ecco perché voglio medici aggiornati e voglio sapere tutto…»

Il popolare conduttore ai microfoni di Sanità Informazione parla del suo rapporto con la salute ed i camici bianchi: «Non sono ipocondriaco, ma sto attento ai segnali». Il racconto di quando donò ...
Lavoro

Cumulo contributivo, la carica dei 130mila. Oliveti: «Siamo pronti ma non è giusto che sia l’Inps a pagare i medici…»

«Il cumulo è diritto di civiltà, ma l’Enpam già prevedeva totalizzazione interna gratuita». A Sanità Informazione, il commento del Presidente della Cassa previdenziale dei medici Alberto Olive...