Mondo 12 febbraio 2018

Olimpiadi, a Pyeongchang salgono a 194 i casi di Norovirus. 47 in quarantena

In corso indagini sull’acqua del rubinetto, sugli alimenti e sui servizi di ristorazione

Sono saliti a 194 i casi di Norovirus registrati in questi giorni ai Giochi olimpici di PyeongChang. Per il momento 47 restano in quarantena. Al fine di tracciare il percorso della trasmissione del virus sono in corso indagini sull’acqua del rubinetto e sugli alimenti mentre il Ministero della sicurezza alimentare sta continuando a rafforzare l’ispezione igienica sui ristoranti e tutti i servizi di ristorazione relativi alle Olimpiadi. Intanto, il Centro coreano per il controllo delle malattie sta rafforzando il monitoraggio sui pazienti con diarrea e richiede a tutti di seguire attente misure di prevenzione del Norovirus, uno tra gli agenti più diffusi di gastroenteriti acute di origine non batterica.

Ad essere colpiti dal virus, finora, sono dipendenti della sicurezza civile, impiegati del centro e del comitato organizzatore, agenti di polizia e addetti al supporto stampa. Nei giorni scorsi circa 1200 lavoratori impegnati nelle attività di sicurezza alle Olimpiadi si sono sottoposti a specifici test. Lee Hee-beom, Presidente del Comitato organizzatore, ha reso noto che tutti resteranno nelle loro stanze fino a quando la vicenda non sarà chiarita con l’esito degli accertamenti medici.

Il Norovirus, altamente contagioso, comporta forti dolori di stomaco, nausea e diarrea. La trasmissione avviene direttamente da persona a persona oppure tramite acqua o cibo infetti, ma anche per contatto con superfici contaminate. Il miglior modo per combatterlo è di seguire regole rigide di igiene personale, come il frequente lavaggio delle mani.

Articoli correlati
Latina, attivati i controlli per i casi di West Nile sui cavalli
Il virus della febbre del Nilo si trasmette di animale in animale principalmente tramite le zanzare. «In merito ai casi di West Nile a Cisterna di Latina riscontrati su tre cavalli sono immediatamente scattate le procedure del protocollo indicato dal Piano nazionale integrato di sorveglianza. La situazione è sotto controllo e costantemente monitorata dalla Asl […]
Virus West Nile, parla l’esperto: «Erano 10 anni che non avevamo casi in Italia di questo virus»
Il Professor Massimo Galli, Presidente SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali) è intervenuto questa mattina nel corso del programma “Genetica Oggi” su Radio Cusano Campus in relazione ai casi di infezione da West Nile Virus.  «È da almeno 10 anni che non avevamo casi di West Nile nel nostro paese, capitò appunto nel 2008 con […]
Milano, registrati due nuovi casi di West Nile
L’Ats Città Metropolitana di Milano fa sapere che due uomini sono stati ricoverati a Milano e provincia per aver contratto il virus della Febbre del Nilo. Si tratta di un uomo di 63 anni di Milano – ricoverato presso il Policlinico –  e di un 80enne – in cura a Legnano – . I casi […]
Virus West Nile, quattro morti in Veneto. L’Assessore Coletto: «Niente allarmismi»
L’epidemia scoppiata in diverse Regioni del Nord preoccupa la popolazione, ma i vertici veneti tranquillizzano: «Nell’80% dei casi il virus è asintomatico, nel 20% provoca una febbricola e solo nello 0,1% evolve nella più pericolosa forma neuroinvasiva che, in persone con patologie pregresse e basse difese immunitarie, può portare al decesso»
Centro Nazionale Sangue: «Sorveglianza continua sul West Nile Virus»
Il sistema sangue regge di fronte all’epidemia di West Nile Virus che sta colpendo molte regioni del Nord Italia. Il virus del Nilo Occidentale che si trasmette attraverso la puntura di una zanzara di genere Culex, spesso non manifesta sintomi e solo in casi molto rari, in pazienti già indeboliti da altre patologie, può causare […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...