Mondo 23 dicembre 2014

La “Terrazza dell’Infanzia” regala un Natale di solidarietà ai bambini del Congo

Completata la realizzazione della scuola, ora si punta a costruire un dispensario. Intervista al dottor Emanuele Ausili

Immagine articolo

Una scuola sotto l’Albero per i bambini del villaggio di Kinta. Il dottor Emanuele Ausili,  presidente de “La Terrazza dell’Infanzia” e pediatra dell’ospedale “Gemelli” di Roma, è infatti riuscito a portare a termine il suo progetto: quello di costruire una scuola in uno dei villaggi della zona periferica di Kinshasa, la capitale della Repubblica Democratica del Congo.

Raggiunto questo obiettivo la Onlus, nata nel 2005, si è già prefissata un nuovo obiettivo: costruire un dispensario nell’ara di Kimbondo.

Dottor Ausili, è stata inaugurata la scuola nel villaggio di Kinta: grazie a sacrificio, impegno e abnegazione siete riusciti a realizzare il sogno di tanti bambini che vivono in quell’area.
L’abbiamo inaugurata poche settimane fa insieme a padre Hugo Rios, che ha avuto un ruolo fondamentale. La scuola è stata realizzata con il sostegno, davvero indispensabile, di Consulcesi Onlus che ha appoggiato il nostro progetto sin dalle prime fasi. La realizzazione ha richiesto circa 18 mesi: Kinta si trova lontano dal centro abitato, in una zona di difficile accesso per il trasporto dei materiali. I banchi e le sedie sono stati costruiti con il legname, che abbonda in quella zona. Abbiamo usato il più possibile risorse locali: Kinta fa parte dell’area di Kimbondo, sede dell’ospedale pediatrico ed orfanotrofio di Kinshasa. Molti degli ex bambini – ormai adulti – dell’orfanotrofio hanno lavorato con noi alla costruzione della scuola. La struttura raccoglierà circa cinquecento bambini, suddivisi in turni mattutini e pomeridiani.

Realizzata questa opera ne avete già messa in cantiere un’altra.
È un progetto ancora più ambizioso oltre che necessario perché la sanità, insieme all’istruzione, rappresenta una delle principali criticità di quell’area visto che si deve far fronte alle esigenze sanitarie dei circa diecimila abitanti della zona. Abbiamo già studiato un progetto per la costruzione di un dispensario, fissando in 24 mesi i tempi di realizzazione. Siamo pronti a partire anche se non abbiamo ancora a disposizione l’intero budget. E’ prevista la presenza di una sala parto, di un’area ricovero, di un’area pediatrica per i casi più gravi, e di una farmacia.

La “Terrazza dell’Infanzia” è da tempo in prima linea in Africa, contribuendo ad affrontare le continue emergenze, soprattutto sanitarie, che si registrano continuamente. In questo periodo l’attenzione è calamitata dall’Ebola: come la sta vivendo la popolazione e quali sono, a suo avviso, le azioni da mettere in campo?
Il virus Ebola prende il nome proprio dal villaggio situato in Congo dove vennero registrati i primi casi. Il ceppo attualmente diffuso in Liberia è diverso da quello che ha colpito la Repubblica Democratica, dove l’emergenza è meno grave e tenuta sotto controllo. Credo che aiutare le popolazioni africane e non abbandonarle a sé stesse sia doveroso da parte della comunità internazionale.

Articoli correlati
Emergenza Sorrisi, il decennale dell’organizzazione. Abenavoli: «Ci auguriamo altri dieci anni di sorrisi»
Ripercorrere le tappe di Emergenza Sorrisi dalla sua fondazione nel 2007 fino ad oggi, questo lo scopo del Convegno dal titolo "10 anni di cooperazione con Emergenza Sorrisi”, che si è svolto alla Camera dei Deputati
Fuocoammare nominato all’Oscar 2017. Bartolo: «Spero che scuota gli animi. A Lampedusa continuiamo a lavorare…»
‘Fuocoammare‘ prende la nomination all’Oscar 2017 nella sezione documentari. Il film del 2016 diretto da Gianfranco Rosi, premiato nello stesso anno con l’Orso d’oro per il miglior film al Festival di Berlino, racconta di una Lampedusa vista dagli occhi di un dodicenne, Samuele, che gioca sulla terraferma circondata da quel mare che racconta le storie di migliaia di donne […]
Genova, inaugurato nido comunale grazie a Consulcesi Onlus
Lunedì 19 dicembre, il sindaco Marco Doria e gli assessori Pino Boero e Giovanni Crivello inaugurano ufficialmente alle ore 15.30 il nido d’infanzia di via Pellegrini 19. Spazi esterni, aree per il gioco, per il pasto, e per i laboratori, di cui uno di tipo montessoriano. L’asilo è direttamente gestito dal Comune di Genova con […]
«Così regaliamo un Natale di speranza ai bambini del Congo»
“Terrazza dell’Infanzia” e “Consulcesi Onlus” ancora insieme per portare un sorriso ai bambini africani. Dopo il dispensario, che verrà inaugurato il 27 dicembre, arriva la sterilizzatrice per biberon
Eritrea, arriva il catalogo fotografico per la solidarietà
I proventi dell’iniziativa verranno utilizzati in progetti di cooperazione allo sviluppo in favore del popolo eritreo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...