Mondo 5 maggio 2015

Expo, si comincia: con l’alimentazione protagonista la salute

Prova del nove per le strutture sanitarie milanesi, si prevede affluenza record

Immagine articolo

Al via Expo Milano 2015, l’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà fino al 31 ottobre 2015 e sarà il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione.

Dopo un’attesa costellata di entusiasmi e polemiche, dal 1 Maggio i riflettori sono puntati su Milano, che nei prossimi sei mesi sarà la vetrina mondiale in cui i Paesi si confronteranno con idee e soluzioni condivise per rispondere a un’esigenza vitale: riuscire a garantire un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutti i popoli, rispettando la Terra e i suoi equilibri.

Un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, oltre 20 milioni di visitatori attesi, ben 800 progetti presentati ai diversi tavoli tematici. Un confronto che stimolerà la creatività dei Paesi e promuoverà le innovazioni per un futuro sostenibile. Ma anche un banco di prova importante per i Pronto soccorso meneghini: abituati a una città semideserta nei mesi di luglio e agosto, si troveranno invece a dover fronteggiare un 10% in più di affluenza prevista nelle strutture, con un 25 – 30% in meno di personale operativo a causa delle ferie estive. Per adesso, comunque, la “prima prova” è stata superata a pieni voti: nel weekend di debutto le emergenze-urgenze sono state correttamente gestite.

A fare gli onori di casa è il Ministero della Salute, portavoce di una corretta e sicura alimentazione, e di stili di vita sani attraverso campagne multimediali, spazi tematici ed altre attività che vedranno protagonista il dicastero di Beatrice Lorenzin durante l’evento.

Anche l’Unione europea farà sentire forte la sua presenza. Le norme europee in materia di sicurezza alimentare sono tra le più rigorose al mondo e l’Ue è considerata per questo come un modello di riferimento. Sostenuta da una rigorosa attività di ricerca scientifica e di valutazione dei rischi, la politica di sicurezza alimentare dell’Ue è per eccellenza il garante della salute lungo l’intera filiera agroalimentare.

Non poteva mancare, tra gli specifici tavoli tematici, quello dedicato alla Salute. Un futuro sostenibile passa anche da un’ottimizzazione dei sistemi sanitari, a vantaggio di tutti gli attori del sistema e quindi della comunità, a partire dall’utilizzo di applicazioni ICT all’avanguardia al servizio di aziende. Protagonista, quindi, l’innovazione tecnologica in ambito sanitario: dalla telemedicina e quindi dalla gestione da remoto del paziente, ai nuovi dispositivi hi-tech brevettati per la cura e il trattamento di determinate patologie. Ma non solo: nell’ottica di uno scambio di valori e competenze in ambito internazionale, di cui Expo2015 si fa promotore, spicca il progetto di mobilità sanitaria attiva tra i pazienti del Medio Oriente e i centri di eccellenza sanitaria della Lombardia.

Articoli correlati
Lazio, inaugurato ad Ardea l’ambulatorio aperto nei weekend e festivi
L’’Assessore regionale alla Sanità e Integrazione socio-sanitaria, Alessio D’Amato, il Direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda ed il Sindaco di Ardea, Mario Savarese, hanno inaugurato il nuovo Ambulatorio di Ardea (via dei Tassi, Tor San Lorenzo) che entra a far parte della rete regionale degli “Ambufest” gli ambulatori aperti nel weekend e nei […]
Napoli, all’ospedale Santobono iniettato un monitor cardiaco
Il cuore dei bambini monitorato con una siringa sotto cute. L’intervento di eccellenza è avvenuto all’ospedale Santobono di Napoli, dove qualche giorno fa un bambino è stato ricoverato dopo aver avuto una sincope dovuta ad un’improvvisa alterazione del ritmo cardiaco. Per questo motivo, come riporta Repubblica, l’equipe del dottor Paladini ha provveduto ad iniettare sotto pelle […]
Giulia Grillo: «Franco Mandelli lascia un vuoto incolmabile»
«La scomparsa del professor Franco Mandelli lascia un vuoto incolmabile nel mondo della medicina e della ricerca italiana. La sua vita interamente dedicata con sacrificio e passione alle malattie del sangue e alla solidarietà, è stata e resta la testimonianza di un uomo che ha dato un contributo ineguagliabile alla sanità italiana, e non solo, […]
“Qualità di vita nelle città”, al via l’intergruppo. Pella-Sbrollini: «Sport e prevenzione entrino nei LEA. Al lavoro sul welfare urbano»
Circa duecento le adesioni in Parlamento, tra cui quella del Ministro Giulia Grillo. Tra gli obiettivi assicurare un alto livello di alfabetizzazione e di accessibilità all’informazione sanitaria, incoraggiare stili di vita sani nei luoghi di lavoro, ampliare e migliorare l’accesso alle pratiche sportive e motorie per tutti i cittadini
L’ex Ministro della Salute Livia Turco: «Politica sanitaria non sia decisa dal MEF. Ora aggredire povertà e diseguaglianze»
L’esponente Pd consiglia poi a Giulia Grillo: «Si ricordi che non c’è sanità senza politiche sociali». E ringrazia i medici che hanno continuato ad assistere i migranti irregolari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Dal corso MMG a Montecitorio, la storia di Rosa Menga (M5S): «Noi medici di famiglia portavoce dei pazienti in Parlamento»

È uno dei più giovani parlamentari della XVIII Legislatura e frequenta il corso di formazione in medicina generale: «Serve una visione meno ospedalocentrica dell’assistenza sanitaria. Telemedina ...
Diritto

Consenso informato, l’avvocato Pittella: «Per medico meno responsabilità civile o penale»

«I giudici in caso di contenzioso chiedono al paziente se è stato correttamente informato. Ma come si fa a saperlo? Un video, un audio, un consenso scritto in presenza dei testimoni? Questo è quell...
Salute

Stop alla Cannabis Light? Ma l’Italia punta su quella terapeutica

Efficace nel trattamento di un grande numero di patologie, la cannabis terapeutica si sta ritagliando un ruolo fondamentale nel mondo sanitario. Negli ultimi anni la domanda è impennata ma l’obiett...