Mondo assicurativo 2 dicembre 2014

Il mondo delle assicurazioni

“La garanzia postuma: un’opportunità da valutare”

di Assicurazione

“Un giovane chirurgo, che esercita presso una struttura privata accreditata, sta provvedendo a regolarizzare la sua situazione assicurativa e chiede, in particolare, in cosa consista la copertura postuma”.

L’importanza della garanzia postuma è una conseguenza dell’adozione della clausola “claims made”: la formula ormai conosciuta da tutti per la quale “sono assicurate le richieste di risarcimento ricevute durante il periodo di efficacia della polizza” (e non gli eventi dannosi accaduti durante il periodo di efficacia della polizza). Questa regola comporta che, poiché l’operatività della polizza si interrompe recisamente alla sua scadenza, le richieste di risarcimento pervenute dopo la scadenza – anche se riferite a eventi accaduti durante l’esistenza della stessa – non sono garantite. Questo effetto negativo è superabile quando il medico continua ad esercitare la professione; in questo caso egli può stipulare una nuova polizza con la previsione della garanzia retroattiva. Quando invece il medico interrompe definitivamente la professione, egli non ha alcuna necessità di stipulare una nuova polizza professionale e non potrà usufruire della garanzia retroattiva (che tuttavia gli sarebbe molto utile).

La concessione della garanzia postuma – che è limitata ai casi nei quali la interruzione della professione avvenga volontariamente, ovvero per pensionamento o per decesso del medico – è finalizzata proprio a colmare questa lacuna. Riassumendo, la postuma serve a tenere in copertura gli eventi dannosi accaduti durante il periodo di efficacia per i quali la richiesta di risarcimento è pervenuta solo successivamente alla scadenza della polizza. Ogni assicuratore concede (o non concede) la garanzia postuma proponendo proprie regole riguardo la durata della stessa, il costo, l’efficacia nel tempo. E’ opportuno, in sede di sottoscrizione della polizza, approfondire con l’Assicuratore anche il tema di questa garanzia, considerando non solo la sua importanza, ma anche l’impossibilità di ottenerla a titolo gratuito.

I consulenti di SanitAssicura 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...