Meteo 15 novembre 2016

Lazio. Fp Cgil: “Intramoenia è un ricatto per i cittadini. Al S. Camillo molte visite solo a pagamento”

“Abbiamo ricevuto una segnalazione di un lavoratore sulle prestazioni non più disponibili all’Ospedale San Camillo di Roma attraverso il cosiddetto percorso “istituzionale” (il servizio pubblico) ma effettuabili e con molta celerità attraverso l’intramoenia (la libera professione in strutture pubbliche). Con una semplice verifica è stato facile riscontrare come le prestazioni non previste dall’elenco fornito sul […]

“Abbiamo ricevuto una segnalazione di un lavoratore sulle prestazioni non più disponibili all’Ospedale San Camillo di Roma attraverso il cosiddetto percorso “istituzionale” (il servizio pubblico) ma effettuabili e con molta celerità attraverso l’intramoenia (la libera professione in strutture pubbliche). Con una semplice verifica è stato facile riscontrare come le prestazioni non previste dall’elenco fornito sul sito dell’ospedale siano in effetti molto accessibili se fatte privatamente e a carissimo prezzo”.

Così in una nota la Fp Cgil di Roma e del Lazio che evidenzia come una visita cardiologica con elettrocardiogramma costi 150 euro (quindi oltre 110 euro in più del costo dell’eventuale ticket), e un elettrocardiogramma sotto sforzo arrivi a 180. In entrambi i casi le prestazioni risultano realizzabili il giorno dopo. Parliamo di prestazioni di base, prestazioni indispensabili affinché il servizio pubblico tuteli la salute dei cittadini che, se erogati con queste modalità, risultano inique e non garantiscono l’universalità”.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...