Lavoro 4 novembre 2014

Rimborsi da record: altri 10 milioni ai medici specialisti, stavolta a Palermo

I camici bianchi tutelati da Consulcesi si sono visti riconoscere già oltre 362 milioni. Il presidente dell’OMCeO palermitano Salvatore Amato: “Medici e avvocati a braccetto”

Immagine articolo

Continuano a piovere sentenze, e rimborsi, a favore dei medici specialisti. Rimborsi che di recente hanno raggiunto cifre record, come è accaduto nei giorni scorsi a Palermo: nella sede dell’OMCeO, infatti, sono stati consegnati altri assegni per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro.

E’ l’effetto dell’ennesima sentenza che ha condannato lo Stato italiano per non essersi adeguato ad una direttiva europea.

Gli assegni di rimborso sono andati ai camici bianchi tutelati da Consulcesi, che si è vista già riconoscere dai Tribunali di tutta Italia, ad oggi, più di 362 milioni. E dagli avvocati proprio a Palermo, si è appreso che ora l’iter per liquidare i medici parte direttamente, non appena arriva la notifica della sentenza: una chiara presa d’atto da parte dello Stato che rende chiaro come, su questa questione, la soluzione definitiva sia sempre più vicina.

“Finalmente i medici ottengono, in modo tangibile, il riconoscimento di un diritto per troppo tempo ignorato – sono le parole di Salvatore Amato, presidente dell’OMCeO di Palermo. “Medici e avvocati – aggiunge Amato – possono lavorare di concerto affinché anche altri diritti, di cui si parla ancora poco, si facciano valere”.

Entusiasmo anche da parte di Massimo Tortorella, presidente Consulcesi SA: “Sono diritti e servizi che, grazie a Consulcesi, i professionisti della sanità ottengono davvero. Siamo felici di essere nella “casa” che li rappresenta, nel principale Ordine della Sicilia e uno dei più importanti in Italia”.

Gli fa eco l’avvocato Sara Saurini, Responsabile dell’Area Legale Consulcesi: “La nostra missione è occuparci dei professionisti della sanità a tutto tondo, non solo attraverso la tutela legale ma anche con tanti altri servizi e soluzioni per la professione, come la Formazione a Distanza o le convenzioni assicurative, che rappresentano proprio la chiave per ristabilire un equilibrio tra medici e avvocati. Consulcesi è una grande realtà che in quest’occasione, ancora una volta, ha dimostrato di star vicino ai medici”.

Per informazioni è disponibile il numero verde 800.122.777 ed il sito www.consulcesi.it

Articoli correlati
Concorso scuole di specializzazione: la rabbia dei giovani medici per ritardi su accreditamento e uscita bando
A fine agosto il bando del concorso per l'accesso alle scuola di specializzazione, atteso per fine aprile, non è ancora pubblico. Il test d’ingresso negli ultimi anni si è svolto sempre in estate, ma quest’anno la priorità del MIUR è stata quella di migliorare il regolamento di concorso e semplificarne le modalità organizzative
Ex specializzandi, slitta data azione collettiva: ricorsi possibili fino al 25 luglio
Boom di adesioni alla nuova azione collettiva di Consulcesi sulla scia della campagna "37 milioni in 37 giorni", con il quale sono stati rimborsati oltre 1.100 camici bianchi di tutta Italia. «Ricevute oltre 5mila richieste in meno di un mese»
Rimborsi ex specializzandi: 37 milioni in 37 giorni in tutta Italia. Ma ora c’è il rischio prescrizione
Grande successo per il “giro d’Italia” con cui Consulcesi consegna gli assegni per gli anni di scuola post-laurea non pagati: «Attese nuove sentenze in breve tempo ma resta il rischio prescrizione. Per non perdere il rimborso produrre un atto interruttivo gratuito o aderire alla prossima azione collettiva»
Ex specializzandi lavoravano senza essere pagati: lo Stato li risarcisce con oltre 8 milioni di euro
L’iniziativa "37 milioni in 37 giorni" fa tappa a Modena. L’Amministratore Delegato di Consulcesi, Andrea Tortorella: «Il diritto dei medici specialisti è riconosciuto da tutti i tribunali. Per non lasciare nessuno senza rimborso, il 15 luglio parte la nuova azione collettiva»
Ex Specializzandi: “37 milioni in 37 giorni”. Arrivano rimborsi in tutta Italia
Partita dalla Sardegna la nuova iniziativa di Consulcesi: fino al 13 luglio rimborsi in tutte le Regioni italiane per le borse di studio negate ai medici specialisti il 1978 ed il 2006. Nuove tappe nelle Marche, in Abruzzo, Molise, Basilicata, Calabria, Campania e via via tutte le altre. Intanto accordo transattivo ancora al palo, ma rischio prescrizione. Consulcesi lancia nuova azione collettiva il 15 luglio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...