Politica 7 marzo 2017

Responsabilità professionale, Tortorella (Consulcesi Group): «Bene approvazione, ora attenzione a decreti attuativi»

Il Presidente della realtà di riferimento della tutela dei camici bianchi ai nostri microfoni spiega: «Aspettavamo questa riforma da oltre 20 anni, ma ora bisogna aspettare ancora un po’ di tempo per vedere come verrà applicata». Tra le novità, maggiore attenzione all’aggiornamento professionale medico: «La formazione è fondamentale, anche il mondo assicurativo lo sa e sta adeguando le modalità di sottoscrizione delle polizze»

«Bene la legge sulla responsabilità professionale in sanità, una riforma che aspettavamo da oltre 20 anni, ma ora massima attenzione ai decreti attuativi». Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi Group – punto di riferimento del mondo medico sul fronte della responsabilità professionale dei medici – è già oltre l’approvazione del Ddl Gelli e guarda a come questa legge verrà applicata: «Dobbiamo aspettare ancora qualche mese per sapere nello specifico come cambierà la vita di operatori e cittadini, ma saremo felici di farlo se questo comporterà un miglioramento generale del sistema». Con questa riforma, ribadisce ancora Tortorella dagli studi Rai (dove ha partecipato, insieme all’Onorevole Gelli, alla puntata di UnoMattina dedicata proprio alla riforma), «cambia praticamente tutto». In particolare, viene data una attenzione ancora maggiore all’aggiornamento professionale medico: «La formazione è fondamentale, anche il mondo assicurativo lo sa e sta adeguando le modalità di sottoscrizione delle polizze».

Presidente Tortorella, il gruppo Consulcesi si occupa da sempre di tutelare i camici bianchi, sia dal punto di vista legale che da quello della. Come cambia questa legge questo settore?

«L’approvazione della riforma Gelli sulla responsabilità professionale è un momento fondamentale: è una legge che aspettavamo da oltre 20 anni. Cambierà fondamentalmente tutto nel mondo della responsabilità professionale in sanità. Sarà data certezza sia del reato e sia del diritto, per questo è un momento importante. Ci sono però da mettere nero su bianco anche i decreti attuativi: sappiamo ovviamente che le leggi sono importanti, ma quel che le rendono vere sono i decreti attuativi, che spesso e volentieri modificano le leggi stesse. I decreti attuativi saranno dunque fondamentali per l’applicazione della legge. Certo, ci vorrà ancora un po’ di attesa, ma dopo tutti questi anni di attesa, qualche settimana o qualche mese in più non ci spaventano. Siamo felici che questi cambiamenti, una volta applicati, porteranno così tanti benefici nella tutela del mondo sanitario, che in qualche modo rappresentiamo».

L’Onorevole Gelli ha sottolineato che in questa legge viene messo mano a tutto il comparto e introdotto in modo strutturale il risk management e altre modifiche all’intero settore della responsabilità. Tutto ciò richiederà ai professionisti sanitari anche un adeguamento del loro aggiornamento professionale, che sappiamo a volte trascurano un pochino.

«Crediamo che questa legge e i conseguenti decreti attuativi terranno conto anche di questi aspetti. La formazione è fondamentale, soprattutto nella responsabilità professionale medica. Il mondo assicurativo se ne sta rendendo conto, tant’è vero che in molte polizze si sta decidendo di abbassare il premio ma anche addirittura di rendere valida la polizza stessa nel momento in cui si dimostri che il medico ha correttamente svolto la formazione. La formazione sta inoltre diventando un punto di svolta importante anche nei processi, sia civili che penali. Dimostrare di essere correttamente formati aiuterà sicuramente a fare in modo che le polizze paghino, ma soprattutto permetteranno anche ai medici di potersi difendere in modo corretto».

Articoli correlati
Emendamento ex specializzandi, Consulcesi: «Insistere su soluzioni di buon senso»
Massimo Tortorella, Presidente del gruppo che garantisce tutela legale dei medici, interviene sulla discussione parlamentare in corso sulla Legge di Bilancio
Ostetricia, nasce la nuova società scientifica della categoria SISONG
La Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche, dopo alcuni mesi di interlocuzione e diffusione in tema di costituzione di Società Scientifica così come previsto dalla Legge n. 24/2017 (Legge Gelli,) comunica la formazione della nuova Società Scientifica denominata Società Scientifica Italiana di Scienze Ostetrico-Ginecologico-Neonatali (SISONG). Un’adesione massiccia che conta oltre 5mila adesioni da parte delle […]
Legge Gelli, la Federazione Nazionale Collegi Ostetriche invita ad aderire alla nuova Società Scientifica di categoria
La nuova normativa entrata in vigore in tema di responsabilità delle professioni sanitarie (legge n. 24/2017 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, entrata in vigore ad aprile 2017), di cui sono stati presentati al momento solo due decreti attuativi, rappresenta […]
Salute della donna: neuropelveologia, staminali e diagnosi prenatale le novità dal congresso Sigo-Aogoi-Agui
«Tra i temi più all’avanguardia, diagnosi prenatale e cellule staminali, argomenti sui quali è necessaria grande accortezza» ai nostri microfoni il Dottor Pier Luigi Sozzi, ginecologo ostetrico e già vicepresidente nazionale Aogoi
di Lucia Oggianu
Legge Gelli: prime applicazioni giurisprudenziali. Gaudio, Rettore Sapienza: «Finalmente medico torna a fare il medico»
«La Legge Gelli ha determinato anche un grosso risparmio per il sistema, la medicina difensiva ha dei costi notevoli ed è un bene che si esca da questo terreno paludoso» lo dichiara Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore dell’Università Sapienza di Roma
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Salute

Fabrizio Frizzi: «Sulla salute non si scherza, ecco perché voglio medici aggiornati e voglio sapere tutto…»

Il popolare conduttore ai microfoni di Sanità Informazione parla del suo rapporto con la salute ed i camici bianchi: «Non sono ipocondriaco, ma sto attento ai segnali». Il racconto di quando donò ...
Lavoro

Cumulo contributivo, la carica dei 130mila. Oliveti: «Siamo pronti ma non è giusto che sia l’Inps a pagare i medici…»

«Il cumulo è diritto di civiltà, ma l’Enpam già prevedeva totalizzazione interna gratuita». A Sanità Informazione, il commento del Presidente della Cassa previdenziale dei medici Alberto Olive...