Lavoro 4 agosto 2014

Giovani Medici 2.0, la protesta corre sul web

Occupati virtualmente gli Ordini, nel mirino formazione e turn over. E il Sigm scrive a Renzi

Immagine articolo

La protesta dei Giovani Medici è 2.0, virtuale ma non per questo meno reale.  Nei giorni scorsi, infatti, i camici bianchi in erba hanno occupato simbolicamente gli Ordini di Napoli, Roma e Modena:

un’iniziativa ad opera delle Commissioni Giovani Medici nell’ambito della campagna #noiceneoccupiamoetu, cui ha prontamente aderito la Fimmg “senza sottolineare l’appartenenza ad una sigla sindacale bensì condividendo l’interesse comune delle nuove generazioni”.

L’occupazione “in rete” si è svolta in diretta streaming, e ha visto l’intervento telefonico del presidente FNOMCeO Amedeo Bianco, cui i manifestanti hanno chiesto “un impegno per una forte presenza di giovani medici nelle commissioni degli Ordini periferici, e come parlamentare, a seguire le tematiche legate alla formazione”.

Nello specifico, le note dolenti sono la mancata programmazione dei posti disponibili alle Facoltà di Medicina e Chirurgia, la scarsa pianificazione delle borse di studio in Medicina generale e dei contratti di specializzazione rispetto al numero annuale dei laureati, l’abolizione del comma 14 dall’art 5 del Patto per la Salute sulle attività professionalizzanti dei medici in formazione per la Medicina generale. A tutto ciò si somma la richiesta di delucidazioni sulla bocciatura della proposta del doppio canale universitario-ospedaliero per la formazione specialistica, ed una sua eventuale rivalutazione nei prossimi concorsi.

E intanto il Sigm, in una lettera al premier Renzi, ha sottolineato l’assoluta necessità di mantenere il testo originale della riforma della P.A. nella parte relativa allo sblocco del turn over, con l’abbassamento dell’età pensionabile a 65 anni, l’adozione di criteri di progressione di carriera fondati sul merito piuttosto che sull’anzianità, la rimodulazione delle modalità di selezione per l’accesso alla dirigenza medica del Ssn.

E, a proposito di selezioni, l’8 agosto verrà pubblicato il bando per l’accesso alle scuole di specializzazione: il primo dell’era post decreto Carrozza.

Articoli correlati
«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre
«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle scuole di specializzazione atteso per il 29 settembre
SIGM su nuovo Concorso Nazionale Specializzazioni: «Troppe incognite. Serve più chiarezza»
«In un orizzonte di completo silenzio da parte del MIUR la nostra Associazione s’interroga su quale sia lo stato dell’arte per il prossimo concorso SSM2017, dalle reali tempistiche per la pubblicazione del bando alla realizzabilità delle auspicate modifiche e semplificazioni sulle procedure concorsuali che la nostra Associazione, assieme al Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi, ha reiteratamente […]
Lorenzin ai medici FNOMCeO: «Giovani hanno pagato crisi più degli altri»
Il Ministro alla Salute al Consiglio Nazionale della Federazione ha anche fissato le priorità del nuovo governo: approvazione Legge sulla responsabilità professionale e Riforma delle Professioni Sanitarie
«I nostri giovani chirurghi scappano all’estero». SIC spiega perché e come evitare la “fuga”
Risorse, formazione, aggiornamento ECM le note dolenti. Ma le iniziative delle Società Scientifica e le partnership per gli under 35 possono finalmente segnare una svolta. Intervista al Segretario/Tesoriere di Sic, il dottor Luciano Landa.
Giovani medici, Presenti (Cic): «Puntare sull’innovazione per garantire formazione ai giovani»
Il presidente del Collegio Italiano Chirurghi, Luigi Presenti, ai microfoni di Sanità Informazione: «Ben venga l’obbligo dei crediti che sensibilizza sulla necessità dell’aggiornamento. Percorsi formativi innovativi per il medico del futuro, per i giovani fondamentale aggiornarsi per inserirsi nel mondo del lavoro»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Formazione

Test medicina: proteste davanti atenei. Ben 124 i posti in meno rispetto al 2016, arriva interrogazione parlamentare

Anche quest’anno al via i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso. Ad aprire le danze Medicina e odontoiatria con 67mila domande d’iscrizione e 124 posti in meno rispetto al 2016. Intant...