Lavoro 5 ottobre 2017

Anelli (Fimmg): «Ricambio generazionale e università per i medici di famiglia del futuro»

«Nel prossimo futuro i medici non ci saranno più. Necessario accelerare l’ingresso di nuovi medici nel SSN». L’intervista a Filippo Anelli, vicesegretario della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, in congresso a Cagliari

di Ciro Imperato - Inviato a Chia (Cagliari)

Carenza di medici, formazione e contratto. Sono questi gli aspetti approfonditi da Filippo Anelli, vicesegretario Fimmg e Presidente dell’Omceo di Bari, ai microfoni di Sanità Informazione in occasione del 74° Congresso Nazionale della Federazione Italiana Medici di Famiglia in corso a Cagliari.

Presidente, dopo l’intervento del Segretario Scotti e la risposta del Ministro Lorenzin, qual è la sintesi della giornata?

«Il Segretario Silvestro Scotti ha riproposto sostanzialmente i temi principali della Medicina Generale, ma soprattutto ha sottolineato aspetti drammatici come quello della violenza sui “medici della notte”, come li ha definiti lui. Altro elemento preoccupante è la difficoltà del ricambio generazionale, che in futuro determinerà una carenza importante di personale medico. Il Ministro ha risposto con degli impegni ben precisi dicendo che all’interno dell’agenda di Governo c’è la soluzione a questi problemi; allora bene le parole, ma aspettiamo di vedere i fatti».

LEGGI L’INTERVISTA AL SEGRETARIO SILVESTRO SCOTTI

LEGGI L’INTERVENTO DEL SEGRETARIO AL CONGRESSO FIMMG

A proposito di fatti, riguardo la carenza di medici un tema importante è quello della formazione, elemento che nel suo programma occupa un capitolo molto importante.

«Assolutamente sì, perché la formazione rappresenta non solo la preparazione dei giovani medici, ma anche la qualità del servizio. Su questo bisogna dire che è in atto un tavolo che si è insediato al Ministero, voluto dalla Fnomceo, per regolamentare anche un coinvolgimento dell’università all’interno del sistema della formazione della medicina generale. Noi siamo convinti che tutto il percorso fatto finora sia un percorso virtuoso che va assolutamente preservato, ma per renderlo ancora più efficiente va sicuramente aggiunto l’expertise delle università».

Presidente, qual è lo stato dell’arte del contratto? Ma soprattutto, che cosa vi aspettate concretamente?

«Noi ci aspettiamo un contratto in tempi brevissimi su alcune tematiche che sono essenziali: l’accesso, su cui si possono fare anche delle riforme senza costi, accelerando l’ingresso dei nuovi medici senza fare grandi discorsi; liberalizzare il sistema e quindi ridurre il più possibile le incompatibilità che oggi vincolano molti degli aspetti della medicina generale ma anche della formazione; infine, una riorganizzazione del sistema che guardi soprattutto alla gestione della cronicità. Non sono molte le cose da modificare, in realtà sono pochissime ma che diventano significative in un momento di grande cambiamento. Sarà poi il nuovo governo ad affrontare, come ha detto il Segretario Scotti, l’investimento sul territorio, con un’agenda diversa da quella della contrattazione».

GUARDA IL VIDEOGAME DI FIMMG SULLA SCOMPARSA DEI MEDICI DI FAMIGLIA

Articoli correlati
Convenzione Mmg, Lorenzin sollecita accordo. Scotti (Fimmg): «Attendiamo arretrati, ci sono condizioni per Acn entro il 2018»
Il segretario dei medici di base chiarisce: «Auspichiamo un percorso negoziale rapido e concreto con la Sisac. Non siamo disponibili ad essere assimilati al pubblico impiego solo per i doveri e non per gli stessi diritti». Il ministero ha riattivato il tavolo in materia di medicina generale
Aggressioni al personale sanitario, Maio (FIMMG): «Presto un tutorial per imparare a difendersi»
«Mai nella mia lunga carriera di formatrice avrei pensato di dover insegnare ai medici a difendersi» la denuncia del Segretario Nazionale per la Continuità Assistenziale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale
Medici, studio Fimmg – Anaao lancia l’allarme: «Nei prossimi 5 anni via in 45mila». Scotti: «14 milioni di italiani resteranno senza medico di base»
Nei prossimi 10 anni la cifra raddoppia: a causa dei pensionamenti andranno via 80676 camici bianchi. Nuove assunzioni non compenseranno calo. A rischio carenza, oltre ai generici, soprattutto pediatri, chirurghi, ginecologi e cardiologi
Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…
Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». Ecco tutti i fronti aperti: dall'IRAP allo 'spesometro'...
Medicina Generale, firmato il Decreto che consente lo scorrimento della graduatoria per sei mesi
Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha consegnato il Decreto ai nuovi vertici della Federazione Nazionale Ordini dei Medici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Lavoro

Pensioni, tutte le soluzioni per aumentare l’importo con aliquota e riscatto: le scadenze al 31 gennaio

Versando una quota contributiva aggiuntiva, una volta in pensione si percepirà un importo maggiore. Ma oltre all’aliquota modulare, riservata ad alcune categorie, l’Enpam offre altri utili strume...
Salute

Contratto medici, partita la trattativa. Sciopero revocato, ma l’aumento deve superare gli 85 euro

Partita all'Aran la trattativa per il rinnovo del contratto dei medici. Il primo effetto concreto è stato la revoca dello sciopero fissato per il 23 febbraio. Ma per arrivare alla agognata firma atte...